Logo stampa
 
LA CONCILIAZIONE

La conciliazione paritetica

Il Gruppo Hera promuove la CONCILIAZIONE PARITETICA come strumento per la risoluzione delle controversie, alternativo a quello giudiziario.

PERCHE’

  • Risponde ai principi di RESPONSABILITA' SOCIALE e al CODICE ETICO del Gruppo

Ha l’obiettivo di raggiungere un accordo transattivo tra le parti ai sensi dell’art. 1965 del Codice Civile. In caso di mancato raggiungimento dell’accordo le parti possono sempre attivare una causa giudiziale.

  • E’ un procedimento più veloce ed economico rispetto a una causa giudiziaria, con l’intento di prevenirne l’eventualità e quindi la numerosità.
  • Integra le attuali modalità di prevenzione del contenzioso, ed è a disposizione del cliente per la risoluzione di situazioni chiuse in maniera ritenuta non soddisfacente dalla gestione del reclamo e per le quali non resterebbe che la via giudiziaria.
  • Si svolge con l’ausilio di due conciliatori, che rappresentano le due parti interessate ed hanno il compito di individuare la proposta da sottoporre alle parti.
  • E’ gratuita per il cliente.
  • E’ disciplinata dal “Regolamento di conciliazione paritetica” che definisce le modalità operative per la sua applicazione. Dal 1° luglio 2014  è in vigore una nuova edizione del Regolamento che prevede, oltre ai servizi gas ed energia elettrica,  l’estensione anche al servizio idrico, per i contenziosi derivanti da clienti domestici.
  • La richiesta di conciliazione è redatta da un cliente sul modulo allegato al regolamento, disponibile in questa pagina e presso gli sportelli del Gruppo Hera, o sui siti web delle Associazioni dei consumatori e nelle loro rispettive sedi.
  • La richiesta di conciliazione sottoscritta dal cliente è un mandato ad un’associazione a conciliare o transigere la controversia.
  • La conciliazione si avvia solo se il cliente non si ritiene soddisfatto da risposta motivata a reclamo scritto. In altri termini, non può essere avviata se prima non ha esposto la sua “insoddisfazione” attraverso un reclamo scritto cui l’azienda, dopo il normale esame del caso, ha dato la risposta nelle modalità previste da ARERA, o scaduti inutilmente i termini.
  • La procedura prevede tempi precisi per lo svolgimento, che si conclude, sia in caso di avvenuta che di mancata conciliazione, dopo 120 giorni solari dal ricevimento della richiesta, salvo ulteriore proroga di ulteriori 30 giorni solari, concordata tra le parti.
  • Durante la procedura di conciliazione sono sospese eventuali interruzioni del servizio e di recupero forzoso dei crediti fino a quel momento maturati.
  • La procedura si conclude con la sottoscrizione di un verbale, di avvenuta o di mancata conciliazione. Il verbale di avvenuta conciliazione assume il valore di contratto di transazione (art. 1695 cc) ed è quindi vincolante per le parti.

IL REGOLAMENTO DI CONCILIAZIONE PARITETICA 2014 E' STATO SOTTOSCRITTO DALLE SEGUENTI ASSOCIAZIONI DI CONSUMATORI:

  • ACU - Associazione Consumatori Utenti
  • A.Di.Do.
  • Adoc
  • Adusbef
  • Altroconsumo
  • Arco Consumatori
  • Asso-Consum
  • Assoutenti
  • Casa del Consumatore
  • Cittadinanzattiva
  • Codacons
  • Codici
  • Confconsumatori
  • Federconsumatori
  • Lega Consumatori
  • Movimento Consumatori
  • Movimento difesa del cittadino
  • Unione Nazionale Consumatori
 
 
Risultati economici 2018 - Il commento del Presidente
 
Risultati economici 2018 - Il commento del Presidente del Gruppo Hera
 
 
Ricicli Stellari
 
Ricicli Stellari
 
 
Cambia il finale
 
Cambia il finale1