Logo stampa
 
PREMI E RICONOSCIMENTI

Sostenibilità: Hera premiata come migliore utility italiana

Filippo Bocchi (terzo da destra), Direttore CSR del Gruppo Hera, ritira il premio

La sostenibilità, in Hera, ha tante facce. Sono le facce delle molte persone che all’interno del Gruppo vi lavorano ogni giorno con successo, raggiungendo performance per cui la multiutility viene oggi premiata a Milano nell’ambito della terza edizione di Top Utility, il think tank dedicato all’eccellenza delle utility italiane.

Dopo aver conseguito il primo premio assoluto nell’edizione d’esordio e aver ottenuto, l’anno scorso, il riconoscimento legato alla comunicazione, Hera aggiunge così al proprio “palmarès” un altro primato, attribuito al Gruppo “per i migliori risultati in tema di sostenibilità ambientale e di responsabilità sociale”. Sono 66, in particolare, i parametri dell’indagine che la multiutility ha superato, risultando sempre all’altezza del gradino più alto del podio, sia come azienda nel suo insieme sia rispetto alle specifiche aree interessate dall’esame.

Minimo comune denominatore di tutta la realtà aziendale, la sostenibilità è oggetto – ogni anno – di una specifica forma di rendicontazione, il Bilancio di Sostenibilità, che assicura a tutti gli interlocutori una informazione completa e tempestiva sugli impatti sociali e ambientali del Gruppo. Nel Bilancio vengono illustrati attività, risultati e obiettivi che caratterizzano l’impegno della multiutility su questo fronte.

“Siamo molto orgogliosi di un premio che attesti il nostro impegno nella sostenibilità - dichiara Filippo Bocchi, Direttore Corporate Social Responsibility del Gruppo Hera – perché gli obiettivi relativi agli aspetti ambientali e sociali sono integrati al nostro sistema di pianificazione e controllo e trovano una puntuale rendicontazione nel nostro bilancio di sostenibilità, che è redatto con il massimo livello d’aderenza a standard internazionali, è verificato esternamente e viene dal 2007 pubblicato contestualmente al bilancio economico. Pubblicare un rapporto di sostenibilità – conclude Bocchi – non è per noi una questione di immagine, ma rappresenta piuttosto un impegno profondo e costante, capace di testimoniare con risultati e obiettivi concreti i valori che stanno alla base di un modello di sviluppo costruito assieme ai territori di riferimento, nell’interesse dell’azienda e di tutti gli stakeholder.”

 
 
Valore condiviso nel bilancio di sostenibilità 2017
 
Valore condiviso al centro del bilancio di sostenibilità 2017
 
 
Lo sviluppo sostenibile
 
Sustainability in Hera Group
 
 
Risultati economici 2017
 
Risultati economici 2017 - Il commento del Presidente del Gruppo Hera