Logo stampa

Qualità dell'acqua

Il Gruppo HERA in qualità di gestore del Servizio Idrico Integrato effettua controlli sulla qualità delle acque in tutte le sue fasi: acquedotto, fognatura e depurazione.

L'attività di controllo delle caratteristiche igienico-sanitarie dell'acqua destinata al consumo umano si basa sul concetto di acquedotto inteso come impianto di produzione del bene primario: l’acqua da bere. Una parte rilevante di questa è prelevata all'origine da fonti superficiali quantitativamente più abbondanti ma qualitativamente più vulnerabili e quindi che necessitano di un maggiore livello di controllo.

Un elevato rendimento degli impianti preposti al trattamento delle acque reflue che immettono in corpi idrici superficiali contribuisce alla salvaguardia dell’ambiente idrico anche in relazione ai suoi usi come fonte d'approvvigionamento idropotabile.

A tutela della qualità dell’acqua potabile, HERA adotta l'uso di tecnologie e prodotti di trattamento di alto livello, verifica costantemente il livello di prestazione degli impianti (controllo di processo) e svolge un'adeguata vigilanza sullo stato di conservazione delle reti di distribuzione.

 

I controlli sulla qualità delle acque destinate alla produzione di acqua potabile e al consumo umano sono regolati dai decreti legislativi n. 152/2006 e n. 31/2001.

I controlli vengono distinti in controlli interni effettuati dal gestore del servizio idrico e controlli esterni svolti dalle AUSL/ARPA. Tali controlli vengono effettuati sul fronte acquedotto presso i punti di prelievo delle acque superficiali e sotterranee da destinare al consumo umano, presso gli impianti di adduzione, di accumulo e di potabilizzazione e presso le reti di distribuzione. Sul fronte depurazione, innanzitutto  in ingresso e in uscita impianto, ma anche in corrispondenza di punti intermedi di questi rappresentativi della filiera di processo.

HERA ha consolidato da almeno dieci anni un piano di controllo di Gruppo che tiene conto di linee di principio comuni per tutte le aree territoriali: la caratterizzazione chimico fisica e batteriologica dell'acqua, il rispetto dei requisiti cogenti, la garanzia di fornire un prodotto di qualità ottimale. Alle diverse tipologie di punti di campionamento, in relazione al diverso grado di criticità, si associano i parametri analitici più significativi e le frequenze di controllo più adeguate.

I controlli e le verifiche di idoneità effettuati alla captazione consentono di intervenire tempestivamente, sospendendo, se necessario, il prelievo di acqua nel caso in cui le caratteristiche chimico-fisiche non rispondano ai requisiti di qualità attesi.

Tra le iniziative intraprese ai fini del miglioramento della qualità dell'acqua possiamo citare: l'ottimizzazione dei protocolli di controllo implementando un modello di attività di monitoraggio basato sui principi dei Water Safety Plans , la messa a punto di sistemi di miscelazione statica del disinfettante immesso, la manutenzione straordinaria di alcuni impianti di produzione di biossido di cloro con l'installazione di sistemi di telecontrollo e l’attenzione verso le più aggiornate evidenze scientifiche in termini di microinquinanti di nuova generazione e delle relative modalità di trattamento.

Per quanto riguarda le acque reflue, il Gruppo HERA effettua su tutto il territorio in cui opera controlli mirati sugli scarichi industriali in rete fognaria e su tutta la filiera del trattamento depurativo, dall'ingresso dei reflui nell'impianto fino allo scarico finale nel corpo idrico recettore (fiume, mare). Tale attività consente la restituzione all'ambiente di un effluente che non alteri le caratteristiche chimiche, fisiche e biologiche dell'ambiente naturale. Tutto ciò anche a vantaggio di un continuo miglioramento delle fonti superficiali e di protezione delle fonti sotterranee (falde) utilizzate a scopo idropotabile.

 
 

Pagina aggiornata al 15 luglio 2015

 
 
Water Design
 
Water Design
 
 
Laboratori e controlli
 
Laboratori e controlli
 
 
Fogne e depurazione
 
Fogne e depurazione