Logo stampa
15 anni
TUTTI I COMUNICATI
Condividi
12/10/2009

Il Gruppo Hera si aggiudica la gara per l'acquisizione del 25% di AIMAG, multiutility che opera nelle province di Modena e Mantova

Tommasi: "Forte rilevanza strategica poiché accresce il potenziale industriale delle due aziende"
Il Sindaco di Carpi Campedelli: "Scelta che tutela gli interessi dei cittadini e rafforza AIMAG"


La quota del 25% del capitale sociale di AIMAG spa sarà acquisita dal Gruppo Hera, che si è aggiudicato, per un impegno economico di circa 35 milioni di euro, la gara per la cessione condotta dai soci pubblici che ne controllano la maggioranza.

L'esecuzione della cessione avverrà entro la metà di novembre e l'accordo prevede inoltre la nomina di due consiglieri di Hera nel nuovo Cda di Aimag, di cui uno sarà nominato Vicepresidente.

L'operazione - di estremo interesse per proseguire nel percorso di consolidamento territoriale - ha inoltre una forte valenza industriale, in quanto consente di porre in stretta relazione le due principali realtà del territorio modenese, una delle quali presente anche nel territorio della Provincia di Mantova.

La similitudine del portafoglio servizi e la contiguità territoriale tra i due Gruppi sono le premesse per importanti aree di cooperazione, che potranno realizzarsi con l'integrazione di reti, sistemi di smaltimento, strutture operative e commerciali, sempre nel rispetto delle reciproche peculiarità.

Il Gruppo AIMAG, attivo nei settori dei servizi ambientali, ciclo idrico e energia, ha conseguito nel 2008 ricavi per oltre 187 milioni di Euro, un Margine Operativo Lordo di 26,1 milioni di Euro e un Risultato Netto Consolidato di 6 milioni di Euro. Nelle attività di vendita Gas e Energia Elettrica i clienti sono oltre 90.000, con vendite che nel 2008 hanno raggiunto i 213 milioni di mc, mentre nel settore idrico gli abitanti serviti sono 210.000 e nell'ambiente 163.000, con 134.000 tonnellate di rifiuti gestiti.

L'advisor del Gruppo Hera in questa operazione di acquisizione è Unipol Merchant.

"All'ingresso in AIMAG attribuiamo una forte rilevanza strategica", ha sottolineato Tomaso Tommasi di Vignano, Presidente del Gruppo Hera, "poiché getta possibili basi per ulteriori sviluppi nei territori confinanti e sancisce il successo della strategia di crescita per linee esterne, purché sostenuta dal principio della vicinanza territoriale, che ha costituito da sempre un elemento fondante per Hera. Il rispetto delle esperienze locali fa parte della storia di Hera - ha proseguito il Presidente - pertanto siamo certi che questa nuova collaborazione porterà vantaggi a entrambi. Per di più avremo l'opportunità di creare un rapporto unico con le istituzioni a livello provinciale."

"La scelta dei Comuni soci del Patto di Sindacato di vendere la quota del 25% del capitale sociale di Aimag spa - ha spiegato Enrico Campedelli, sindaco di Carpi e presidente del Patto di sindacato tra i comuni soci - è un modo di tutelare in primis gli interessi dei cittadini, rafforzando al contempo l'azienda Aimag, un patrimonio del nostro territorio che deve continuare a vedere i Comuni soci promuoverne e condividerne gli indirizzi. Aimag è un'azienda sana e questa operazione rappresenta un ulteriore salto di qualità in un contesto in cui il Gruppo Hera e altre imprese puntano a strategie di aggregazione per competere sul mercato globale dell'energia. Un atto con il quale gli enti locali potranno finanziare nei prossimi anni importanti opere pubbliche, strade, scuole, fare investimenti per la cultura e il sociale, e che dunque vuole valorizzare i risultati di Aimag e il suo patrimonio, e garantire lo stesso valore delle azioni, che sono dei cittadini".

 
Online dal 12-10-2009 alle 14:43
 
Risultati economici 2017 - Il commento del Presidente
 
Risultati economici 2017 - Il commento del Presidente del Gruppo Hera
 
 
BS 2017: il Valore condiviso
 
Valore condiviso al centro del bilancio di sostenibilità 2017
 
 
Hera scorre da 15 anni
 
Un'Hera che scorre da 15 anni