Durezza

Con il termine durezza si fa riferimento al contenuto nell’acqua di ioni calcio e magnesio (metalli alcalino terrosi). Si esprime in gradi francesi °F: un grado francese equivale a 10 mg/L di carbonato di calcio e a 0,56°D (gradi tedeschi).

Le acque sono classificate in base al grado di durezza in:

1) dolce: grado di durezza inferiore a 10°F

2) moderatamente dura: grado di durezza tra 10 e 20°F

3) dura: grado di durezza tra 20 e 30°F

4) molto dura: grado di durezza oltre 30°F

In relazione al pH e all'alcalinità un'acqua molto dura può provocare incrostazioni calcaree nelle tubazioni negli impianti di riscaldamento e negli elettrodomestici e richiede nel lavaggio della biancheria un consumo maggiore di detersivi; un'acqua molto dolce (<10°F) potrebbe invece risultare corrosiva per le tubazioni metalliche.

Nella normativa vigente (D.lgs.n.31/2001) è previsto un valore consigliato tra i 15 e i 50 °F.