Logo stampa
 
Torna alla Home Page

Numeri

 


TLR - ENERGIA TERMICA PRODOTTA 2017 (consuntivo) E TLR - ENERGIA TERMICA VENDUTA 2017 (consuntivo)

Il Teleriscaldamento è un moderno sistema di riscaldamento, fornitura di acqua calda e, in certi casi, di raffrescamento degli ambienti, raccomandato tra le tecnologie di riscaldamento pulite in grado di ridurre l’effetto serra.

Grazie a una rete sotterranea, l’acqua calda, proveniente dalla centrale di produzione, arriva agli edifici allacciati, dove cede calore all’acqua dell’impianto interno e fornisce direttamente, senza necessità di trasformazioni, l'energia necessaria alla casa, all'ufficio ed alle altre attività della vita quotidiana (scuole, ospedali,..).

La cessione di calore avviene tramite lo scambiatore che, in genere, separa fisicamente la rete primaria di Hera da quella secondaria o interna del cliente. Nello scambiatore si realizza il passaggio di energia tra due fluidi a temperature diverse, facendo sì che l’acqua si scaldi e arrivi all’impianto del cliente.

L’energia fornita alla rete può essere prodotta da diverse tipologie di impianti: gruppi cogenerativi ad alto rendimento, impianti di termovalorizzazione rifiuti, impianti alimentati da fonte rinnovabile o da recupero energetico, centrali termiche.

L’impiego di impianti di “Cogenerazione” consente inoltre la produzione di energia elettrica recuperando il calore disperso nel corso dei vari processi e riutilizzandolo per produrre energia termica.

Il teleriscaldamento, a fronte di importanti investimenti in infrastrutture, offre un servizio comodo, semplice e sicuro grazie all’utilizzo di acqua calda che, non essendo un combustibile, permette di sostituire la caldaia con uno scambiatore di calore che determina assenza di fiamma e maggiore sicurezza per l’edificio.

Inoltre il Teleriscaldamento è un servizio composto, oltre che dalla fornitura di energia termica, anche da una serie di prestazioni quali il servizio di Reperibilità attivo 365 giorni l’anno per 24 ore al giorno, la manutenzione ordinaria e straordinaria dello scambiatore e delle apparecchiature di regolazione e di misura.

La tecnologia rappresenta inoltre un’importante opportunità per un uso intelligente dell’energia e un grande contributo per la riduzione dell’inquinamento locale: il calore infatti viene prodotto in un unico polo eliminando così le numerose caldaie tradizionali ed avendo pertanto un solo punto di emissione fumi.

Il teleriscaldamento si può utilizzare in qualsiasi tipo di edificio, sia di nuova costruzione che già esistente.
In entrambi i casi, la fornitura può essere di tipo centralizzato o individuale ed è compatibile con qualsiasi tipo di impianto utilizzatore (radiatori, impianti a pavimento, pannelli radianti...).

Attraverso una rete di teleriscaldamento di circa 261 km di rete in doppio tubo, Hera serve, alla fine del  2017, una volumetria pari a oltre 20,935 milioni di metri cubi.

Dati al 31/12/2017


Mix delle fonti 2017