Logo stampa
15 anni

Contesto normativo

Nel corso dell'anno 2006 è entrato in vigore il Decreto legislativo 03 aprile 2006, n. 152, il quale si propone l'obiettivo di normare, sotto forma di testo unico, le tematiche di natura ambientale e del ciclo idrico. Tale testo recepisce la direttiva europea 2008/98/CE e prosegue il percorso avviato dal Decreto Legislativo 5 febbraio 1997 n. 22 ("Decreto Ronchi") apportandovi una serie di modifiche in gran parte contenute, per ciò che afferisce alle dinamiche operative del Gruppo Hera, nel Titolo IV.
Per ciò che concerne la gestione dei rifiuti, in tale ultimo provvedimento, si ribadisce il rispetto della gerarchia comunitaria dei rifiuti, dando priorità alla minore produzione degli stessi (e, laddove prodotti, al minor tasso di pericolosità), al recupero di materia ed energia, nonché, in ultimo, allo smaltimento finale degli stessi.
Le altre due fonti legislative che completano il quadro di indirizzo della normativa ambientale italiana sono il D.lgs 151/2005, che recepisce alcune direttive europee e contiene la normativa di riferimento per i rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, e il D.lgs 188/2008 che, recependo un’ulteriore direttiva europea, ha normato lo smaltimento dei rifiuti riguardanti pile e accumulatori.
In questi campi l’azienda ha sempre sostenuto politiche tese a favorire il riutilizzo prima che il prodotto diventi rifiuto, incentivando questa pratica con varie iniziative il Gruppo Hera si trova anche  ad operare mediante un sistema integrato d'impianti di recupero e di smaltimento tali da soddisfare i bisogni del territorio dalla stessa servito, gestendo sia i rifiuti urbani e sia quelli provenienti dal sistema delle imprese.
Una delle peculiarità della dinamica operativa del Gruppo Hera consiste nel suo insediamento presso un ambito territoriale omogeneo; l'operare, infatti, prevalentemente all'interno di una area geografica contigua consente di uniformare agevolmente i comportamenti ambientalmente rilevanti, oltre che alle disposizioni comunitarie e nazionali, anche a quelle di carattere locale.
Dal 1 gennaio 2012, per effetto della legge regionale n°23 del 2011, le Autorità d’Ambito precedentemente instaurate con Legge regionale 25/1999 sono state soppresse e ad esse è subentrata, in tutti i rapporti giuridici attivi e passivi, l’Agenzia territoriale dell'Emilia-Romagna per i servizi idrici e rifiuti (ATERSIR), con cui l’azienda si interfaccia costantemente per coordinare le politiche ambientali secondo le direttive impartite.
Coerentemente alle norme sopra citate, il Gruppo Hera coordina e/o gestisce direttamente l'intera gamma dei servizi ambientali, comprendente lo spazzamento delle aree pubbliche, la raccolta ed il trasporto dei rifiuti nonché il recupero e lo smaltimento degli stessi.
Con riferimento alle attività di recupero, queste sono disciplinate, in via transitoria, da norme attuative del citato D.Lgs 22/1997 nelle more dell'emanazione delle norme tecniche richiamate dal D.Lsg 152/2006.
Con riguardo, inoltre, agli impianti di smaltimento in senso stretto, va citato:

a) per ciò che concerne le discariche il D.Lgs 13 Gennaio 2003, n. 36, il quale si propone di determinare i criteri costruttivi e gestionali delle stesse anche mediante l'emanazione di successive disposizioni tecniche;

b) con riguardo ai termovalorizzatori il D.Lgs 11 maggio 2005, n. 133, il quale si propone di determinare i criteri e le norme tecniche generali riguardanti le caratteristiche costruttive e funzionali, nonché le condizioni di esercizio degli impianti di incenerimento e di coincenerimento dei rifiuti, con particolare riferimento alle esigenze di assicurare una elevata protezione dell'ambiente contro le emissioni causate dall'incenerimento e dal coincenerimento dei rifiuti;

Interessano le attività aziendali anche le Linee guida per l'individuazione e l'utilizzazione delle migliori tecniche disponibili in materia di gestione dei rifiuti di cui al Dlgs 18 febbraio 2005, n. 59, emanate con Decreto del Ministero dell'Ambiente del 29 gennaio 2007 e concernenti varie tipologie di impianti (incenerimento, trattamento chimico - fisico di rifiuti liquidi e solidi, selezione, trattamento di apparecchiature elettriche ed elettroniche e PCB, ecc.), allo scopo di ridurre l'inquinamento atmosferico.
La Società è attrezzata (organizzata) per il servizio di fatturazione e tariffazione in riferimento ai tributi locali e statali in modo da poter supportare gli enti locali che ne fanno richiesta.

 

Pagina aggiornata al 24 luglio 2017

 
 
Un'Hera che scorre da 15 anni
 
Un'Hera che scorre da 15 anni
 
 
HERGOAMBIENTE
 
HERGOAMBIENTE
 
 
Rifiuti Stellari
 
Rifiuti Stellari