Logo stampa
15 anni

Una sfida di tutti, per tutti: LO SCENARIO

L’efficienza energetica è la nuova sfida globale e uno dei principali motori per le economie.

Nel 2008 l’UE ha varato il “Pacchetto Clima-Energia” con l’obiettivo, tra gli altri, di ridurre del 20% il consumo di energia primaria rispetto a quanto previsto al 2020. Nel 2014 il Consiglio Europeo ha portato l’obiettivo al 27%, sempre rispetto a quanto previsto al 2030. E’ in discussione il Clean Energy Package che propone di elevare l’obiettivo al 30% di riduzione dei consumi finali di energia rispetto al 2007.

Per l’Italia, la Strategia Energetica Nazionale 2013 ha fissato al 2020 una riduzione dei consumi primari di energia a 20 milioni di tep sui 178 previsti in assenza di misure, pari al -11% (-11%  pari a 15 milioni di tep, anche in termini di consumi finali). Il documento di consultazione sulla nuova Strategia Energetica Nazionale 2017 prevede una riduzione dei consumi energetici finali del 13% al 2030, rispetto al 2010, passando da 125 milioni di tep a 109 milioni di tep nel 2030.

 
L’Italia è tra i paesi a maggior efficienza energetica l'indice di intensità energetica
 

Con il D.Lgs 102/2014, è stato introdotto l’obbligo di diagnosi energetica per le imprese energivore e di interventi di efficienza energetica per la Pubblica Amministrazione.

L’attenzione del Gruppo all’efficienza energetica resta al massimo nel 2016, come dimostra la certificazione Iso 50001 ottenuta dai sistemi di gestione dell’energia per sette società del Gruppo: Hera Spa, AcegasApsAmga, Inrete Distribuzione Energia , Marche Multiservizi e Hera Servizi Energia, Sinergie e Hera Luce.

I piani di miglioramento energetico redatti da Hera Spa, AcegasApsAmga e Marche Multiservizi prevedono 177 interventi da realizzare nel triennio di vita del sistema di gestione. Questi contribuiranno al raggiungimento dell’obiettivo di riduzione dei consumi energetici del 3% (rispetto ai consumi del 2013) entro il 2017 che è stato incrementato al 5% nel 2020 in virtù dei positivi risultati ottenuti.

L’uso efficiente dell’energia e del cambiamento sono priorità dell’Agenda Onu 2030 nella quale gli obiettivi 7 e 13 definiscono target specifici sui temi dell’uso efficiente dell’energia e sul cambiamento climatico. Nel Gruppo Hera le attività negli ambiti dell’Agenda Globale che spingono a un “uso intelligente dell’energia“ hanno realizzato 77 milioni di euro di margine operativo lordo, in particolare 48 milioni nella promozione dell’efficienza energetica e 29 milioni per la diffusione delle energie rinnovabili come si evince dalla quantificazione del “MOL a valore condiviso realizzato per il Bilancio di Sostenibilità 2016”.

L’obiettivo è misurare i consumi per definire azioni di miglioramento e ridurre così l’impatto ambientale!

 

 

Hera ha l’obiettivo di ridurre i consumi di energia del 3% entro il 2017 e del 5% entro il 2020

I consumi di energia del Gruppo sono concentrati per la maggior parte negli impianti di produzione di energia (produzione di calore per il teleriscaldamento, cogenerazione), nel ciclo idrico (impianti di depurazione delle acque reflue e potabilizzatori) e negli impianti di smaltimento rifiuti.