Logo stampa
 
SOSTENIBILITÀ

L'adduzione e la distribuzione acquedottistica

Per portare l'acqua potabile dai luoghi di produzione a quelli di consumo si utilizzano vaste ed articolate reti d'acquedotto. Hera gestisce reti che si sviluppano per circa 30.000 km, allacciamenti esclusi.

A parità di fabbisogno d'utenza, la riduzione delle perdite idriche dalle reti consente di ridurre il volume prelevato dall'ambiente.

Le perdite idriche si dividono in perdite reali (volumi di acqua effettivamente fuoriusciti dalla rete per rotture, trafilamenti, ecc.) e in perdite "amministrative" (usi tecnici connessi alla gestione, errori di misura e di lettura dei contatori, prelievi abusivi, ecc.).

Le perdite reali dipendono da molteplici fattori fra i quali:

  • la qualità realizzativa, con particolare riferimento ai materiali costituenti le tubazioni e le condizioni di posa;
  • l'obsolescenza;
  • lo stress indotto dalle condizioni d'esercizio.

Hera ha sempre dedicato grande attenzione al tema delle perdite idriche. Pur in condizioni di scarse risorse economiche da destinare agli investimenti di rinnovo delle reti, una serie di interventi ha consentito un contenimento delle perdite a valori che si collocano ai migliori livelli nazionali. Infatti in termini percentuali, l'acqua non fatturata (somma di perdite fisiche e di perdite "amministrative") è pari a circa il 25% dell'acqua immessa in rete, contro un valore medio nazionale superiore al 35%. Valutando l'indice lineare di perdita espresso in metri cubi per chilometri di rete al giorno, il dato Hera inferiore a 8 risulta di gran lunga il migliore fra quelli registrati nelle principali realtà acquedottistiche italiane che presentano valori compresi fra 10 e 100.

Le principali attività finalizzate al contenimento delle perdite riguardano:

  • la distrettualizzazione delle reti e la gestione attiva delle pressioni;
  • l'uso di algoritmi avanzati per l'identificazione delle tratte di rete da sottoporre a ricerca attiva delle fughe;
  • la sperimentazione di sistemi innovativi di monitoraggio real time.

Hera effettua inoltre un monitoraggio delle parti principali della rete tramite un sistema di telecontrollo che raccoglie i segnali di allarme (variazioni nella pressione e nella portata) 24 ore su 24. Ciò consente di effettuare tempestivamente gli interventi di regolazione e riparazione necessari a contenere le perdite di rete.

 
 
Lo sviluppo sostenibile nel Gruppo Hera
 
Lo sviluppo sostenibile nel Gruppo Hera
 
 
Water Design
 
Water Design
 
 
Laboratori e controlli
 
Laboratori e controlli