Logo stampa
Sportello clienti

Viale Camillo Benso di Cavour, 38
martedì e venerdì 8.00-12.30
giovedì 13.30-16.00

Viale Camillo Benso di Cavour, 38
martedì e venerdì 8.00-12.30
giovedì 13.30-16.00

via C. Diana, 40

via C. Diana, 40

da lunedì a giovedì08.00 - 15.00
venerdì e sabato08.00 - 13.00

Chiusura per Santo Patrono il 23 aprile.

chiuso Sabato 27 aprile

Servizio clienti

Servizio Clienti 800.999.500

Chiamata gratuita da telefono fisso e cellulare dalle 8 alle 22 dal lunedì al venerdì e il sabato dalle 8 alle 18, per informazioni e …

Chiamata gratuita da telefono fisso e cellulare dalle 8 alle 22 dal lunedì al venerdì e il sabato dalle 8 alle 18, per informazioni e pratiche relative ai servizi gas, teleriscaldamento, elettricità, acqua e ambiente, per comunicare l’autolettura del proprio contatore e per ritiro ingombranti.

Pronto Intervento

Pronto intervento
Gas
800.713.666
Acqua e Fognature
800.713.900
Teleriscaldamento 800.713.699

E' gratuito ed è attivo 24 ore su 24, tutti i giorni dell'anno per segnalazioni di fughe gas e problemi relativi alla rete …

E' gratuito ed è attivo 24 ore su 24, tutti i giorni dell'anno per segnalazioni di fughe gas e problemi relativi alla rete idrica/fognaria, nonché per irregolarità o interruzioni nella fornitura dei servizi Acqua, Fognature, Teleriscaldamento e Gas. Il servizio di Pronto Intervento di Gas è svolto da INRETE Distribuzione Energia.

Servizi online
Servizi online
IL RIFIUTOLOGO
 
Il Rifiutologo

Il Rifiutologo: scopri le nuove funzioni della App che ti dice come differenziare i rifiuti.

DIFFERENZIATA
Condividi

Le risposte alle domande più frequenti

Il progetto di misurazione della produzione dell'indifferenziato ha l'obiettivo di aumentare i livelli qualitativi e quantitativi di raccolta differenziata nel Comune di Ferrara. Oggi, quali sono i servizi a disposizione per i cittadini di Ferrara per effettuare la raccolta differenziata?

Nel territorio sono stati attivati servizi di raccolta differenziata diversi a seconda del contesto urbanistico:

  • raccolte porta a porta nel Centro Storico, nelle Zone Artigianali Industriale e nel Forese, con giornate dedicate per il ritiro delle diverse tipologie di rifiuto;
  • raccolte a cassonetti organizzati principalmente in isole ecologiche di base nelle aree residenziali entromura e nei Centri abitati. I cassonetti sono a disposizione anche dei cittadini che hanno il servizio porta a porta per la gestione di eventuali picchi di produzione.

I contenitori per la carta e quelli per la plastica sono dotati di feritoie di limitate dimensioni. Perché?

Le feritorie servono per evitare l'inserimento di oggetti di grandi dimensioni non adatti al tipo di raccolta. È bene ricordare che gli ingombranti vanno portati alla stazione ecologica oppure si può chiedere il ritiro gratuito chiamando il Servizio clienti Hera 800.999500.

Che cosa sono le "isole ecologiche di base"?

Sono luoghi pubblici (aree, strade…) dove sono raggruppati tutti i contenitori dedicati alla differenziata - vetro, carta e cartone, plastica, sfalci e potature, organico - ed un cassonetto per l'indifferenziato.

Cosa cambia a Ferrara nella raccolta rifiuti?

La raccolta prevede l'utilizzo di una tessera personale Carta Smeraldo per aprire il cassonetto dell'indifferenziato e delle potature.

Come funziona l'apertura con la Carta Smeraldo?

Su tutti i contenitori sono riportate le istruzioni. La tessera andrà avvicinata al lettore ottico che si trova sul contenitore stradale dei rifiuti e in tal modo si sbloccherà il portello della calotta.

Vai alla pagina  Come funziona il sistema calotta  per vedere le istruzioni

Cosa cambia per i cassonetti dei rifiuti INdifferenziati?

I cassonetti dell'indifferenziato – apribili solo con la Carta Smeraldo - sono stati dotati di una calotta le cui dimensioni limitano la quantità di rifiuto conferibile, incentivando in tal modo la raccolta differenziata. La calotta è in grado di registrare il numero di utilizzi di ogni utenza e di trasmettere i dati per la misurazione.

Cosa cambia nelle attuali raccolte differenziate?

Per plastica, vetro/alluminio, carta e cartone non ci sono variazioni. I contenitori per la carta e quelli per la plastica sono dotati di feritoie di limitate dimensioni per evitare l'inserimento di oggetti di grandi dimensioni non adatti al tipo di raccolta.
Per evitare conferimenti abusivi di rifiuto indifferenziato che comprometterebbero la qualità della raccolta, anche i contenitori stradali delle potature si possono aprire solo con la Carta Smeraldo e i bidoni stradali dell'organico sono stati dotati di un coperchio con foro, che permette solo l'introduzione degli appositi sacchetti da 10 litri distribuiti per la raccolta di questa frazione.

Cosa cambia per la raccolta porta a porta?

Per i servizi di raccolta porta a porta, vengono raccolti soltanto i rifiuti conferiti tramite gli appositi contenitori forniti all'atto di attivazione del servizio e dotati di targhetta di riconoscimento e codice identificativo che consente l'attribuzione univoca ad un'utenza. Su tutti contenitori dell'indifferenziato è applicato un dispositivo elettronico (trasponder) di identificazione. Ciò permette la misurazione, attraverso una apposita strumentazione in dotazione agli operatori, del numero di svuotamenti di ciascun contenitore.
Le utenze porta a porta potranno utilizzare la Carta Smeraldo per continuare a gestire eventuali picchi di rifiuto, utilizzando i cassonetti presenti nei centri abitati.

Dove posso ritirare la tessera per i servizi ambientali (Carta Smeraldo)? In quali giorni e orari? Se la perdo a chi mi posso rivolgere?

I cassonetti dell'indifferenziato e degli sfalci possono essere aperti solo con la Carta Smeraldo, la tessera in grado di registrare il numero di utilizzi per ogni utenza. 
Chi non l'ha ancora ritirata è invitato a farlo il prima possibile recandosi allo Sportello Clienti Hera in via C. Diana 40, da lunedì a giovedì dalle 8.00 alle 15.00, venerdì e sabato
dalle 8.00 alle 13.00. Chiusura per Santo Patrono il 23 aprile.

Chi può ritirare la Carta Smeraldo?

La Carta Smeraldo può essere ritirata dall'intestatario della Tari o da un familiare/socio/conoscente tramite compilazione del modulo di delega, e consegna di una copia del documento d'identità del delegante e delegato.

Scarica il modulo di delega  (11 kb - PDF)

Cosa fare se non si è in regola con la TARI?

Per poter ricevere la Carta Smeraldo è necessario che la propria posizione TARI sia in regola. Se nell'ultimo avviso TARI ci fossero delle anomalie occorre regolarizzarle presso lo Sportello Clienti Hera  in via C. Diana 40 da lunedì a giovedì dalle 8.00 alle 15.00, venerdì e sabato dalle 8.00 alle 13.00 o chiamando il numero verde dedicato 800.862.328.

Cosa occorre per ritirare la Carta Smeraldo?

La Carta Smeraldo può essere ritirata dall'intestatario della Tari o da un familiare/socio/conoscente tramite compilazione del modulo di delega, e consegna di una copia del documento d'identità del delegante e delegato.

Questo sistema modifica il numero e la posizione di cassonetti messi a disposizione sul territorio?

Si, è stato ridotto il numero dei cassonetti dell'indifferenziato e aumentato il numero dei contenitori per la raccolta differenziata. Tutte le posizioni sono state riorganizzate seguendo criteri di razionalizzazione, maggior ordine e sicurezza. Questo garantisce il raggruppamento dei contenitori in un'unica posizione (isole ecologiche di base complete) con il vantaggio di avere un'unica postazione tutti i cassonetti dove poter comodamente conferire tutte le tipologie di rifiuto.

Nella calotta dell'indifferenziato si possono inserire solo sacchetti di una certa dimensione?

Si, nella calotta può essere inserito un sacchetto della capienza massima di 30 litri, circa la dimensione di un sacchetto della spesa. Con la calotta si limita la quantità di rifiuto indifferenziato conferito incentivando la raccolta differenziata e disincentivando l'inserimento di oggetti molto grandi, che riempirebbero velocemente tutto il cassonetto, impedendo il normale conferimento dei rifiuti.

Come faccio se il sacco o l'oggetto che voglio conferire ha grandi dimensioni e non entra nella calotta?

Nel caso di un sacchetto di grandi dimensioni questo va diviso in sacchetti più piccoli, dalla capienza massima di 30 l. Gli oggetti troppo grandi che non entrano nella calotta andranno portati alla stazione ecologica più vicina, oppure si potrà richiedere il servizio gratuito di ritiro a domicilio degli ingombranti chiamando il servizio Clienti al numero 800999500.

A casa vi sono anziani/bambini che utilizzano presidi sanitari, come faccio con i pannoloni/pannolini?

Con la partenza del sistema di gestione dei rifiuti con Tariffa Corrispettiva Puntuale, il Comune di Ferrara ed Hera hanno previsto agevolazioni particolari per chi utilizza pannolini per bambini o presidi sanitari, che vanno smaltiti come rifiuto indifferenziato. Per poter usufruire degli svuotamenti aggiuntivi gratuiti, a partire da gennaio 2018 è possibile avanzare specifica richiesta al Servizio Clienti Gruppo Hera. I nuclei familiari con esigenze di conferire questo tipo di rifiuti possono ottenere una agevolazione in litri aggiuntivi, come previsto nella approvazione dell’ articolato tariffario che viene approvato annualmente dall’ amministrazione comunale.

Per maggiori informazioni sulle agevolazioni per pannolini/pannoloni e ausili medico-sanitari

Per il conferimento diretto in stazione ecologica e il compostaggio domestico sono previsti sconti sulla tariffa?

Chi porta i rifiuti differenziati in stazione ecologica o chi fa il compostaggio domestico (previa richiesta formale al Servizio Clienti Hera) può avere uno sconto sulla tariffa puntuale.

Cosa cambia per le utenze non domestiche?

I servizi oggi attivi restano invariati ad eccezione della raccolta dell'indifferenziato a sacchi neri nelle aree artigianali ed industriali. Tutte le utenze che utilizzano questo servizio devono sostituire i sacchi neri dell'indifferenziato con contenitori di determinate volumetrie adatte alla loro produzione di rifiuti. 

Per le utenze non domestiche che attualmente utilizzano i cassonetti e che hanno difficoltà ad utilizzare la calotta del cassonetto dell'indifferenziato dovranno segnalare le loro difficoltà allo sportello durante il ritiro della Carta Smeraldo.

Cos'è la tariffa puntuale?

Il comma 668 dell'art.1 della L. 147/2013 (Legge di Stabilità) prevede che i Comuni che hanno realizzato sistemi di misurazione puntuale della quantità di rifiuti conferiti al servizio pubblico possano prevedere l'applicazione di una tariffa corrispettiva in luogo della TARI.

La tariffazione puntuale consiste nel commisurare il pagamento alla quantità di rifiuto indifferenziato conferito da ciascuna utenza, con l'obiettivo di offrire un legame più diretto e «comprensibile» tra servizio reso e corrispettivo economico pagato dall'utenza e premiare i comportamenti virtuosi. Nel Comune di Ferrara è stato attivato un progetto sperimentale che prende avvio dalla frazione di Pontelagoscuro e prevede di applicare la Tariffa Puntuale dal 1 gennaio 2018.

Questo sistema esiste anche in altri Comuni?

Oltre che a Pontelagoscuro (FE), il sistema a calotta è già in funzione con risultati molto positivi in numerosi comuni (Castelfranco Emilia, Bastiglia, Bomporto, San Cesario sul Panaro, Imola, Granarolo dell'Emilia, San Giovanni in Marignano) e nel 2018 arriverà anche a Bologna con l'installazione di 3.000 cassonetti.

Che cosa cambia rispetto alla TARI?

La tariffa puntuale non si basa più esclusivamente su parametri presuntivi, quali i metri quadrati o il numero dei componenti del nucleo familiare, ma anche sulla effettiva produzione di rifiuto indifferenziato, attraverso la misurazione puntuale.

Se attivo una nuova posizione contributiva: perché devo ritirare la dotazione? Posso utilizzare altri contenitori?

Se viene attivata una nuova posizione contributiva, è obbligatorio il ritiro della carta smeraldo che serve per accedere al servizio di raccolta.

Nel calcolo della tariffa puntuale verrà considerato solo l'indifferenziato? Con quale modalità?

Attualmente, si prevede di commisurare la tariffa alla quantità di rifiuto indifferenziato conferito. Il metodo utilizzato per determinare la quantità di rifiuto è la misurazione volumetrica: il rifiuto conferito è misurato moltiplicando il volume del "sacchetto per calotta" per il numero di svuotamenti effettuati. Il calcolo è quindi indipendente dal livello di riempimento effettivo del contenitore. Analogamente alle altre realtà che applicano tariffa puntuale, anche il modello Hera prevede che ad ogni utente venga attribuito, a prescindere, un numero minimo di conferimenti, per tenere conto di una fisiologica quantità di rifiuto inevitabilmente prodotta.

Come si compone la bolletta a tariffa puntuale?

La bolletta è composta da 3 parti:

Quota fissa: serve a coprire il costo dei servizi indivisibili come lo spazzamento delle strade, lo svuotamento dei cestini, la gestione delle stazioni ecologiche, i materiali di consumo, ecc. Viene calcolata in base alla superficie dell’abitazione e al numero di componenti del nucleo familiare.

Quota variabile di base: serve a coprire il costo di gestione di una determinata quantità di rifiuti indifferenziati, misurata in litri (la cosiddetta “soglia annua”). Tale quantità varia a seconda del numero di componenti del nucleo familiare.

Quota fissa e quota variabile di base saranno sempre addebitate, anche se si conferiranno quantità di rifiuti inferiori rispetto alla soglia annua.

Quota variabile aggiuntiva: viene applicata solo quando  si conferiscono più rifiuti indifferenziati rispetto a quelli previsti nella quota variabile di base.

A chi posso telefonare per informazioni sul nuovo sistema di raccolta?

Il Servizio Clienti Hera è a disposizione al numero dedicato 800 862 328 (chiamata gratuita) da lunedì a venerdì 8.00-22.00 e sabato 8.00-18.00.

E' certo che si ottengono vantaggi per l'ambiente?

Limitare la raccolta indifferenziata è importante per prolungare il più possibile il ciclo di vita dei materiali, riducendo al minimo i rifiuti e preservando le risorse. Ad esempio, forse non tutti sanno che vetro e lattine sono riciclabili all'infinito, che 20 bottiglie di plastica possono diventare una coperta in pile, da 10 kg di organico si ottiene 1 kg di compost. E diminuiscono anche le emissioni di gas serra.


Per informazioni sulla raccolta rifiuti sono a disposizione il numero dedicato 800 862 328 (chiamata gratuita) da lunedì a venerdì 8.00-22.00 e sabato 8.00-18.00, l’app My Hera con cui è possibile controllare in qualunque momento il numero aggiornato di conferimenti effettuati, l'area web www.ilrifiutologo.it/ferrara, l'app il Rifiutologo per approfondimenti e segnalazioni.

 
 
Come fai la differenziata? Vol. II
 
Come fai la differenziata? Vol. II
 
 
Come fai la differenziata?
 
Come fai la differenziata?
 
 
BS 2017: il Valore condiviso
 
BS 2017: il Valore condiviso