Logo stampa
15 anni
Calendario
 
<
>
Agosto 2018
  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  •  
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  •  
  •  
IN PRIMO PIANO
Condividi
23/07/2018

Hera, pagamenti sempre più smart: accordo con UniCredit per 6 milioni di conti digitali

Pagamenti digitali sempre più “smart”. È l’obiettivo che il Gruppo Hera si è posto per continuare a migliorare e agevolare sempre più la relazione con i propri clienti. Un percorso articolato e sfidante nel quale la multiutility ha sottoscritto un accordo di collaborazione con UniCredit per lo sviluppo di un servizio di “Virtual Account”, che favorirà una significativa semplificazione dei pagamenti e della relativa gestione contabile.

In virtù di questo accordo, la banca ha generato 6 milioni di IBAN “virtuali” dedicati che Hera – prima società in Italia a farlo su larga scala – metterà a disposizione di ciascun cliente attraverso una comunicazione in bolletta, o in fattura. Il cliente potrà così pagare comodamente anche dal proprio internet banking, senza file, con riconoscimento automatico e univoco del pagamento. UniCredit provvederà poi all’accredito sul conto corrente della multiutility di tutti i bonifici in entrata, indipendentemente dalla tipologia e invierà all’azienda un rendiconto delle operazioni effettuate.

Oltre al sistema di IBAN “virtuali”, Hera sta sviluppando ulteriori metodi di pagamento mobile per i propri clienti, quali ad esempio i portafogli digitali, per rendere sempre più semplici, immediate e intuitive le transazioni. Hera si conferma così tra le società più attente e innovative nell’adozione di soluzioni avanzate di digitalizzazione, volte anche al costante miglioramento della customer experience.

L’iniziativa rientra nel più ampio processo di digitalizzazione di infrastrutture e servizi che il Gruppo Hera ha avviato da tempo con l’intento, tra gli altri, di intercettare e soddisfare i bisogni di un pubblico sempre più “connesso” ed esigente. Un percorso in adesione agli obiettivi dell’Agenda Onu al 2030, ma anche in piena coerenza con la strategia dell’Unione europea per la creazione di un mercato unico digitale fondato su tre pilastri: migliorare l’accesso on-line di beni e servizi per consumatori e imprese, creare un contesto favorevole allo sviluppo di reti e servizi digitali, massimizzare il potenziale di crescita dell’economia digitale.

“L’innovazione è uno dei cinque pilastri strategici su cui si fonda il piano industriale del Gruppo Hera – ha spiegato Stefano Venier, Amministratore Delegato di Hera –. Solo nel 2017 abbiamo investito 78 milioni di euro in progetti dedicati alla diffusione della digitalizzazione, in ambiti quali smart city, data analytics, business intelligence, Utility 4.0, economia circolare e customer experience. Siamo già l’utility più digitale tra le 13 prese in esame da un’indagine di Utilitatis, ma non ci basta. Il settore dei servizi è in continua evoluzione e deve fronteggiare, ogni giorno, un pubblico di nativi digitali che si affaccia al mercato con nuovi paradigmi e modalità di consumo. Le transazioni e le catene del valore si stanno spostando sempre più su canali smart ed è per questo che accordi come quello concluso con UniCredit sono determinanti per compiere un salto di qualità e intercettare i bisogni dei nostri clienti”.

“Siamo molto soddisfatti di avere portato sul mercato con Hera, per la prima volta su una scala così grande, un’innovazione di prodotto come Virtual Account che ottimizza per le aziende il processo di riconciliazione dei pagamenti, permettendo loro di ottenere dei tangibili vantaggi in uno degli aspetti  fondamentali dell’attività di tesoreria” ha commentato Luca Corsini, Head of Global Transaction Banking di UniCredit. “L’accordo con Hera – ha proseguito – è il frutto di una consolidata relazione con la società, che ci ha recentemente visti al suo fianco anche nel primo green loan stipulato da una società italiana, e rappresenta un esempio concreto della capacità di UniCredit di cogliere le potenzialità offerte dalla digitalizzazione per offrire alla clientela soluzioni efficaci per le diverse esigenze legate ai pagamenti”.

 
 
Valore condiviso nel bilancio di sostenibilità 2017
 
Valore condiviso al centro del bilancio di sostenibilità 2017
 
 
Overview BS 2017
 
L'ecosistema e la sua unitarietà: una sgida per il futuro
 
 
Hera scorre da 15 anni
 
Un bilancio di sostenibilità a valore condiviso 2016