Logo stampa
 

Gestione del rischio

La Corporate Governance dei rischi in Hera

Hera ha adottato una struttura organizzativa atta a gestire in maniera appropriata l’esposizione al rischio derivante dal proprio business, definendo un approccio integrato volto a preservare l’efficacia e la redditività della gestione lungo l’intera catena del valore.

Il sistema di controllo interno per la gestione del rischio implementato in Hera consente un indirizzo unitario e coerente delle strategie di gestione. In tale sistema:

  • il Consiglio di Amministrazione svolge un ruolo di indirizzo e di valutazione dell’adeguatezza del Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi;
  • il Presidente e l’Amministratore Delegato sovrintendono, per quanto di competenza, alla funzionalità del sistema di controllo interno e di gestione dei rischi;
  • il Vice Presidente sovrintende al coordinamento tra Comitato Rischi e Comitato Controllo e Rischi;
  • Il Comitato Controllo e Rischi supporta il Consiglio di Amministrazione in merito alla definizione delle linee di indirizzo del sistema di controllo interno e di gestione dei rischi
  • il Comitato Rischi rappresenta il principale organo di indirizzo, monitoraggio e informativa relativamente alle strategie di gestione dei rischi, definisce le linee guida generali per il processo di Risk Management, garantisce la mappatura ed il monitoraggio dei rischi aziendali, assicura la definizione delle Risk Policies e definisce i protocolli informativi verso il Comitato Controllo e Rischi, la Direzione di Internal Auditing e il Collegio Sindacale.

In Hera è operata una opportuna separazione tra il ruolo di controllo e gestione del rischio, affidato ai risk owners nelle varie articolazioni organizzative e di valutazione dell’adeguatezza dei processi di gestione del rischio.

In particolare il monitoraggio del corretto ed efficace funzionamento del Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi è centralizzato mediante l’assegnazione di un ampio mandato alla direzione Internal Auditing, che riporta direttamente al Vice Presidente del CdA.

Inoltre, nel disegno complessivo del processo di gestione dei rischi, Hera ha adottato la best practice dell’Enterprise Risk Management (ERM), volta a definire un approccio sistematico e coerente al loro controllo e gestione, realizzando un modello efficace di indirizzo, monitoraggio e rappresentazione, orientato all’adeguatezza dei processi di gestione e alla loro coerenza con gli obiettivi del vertice.

Tale approccio è stato sancito dall’approvazione, da parte del Consiglio di Amministrazione, della Policy di Risk Management di Gruppo, che definisce l’orientamento del gruppo sulle tematiche di rischio, individuandone il Risk Management Framework, declinato attraverso:

  • il Modello dei Rischi identificando il perimetro di riferimento per le analisi di risk management svolte dal Gruppo,
  • la Propensione al Rischio del gruppo che definisce il livello di rischio accettabile coerente con la strategia di risk management, attraverso l’individuazione di dimensioni di rischio chiave, metriche di rischio e relativi limiti associati,
  • le attività di Risk Management, declinate nell’Enterprise Risk Management, finalizzato all’analisi dell’evoluzione del profilo di rischio complessivo del Gruppo e all’elaborazione di una strategia di mitigazione e al monitoraggio della relativa implementazione, e nella Gestione dei Rischi nel Continuo, che per specifici rischi richiede modalità settoriali di gestione nel continuo affidata a Risk Specialist/Risk Owner dedicati, secondo processi e metodologie sviluppati ad hoc e formalizzati all’interno delle risk policy di riferimento.

Le strategie di gestione dei rischi approvate dal Consiglio di Amministrazione attraverso la Policy di Risk Management del Gruppo sono poi tradotte in indirizzi operativi e specifiche attività di analisi, monitoraggio e controllo dal Comitato Rischi.

Natura dei rischi e loro gestione

I rischi relativi ai business in cui Hera opera e gestiti in ottica ERM sono sintetizzabili nei seguenti driver di rischio sulla base del Modello dei Rischi adottato da Gruppo Hera:

 
 
  1. Rischi interni

    Rischi interni

    Riconducibili a varie categorie di rischio, operative, organizzative, ICT, sono relativi alla gestione di servizi che impiegano risorse umane, tecnologiche e ambientali. Tali rischi sono oggetto di specifiche attività di analisi e gestione, con particolare riferimento ai rischi connessi alle normative sugli impatti ambientali, ai rischi connessi alle normative sulla salute e sicurezza dei lavoratori, a quelli connessi alla sicurezza logica e fisica e a quelli relativi ai rischi operativi e correlati alla continuità dell’erogazione dei servizi.

     
  2. Rischi strategici

    Rischi strategici

    Inerenti alla formulazione della pianificazione di lungo termine, alle implicazioni relative alla sostenibilità finanziaria di gruppo, alle decisioni di partecipazione ad iniziative di valenza strategica e alle appropriate decisioni di investimento, e attengono gruppo Hera nel suo complesso, incidendo sul grado di solidità dei risultati della pianificazione strategica. Hera ha recentemente sviluppato un modello strutturato di analisi del rischio strategico volto a misurare la solidità del piano industriale a molteplici scenari di rischio avversi, contribuendo alla rappresentazione integrata dei rischi in logica enterprise wide.

     
  3. Rischi esterni

    Rischi esterni

    Si tratta dei rischi che comprendono un ampio spettro di tipologie, in particolare i rischi competitivo-regolamentari, i rischi relativi alla variabilità meteo-climatica, i rischi finanziari relativi al mercato energetico, al mercato del debito e alle controparti, oggetto di specifiche attività di monitoraggio e gestione.

     
L'organizzazione della gestione del rischio a livello di Corporate Governance


Pagina aggiornata al 28 luglio 2016

 
 
Risultati economici 2017 - Il commento del Presidente
 
Risultati economici 2017 - Il commento del Presidente del Gruppo Hera
 
 
BS 2017: il Valore condiviso
 
Valore condiviso al centro del bilancio di sostenibilità 2017
 
 
Lo sviluppo sostenibile
 
Un'Hera che scorre da 15 anni