Logo stampa
15 anni

Contesto energy

Sono passati quasi 20 anni da quando, nel 1996, le prime direttive dell'Unione Europea hanno cominciato a dare impulso alle liberalizzazioni in settori come l'energia elettrica e il gas (Direttiva Europea 98/30/CE del 22/6/98: norme comuni per la creazione del mercato interno del gas naturale recepita con il Decreto Lgsl 23/5/00 n.164 - D. Letta), storicamente a presenza monopolistica. Queste misure hanno gradualmente aperto e armonizzato il mercato interno europeo dell'energia, garantendo un equo accesso alle infrastrutture, trasparenza e tutela dei consumatori, insieme a una vivace concorrenza, che per i cittadini europei si è tradotta in servizi più efficienti e prezzi più vantaggiosi. Oggi, infatti, i consumatori che siano aziende o privati, sono ormai liberi di scegliere il proprio fornitore. Per i clienti domestici nel mercato del gas succede dal 1° gennaio 2003 e dal 1° luglio 2007 nel mercato elettrico. In Italia, in parallelo al mercato libero, i clienti domestici possono ancora scegliere i servizi di tutela che hanno condizioni di prezzo e di fornitura stabilite dall'Autorità per l'Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico (AEEGSI).

Attualmente l’Autorità (AEEGSI) sta valutando in quali tempi concludere il percorso della liberalizzazione del mercato, con la completa eliminazione delle tariffe di tutela. Secondo le proposte a oggi in discussione, nel 2018 si dovrebbe superare il mercato di tutela.

L’Autorità’ (AEEG) venne istituita in Italia nel 1995  per l'Energia Elettrica e il Gas (oggi diventata AEEGSI, occupandosi dal 2011 anche di servizio idrico). Trattasi di un organismo indipendente, autonomo e collegiale concepito per governare in maniera armonica il processo di liberalizzazione del settore, favorendo condizioni di effettiva concorrenza fra i diversi operatori presenti sul mercato, vigilando sul sistema tariffario, verificando qualità, efficienza e sostenibilità ambientale dei servizi erogati e, soprattutto, consolidando il ruolo e il potere dei consumatori attraverso la definizione, la promozione e la tutela dei loro diritti.

Pertanto a seguito della liberalizzazione del Mercato dell'Energia per favorire la libera concorrenza, in ciascuna area la distribuzione viene data in concessione ad un unico operatore (il "Distributore"), mentre l'attività di vendita di energia ai clienti finali è lasciata in capo a soggetti diversi (società di vendita), che infatti  negli ultimi anni sono aumentati considerevolmente e che possono offrire ai consumatori proposte economiche anche diverse tra loro.

Pertanto le attività della distribuzione e della vendita di gas e di energia elettrica sono separate, e le società di vendita e le società di distribuzione operano nel mercato energy distintamente con obiettivi e attività diverse.

 
La filiera dell'energia
 


Pagina aggiornata al 01 luglio 2016

 
 
Un'Hera che scorre da 15 anni
 
Un'Hera che scorre da 15 anni
 
 
Intervista a Stefano Venier
 
Intervista a Stefano Venier
 
 
La mobilità elettrica
 
La mobilità elettrica