Logo stampa
15 anni
TUTTI I COMUNICATI
Condividi
26/07/2017

Il CdA Hera approva i risultati del 1° semestre 2017

La relazione semestrale consolidata al 30 giugno conferma la crescita di tutti gli indicatori economico-finanziari, già evidenziata nel primo trimestre dell’anno, e il positivo contributo di tutte le aree di business, anche grazie alla crescita per linee esterne.

Highlight finanziari

  • Ricavi a 2.754,0 milioni di euro (+10,0%)
  • Margine operativo lordo (MOL) a 505,9 milioni (+7,6%)
  • Utile netto per gli Azionisti a 141,0 milioni (+16,5%)
  • Posizione finanziaria netta a 2.611,7 milioni 

Highlight operativi

  • Buon contributo alla crescita da parte di tutti i business, con particolare riferimento all’area energia
  • Gestione caratterizzata dai risultati della crescita organica
  • Effetti positivi dalle recenti acquisizioni sui mercati liberalizzati, soprattutto nell’area ambiente
  • Solida base clienti nei settori energetici (superiore a 2,3 milioni), in aumento di 140.000 unità rispetto al primo semestre 2016
 

Il Consiglio di Amministrazione del Gruppo Hera ha approvato oggi all’unanimità i risultati economici consolidati del primo semestre, che confermano il trend positivo in atto con tutti i principali valori in crescita.

Il raggiungimento di questi risultati premia ancora una volta l’operatività equilibrata e agile del Gruppo, il cui modello di business combina da sempre le leve strategiche della crescita organica e dello sviluppo per linee esterne. I conti del primo semestre 2017 hanno beneficiato dell’ingresso nel perimetro del Gruppo delle società Aliplast e del ramo d’azienda di Teseco, oltre all’aggiudicazione delle gare per i servizi di fornitura di ultima istanza gas, di default e di salvaguardia per il biennio 2017-2018.

Ricavi per oltre 2,75 miliardi di euro

Nel primo semestre 2017, i ricavi sono stati pari a 2.754 milioni di euro, in crescita per 251,2 milioni (+10,0%) rispetto ai 2.502,8 milioni dell’analogo periodo del 2016. A questo risultato, oltre alle recenti acquisizioni, hanno contribuito in particolare le maggiori attività di trading, i maggiori ricavi regolati del servizio idrico e dell’area energia elettrica nonché i maggiori volumi venduti di gas.

Margine operativo lordo (MOL) in aumento a 505,9 milioni di euro

Il margine operativo lordo si attesta a 505,9 milioni di euro, registrando una crescita di quasi 36 milioni (+7,6%) rispetto a giugno 2016. La crescita è da attribuire alle buone performance di tutte le aree del Gruppo, ma in particolare delle aree energetiche. Risultati positivi anche per il ciclo idrico integrato e per l’area ambiente.

Utile ante-imposte in crescita grazie anche alla gestione finanziaria

L’utile operativo è di 262,2 milioni di euro, in crescita rispetto ai 257,4 milioni dell’analogo periodo del 2016. Migliora anche la gestione finanziaria attestandosi a 45,9 milioni di euro, in diminuzione di 12,1 milioni rispetto allo stesso periodo del 2016. Una performance resa possibile grazie al minor indebitamento medio e all'efficienza sui tassi. Alla luce di questa situazione, l’utile prima delle imposte cresce dai 199,4 milioni al 30 giugno 2016 ai 216,3 milioni del primo semestre 2017.

Utile netto per gli Azionisti in crescita a 141 milioni di euro (+16,5%)

L’utile di pertinenza degli Azionisti del Gruppo al 30 giugno 2017 sale a 141 milioni di euro, +16,5% rispetto ai 121 milioni del 2016, anche per via di un sensibile miglioramento del tax rate, che passa dal 35,7% al 31,6% (grazie in particolare alla diminuzione dell’aliquota Ires e a minori imposte conseguenti all’ampliamento del perimetro di Gruppo).

Oltre 170 milioni di investimenti e posizione finanziaria sostanzialmente in linea con 2016

Nei primi sei mesi del 2017 gli investimenti del Gruppo, al lordo dei contributi in conto capitale, ammontano a 170,6 milioni di euro, in crescita di 13,4 milioni (+8,5%) rispetto a giugno 2016. Gli investimenti operativi sono riferiti principalmente a interventi su impianti, reti ed infrastrutture, a cui si aggiungono gli adeguamenti normativi che riguardano soprattutto la distribuzione gas per la sostituzione massiva dei contatori e l’ambito depurativo e fognario.

La posizione finanziaria netta è sostanzialmente stabile, pari a 2.611,7 milioni al 30 giugno 2017, rispetto ai 2.558,9 milioni del 31 dicembre 2016. I positivi flussi di cassa generati nel solo primo semestre, pari a 188,8 milioni di euro, hanno consentito di finanziare la distribuzione annuale dei dividendi e le operazioni di M&A, in particolare l’acquisizione di Aliplast.

Area gas

Il MOL dell’area gas, che comprende i servizi di distribuzione e vendita gas metano e GPL, teleriscaldamento e gestione calore, nel primo semestre 2017 si attesta a 171,8 milioni di euro, in crescita rispetto ai 165,2 milioni del 30 giugno 2016 (+4,0%), grazie ai maggiori volumi di gas venduti, alla maggiore marginalità delle attività di trading e al maggior perimetro di attività del servizio di default. Il numero dei clienti gas, pari a circa 1,4 milioni, è in aumento del 3,5%, rispetto all'analogo periodo del 2016. Tale crescita è stata determinata dalle azioni commerciali, dall’aggiudicazione delle gare per i servizi di default e per la fornitura di ultima istanza gas nonché dall’acquisizione della società abruzzese Gran Sasso.

Il contributo dell’area gas al MOL di Gruppo è pari al 34,0%.

Area ciclo idrico

Il MOL dell’area ciclo idrico integrato, che comprende i servizi di acquedotto, depurazione e fognatura, passa dai 106,6 milioni di euro del primo semestre 2016 ai 111,3 milioni al 30 giugno 2017, in crescita del 4,4%, grazie ai maggiori ricavi da somministrazione e ai maggiori costi riconosciuti. Positivo anche il contributo derivante dal premio per la qualità del servizio, riconosciuto dalle autorità regolatorie in base al metodo tariffario vigente.

Il contributo dell’area ciclo idrico integrato al MOL di Gruppo è pari al 25,1%.

Area ambiente

Nel primo semestre il MOL dell’area ambiente, che include i servizi di raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti, è salito a 121,3 milioni di euro (+4,1%), rispetto ai 116,5 milioni al 30 giugno 2016. Un andamento positivo a cui ha contribuito, oltre all’acquisizione del ramo impianti di Teseco e ai maggiori volumi di trattamento dei rifiuti da mercato, soprattutto l’ingresso nel perimetro aziendale di Aliplast, eccellenza nazionale nel riciclo della plastica, che ha consolidato la posizione del Gruppo sul fronte dello sviluppo dell’economia circolare. Questi risultati sono maggiormente apprezzabili considerando che, come previsto a piano industriale, la fine degli incentivi sulle rinnovabili ha avuto un effetto negativo nel semestre per oltre 6 milioni. In ulteriore crescita anche la raccolta differenziata che passa dal 56,9% del primo semestre 2016 al 57,6% di giugno 2017, grazie ai numerosi servizi messi in campo.

Il contributo dell’area ambiente al MOL di Gruppo è pari al 24%.

Area energia elettrica

Il MOL dell’area energia elettrica, che comprende i servizi di produzione, distribuzione e vendita di energia elettrica, è cresciuto sino a 91,6 milioni di euro rispetto ai 73,1 milioni del 30 giugno 2016 (+25,2%), grazie ai maggiori margini sulla salvaguardia, sulle attività di vendita nel mercato libero e nella produzione di energia elettrica. Anche il numero di clienti in questo settore ha fatto registrare un aumento dell'8,8% (75,2 mila unità), dovuto prevalentemente alla crescita del mercato libero, in conseguenza dell'azione commerciale e dell’ampliamento della base clienti.

Il contributo dell’area energia elettrica al MOL di Gruppo è pari al 18,1%.

Dichiarazione del Presidente Esecutivo Tomaso Tommasi di Vignano

"I numeri della semestrale 2017 sono ancora una volta positivi, grazie alla solidità del nostro modello multi-business e alla capacità di coniugare leve di crescita interna e di sviluppo per linee esterne. Oltre alla crescita organica che ha interessato tutte le aree del Gruppo, un contributo significativo ai risultati è derivato infatti dall’acquisizione di Aliplast, consolidata a partire da questo semestre, tassello chiave nello sviluppo del nostro sistema di economia circolare".

Dichiarazione dell’Amministratore Delegato Stefano Venier

"I risultati della semestrale 2017 confermano l’efficacia delle azioni di crescita messe in campo a livello operativo, nonché delle ottimizzazioni fiscali e finanziarie. Anche i nostri principali indicatori di performance risultano in ulteriore miglioramento, in linea con le nostre previsioni di piano. Restiamo inoltre focalizzati nella creazione di valore nei confronti dei nostri stakeholder, riconfermando l’attenzione che il nostro Gruppo da sempre riconosce a tutte le dimensioni della sostenibilità economica, sociale e ambientale".

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Luca Moroni, dichiara, ai sensi dell’articolo 154-bis, 2°comma del Testo Unico della Finanza, che l’informativa contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.

LaRelazione Finanziaria Semestrale e la relativa documentazione saranno  a disposizione del pubblico nei termini di legge presso la Sede Sociale, sul sito internet www.gruppohera.it, nonché sul meccanismo di stoccaggio autorizzato 1Info (www.1info.it).

Si allegano i prospetti contabili, estratti dal Resoconto Intermedio di Gestione al 30 giugno 2017, non soggetti a revisione contabile. 

 
Conto economico
(mln/euro)
Giu 2017Inc%Giu 2016
rettificato
Inc.%Var. Ass.Var. %
Ricavi2.754,0 2.502,8 +251,2+10,0%
Altri ricavi operativi202,37,3%162,06,5%+40,3+24,9%
Materie prime e materiali(1.178,4)-42,8%(998,0)-39,9%+180,4+18,1%
Costi per servizi(981,7)-35,6%(920,4)-36,8%+61,3+6,7%
Altre spese operative(25,8)-0,9%(20,8)-0,8%+5,0+24,1%
Costi del personale(282,5)-10,3%(266,7)-10,7%+15,8+5,9%
Costi capitalizzati17,90,6%11,20,4%+6,7+59,7%
Margine operativo lordo505,918,4%470,118,8%+35,8+7,6%
Amm.ti e Acc.ti(243,7)-8,9%(212,7)-8,5%+31,0+14,6%
Utile operativo262,29,5%257,410,3%+4,8+1,9%
Gestione Finanziaria(45,9)-1,7%(58,0)-2,3%-12,1-20,9%
Utile prima delle imposte216,37,9%199,48,0%+16,9+8,5%
Imposte(68,3)-2,5%(71,2)-2,8%-2,9-4,1%
Utile netto dell'esercizio148,05,4%128,25,1%+19,8+15,5%
Attribuibile a:
Azionisti della Controllante
Azionisti di minoranza

141,0
7,0

5,1%
0,3%

121,0
7,2

4,8%
0,3%

+20,0
-0,2

+16,5%
-2,6%
 
Stato patrimoniale(mln/euro)30/06/2017Inc.%31/12/2016Inc.%Var. Ass.Var.%
Attività immobilizzate nette5.652,6108,9%5.564,5 108,7%+88,1+1,6%
Capitale circolante netto88,61,7%99,9 2,0%(11,3)(11,3)%
(Fondi diversi)(552,5)(10,6%)(543,4) (10,7%)(9,1)+1,7%
Capitale investito netto5.188,7 100,0%5.121,0 100,0%+67,7+1,3%
Patrimonio netto complessivo2.577,049,7%2.562,1 50,0%+14,9+0,6%
Debiti finanziari a lungo2.723,352,5%2.757,5 53,9%(34,2)(1,2)%
Posizione netta a breve(111,6)(2,2%)(198,6) (3,9%)+87,0(43,8)%
Indebitamento finanziario netto2.611,750,3%2.558,9 50,0%+52,82,1%
Fonti di finanziamento5.188,7 100,0%5.121,0 100,0%+67,7+1,3%
 
Online dal 26-07-2017 alle 14:50
 
Un'Hera che scorre da 15 anni
 
Un'Hera che scorre da 15 anni
 
 
Risultati economici 2016
 
Risultati economici 2016 - Il commento del Presidente del Gruppo Hera
 
 
Assemblea azionisti 2017
 
Assemblea degli azionisti 2017