Logo stampa
15 anni
Calendario
 
<
>
Settembre 2018
  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
IN PRIMO PIANO
Condividi
21/06/2018

Hera investe nel futuro: 50 nuove Borse di studio per i figli dei dipendenti, 10 a sostegno di esperienze all'estero

borsedistudio_870


L’impegno del Gruppo Hera a sostegno dei figli dei dipendenti in età scolare si rinnova e arricchisce anche per il 2018. Alle 40 Borse di studio destinate per il secondo anno di fila agli studenti universitari più meritevoli, infatti, se ne sono aggiunte quest’anno altre 10 rivolte ad alunni di scuola superiore, che potranno partecipare a esperienze all’estero nell’ambito di una collaborazione con la Fondazione Intercultura.

L’iniziativa, lanciata con l'intento di premiare il merito scolastico secondo principi di equità e meritocrazia, nonché la capacità di mettersi in gioco già dal percorso educativo, è giunta oggi a compimento con la consegna dei premi nel corso di una cerimonia tenutasi a Bologna, in Spazio Hera, alla presenza del Presidente Esecutivo, Tomaso Tommasi di Vignano.

I quaranta universitari più meritevoli sono stati individuati sulla base di una graduatoria di eccellenza stilata secondo i seguenti parametri: allineamento al piano di studi dell’anno accademico 2016-2017, numero di crediti raggiunti e media degli esami superati nel corso dell’anno. Le domande pervenute all’azienda sono state più di 170 (oltre il doppio di quelle dello scorso anno). Ad ognuno dei 40 premiati (laureati e laureandi in discipline quali economia, ingegneria, scienze umanistiche, medicina) è stata consegnata una Borsa di studio individuale del valore di 750 euro, per un totale di 30.000 euro investiti dalla società. Tra i vincitori anche studenti impegnati in percorsi all’estero: un modo per sostenere una scelta di vita più complessa e stimolare la creazione di valore, determinata dall’acquisizione di esperienze maturate in contesti diversi.

Per gli studenti di scuola superiore, invece, la selezione è stata interamente curata dagli esperti di Intercultura e si è composta di prove attitudinali, colloqui individuali e di gruppo, un incontro con la famiglia e la verifica dello stato di salute. Ai 10 vincitori è stata assegnata una Borsa di 2.000 euro che contribuirà alle spese per la partecipazione a percorsi di studio all’estero di un mese in Europa (Regno Unito, Finlandia e Danimarca le mete più gettonate), America (Washington la destinazione preferita) e Sudamerica (Argentina).

Questa è solo l’ultima delle iniziative di sostegno all’istruzione ricomprese nel piano welfare aziendale “HExtRA” che, nel 2017, hanno visto l’azienda investire una quota di rilievo. Una risposta importante a una priorità individuata dai dipendenti del Gruppo – anche da chi non ha figli – che reputano un valore chiave l’impegno aziendale per lo sviluppo delle nuove generazioni. Un’attenzione che si traduce anche in un’ulteriore leva a favore della crescita del territorio in cui Hera opera e che si sostanzia nel supporto a percorsi di studio multidisciplinari, non strettamente legati ai business di riferimento della società, ma volti a contribuire alla creazione di un sistema sempre al passo con un contesto in continua evoluzione.

“Il nostro impegno nel welfare si fonda sulla convinzione che ogni società debba avere a cuore il benessere individuale e familiare delle proprie persone sotto il profilo economico e sociale – è il commento del Presidente Esecutivo, Tommasi di Vignano –. Un sistema che consente di innescare un circolo virtuoso che genera valore non solo per il singolo individuo, ma anche per l’azienda che potrà contare su personale sempre più motivato. L’istruzione, in tal senso, costituisce da sempre una voce di rilievo dell’intero piano welfare. Solo nel 2017 ha rappresentato più del 15% dei 3,3 milioni di euro fruiti dai dipendenti nell’ambito di HExtRA, piano che lo scorso anno ha fatto registrare un’adesione del 98% su una popolazione aziendale di circa 9.000 persone”.

“HExtRA” il piano di welfare del Gruppo Hera

A luglio 2016, il Gruppo Hera ha lanciato “Hextra”, piano integrato di welfare aziendale che valorizza le iniziative esistenti armonizzandone l’applicazione su tutti i territori in cui la multiutility opera. Un sistema unico per tutte le sue società ma personalizzabile: la peculiarità infatti è la quota flessibile che può essere allocata a piacere dal singolo lavoratore, che deciderà sulla base delle sue esigenze personali e familiari. La somma prevista per il 2018 è di 385 euro (360 euro nel 2017). Tra le novità introdotte negli ultimi anni, l’estensione anche ai dipendenti a tempo determinato in azienda da almeno sei mesi, prevista già lo scorso anno, e la possibilità, inserita in occasione del rinnovo del CCNL Integrativo di Gruppo, di convertire parte del premio di risultato in servizi alla persona.

 
 
Valore condiviso nel bilancio di sostenibilità 2017
 
Valore condiviso al centro del bilancio di sostenibilità 2017
 
 
Overview BS 2017
 
L'ecosistema e la sua unitarietà: una sgida per il futuro
 
 
Hera scorre da 15 anni
 
Un bilancio di sostenibilità a valore condiviso 2016