Logo stampa
15 anni

Investitore privato

Hera desidera comunicare con gli investitori privati in maniera tempestiva e trasparente.

Questa sezione è stata appositamente creata per soddisfare le esigenze informative delle circa 20.000 persone fisiche che, acquistando il titolo Hera, dimostrano la loro fiducia nel raggiungimento degli obiettivi di crescita previsti dal Gruppo.

Lo strumento trimestrale idoneo a fornire a tutti gli investitori un'informazione semplice ma completa relativa agli eventi e ai risultati rilevanti del Gruppo è la Newsletter.

 
 
 
Notizie da Market Insight

Format 2.0 specializzato sui mercati finanziari e sulle società quotate in Borsa. Uno spazio che mette a disposizione degli investitori un'informazione basata sui fondamentali puntuale, precisa e sempre aggiornata.

Market Daily News
Macroscenario di riferimento, notizie del settore, Hera in Borsa, grafici e tabelle
  • 21/09/2018 MACRO SCENARIO DI RIFERIMENTO  EUROZONA - (1) Nella seconda parte dell’anno e nel primo trimestre del 2019, la crescita economica dell’area euro è attesa mantenere una dinamica congiunturale simile a quella registrata nel primo semestre 2018. Lo si legge nella nota dell’Istat relativa all’Euro-Zone economic outlook. Gli investimenti fissi lordi rappresenterebbero il principale fattore di [...]

21/09/2018

MACRO SCENARIO DI RIFERIMENTO 

  • EUROZONA – (1) Nella seconda parte dell’anno e nel primo trimestre del 2019, la crescita economica dell’area euro è attesa mantenere una dinamica congiunturale simile a quella registrata nel primo semestre 2018. Lo si legge nella nota dell’Istat relativa all’Euro-Zone economic outlook. Gli investimenti fissi lordi rappresenterebbero il principale fattore di sostegno, favorito dalle condizioni ancora favorevoli del mercato finanziario e dalle attese ancora positive, seppure con qualche segnale di indebolimento, sull’andamento dell’economia. Nel periodo di previsione l’inflazione annua è attesa attestarsi attorno al 2%, target fissato dalla Bce, sostenuta prevalentemente dagli aumenti dei prezzi dell’energia. Il livello dell’inflazione core rimane contenuto. I rischi per l’attuale scenario previsto sono rappresentati dalle tensioni commerciali globali e dal rafforzamento delle crisi valutarie in corso in alcune economie dei paesi in via di sviluppo. (2) La lettura preliminare di settembre dell’indice fiducia dei consumatori dell’Eurozona, stilato dalla Commissione europea, si attesta a -2,9 punti, contro il consensus degli analisti pari a -2 punti e i -1,9 punti della rilevazione di agosto.
  • UK –  Ad agosto, le vendite al dettaglio escluso il carburante sono aumentate su base mensile dello 0,3%, a fronte del -0,2% prevista dagli analisti e del +1,1% di luglio (rivisto dal +0,9%). Su base annua è stata rilevata una crescita del 3,5%, nettamente superiore al consensus (+2,4%) in lieve calo dal +4% di luglio 2018 (rivisto dal +3,7%). Le vendite al dettaglio incluso il carburante sono aumentate su base mensile dello 0,3%, oltre le aspettative (-0,2%), mentre a luglio era stata registrata una crescita dello 0,9 per cento. Su base tendenziale sono cresciute del 3,3% dal +3,8% di luglio (rivisto dal +3,5%) e oltre le stime degli analisti (+2,3%).
  • USA – (1)  Ad agosto il Leading Index del Conference Board statunitense ha registrato una crescita mensile dello 0,4%, dal +0,7% del mese precedente (rivisto al rialzo da +0,6% inizialmente comunicato). Gli analisti si aspettavano una lettura leggermente più alta (+0,5%). Il Leading economic indicator, anche chiamato Indice Principale o Superindice, è il risultato di una media ponderata di altri 10 indicatori macroeconomici. Ha lo scopo di anticipare l’andamento del ciclo economico. L’orizzonte temporale in cui le previsioni dovrebbero avverarsi va, in linea di massima, dai 3 ai 9 mesi dall’ultima lettura. (2)  Nella settimana che si è conclusa il 15 settembre le nuove richieste di sussidi di disoccupazione sono state pari a 201 mila unità, inferiori rispetto al consensus di 210 mila unità e sostanzialmente in linea con la rilevazione della settimana precedente, pari a 204 mila. Il numero totale di persone richiedenti l’indennità di disoccupazione nella settimana terminata l’8 settembre è pari a 1,645 milioni, inferiore rispetto alle stime degli analisti (1,705 milioni). La rilevazione della settimana precedente è stata corretta a 1,700 milioni da 1,696 milioni inizialmente comunicati. (3) A settembre l’indice di fiducia commerciale dei produttori del distretto di Philadelphia è aumentato a 22,9 punti da 11,9 punti del mese precedente, attestandosi sopra il consensus pari a 18 punti. Il Philadelphia Fed Index è un indicatore regionale che misura le condizioni correnti del settore manifatturiero all’interno del distretto di Philadelphia, ossia il terzo più ampio di tutti gli Stati Uniti. Nasce da un indagine condotta dalla Fed di Philadelphia sulle condizioni generali di salute dell’economia e delle imprese. I partecipanti all’intervista devono indicare, secondo una propria valutazione, i cambiamenti rispetto al mese precedente e le previsioni per i prossimi sei mesi. L’indice generale segnala una crescita quando è sopra lo zero ed una contrazione quando è sotto lo zero.

NOTIZIE DEL SETTORE  

  • ENEL – Ha avviato, attraverso la propria controllata per le rinnovabili, la costruzione del parco solare fotovoltaico di Totana da 84,7 MW, il più grande della società in Spagna.L’impianto, che dovrebbe entrare in esercizio nel terzo trimestre del 2019 e la cui costruzione richiede un investimento complessivo di circa 59 milioni, è composto da 248.000 pannelli fotovoltaici e sarà in grado di generare circa 150 GWh all’anno, evitando l’emissione annuale in atmosfera di circa 105.000 tonnellate di CO2. Totana è il primo di sette impianti solari, con una capacità totale di 339 MW, aggiudicati ad Enel Green Power Espana nella terza asta per le rinnovabili indetta dal governo spagnolo nel luglio 2017.
  • TerniEnergia – Ha reso noto di aver sottoscritto con Renewable European Investment Italy 3 (REI III Srl) un atto di compravendita avente ad oggetto le società proprietarie di asset fotovoltaici, detenute in comproprietà con REI III attraverso specifiche joint venture. Operazione finalizzata alla razionalizzazione del portafoglio fotovoltaico, in linea con il piano di risanamento e di rilancio annunciato dal gruppo umbro. Nel dettaglio, TerniEnergia ha ceduto il 50% detenuto nelle Joint Venture Investimenti e Infrastrutture Srl e Infocaciucci Srl per 1,2 milioni (1,6 MW totali). Al tempo stesso, il gruppo umbro ha rilevato per circa 0,9 milioni il 50% del capitale sociale delle Joint Venture Società Agricola Fotosolara Oristano Srl e Società Agricola Fotosolara Bonnanaro Srl, titolari complessivamente di 1,7 MW.

UTILITY IN BORSA (il 20 settembre 2018)

Ieri il Ftse Italia Servizi Pubblici ha registrato un rialzo dello 0,9% in linea con il corrispondente indice europeo e facendo meglio del Ftse Mib (+0,5%).

Sullo sfondo continuano comunque a rimanere le tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina. Ciò in vista dell’entrata in vigore, fissata per il prossimo 24 settembre, dei dazi americani su 200 miliardi di dollari di prodotti cinesi, ai quali Pechino replicherà con tariffe su 60 miliardi di beni Made in Usa.

Sull’obbligazionario lo spread dal Bund è risalito di circa 4 bp in attesa della Legge di Bilancio e dei dettagli sui target finanziari, primo fra tutti quello relativo al rapporto tra deficit e Pil.

Seduta in frazionale ribasso per il titolo Hera che ha ceduto lo 0,7 per cento.

MERCATI DELL’ENERGIA – Petrolio, gas ed energia elettrica

Principali indici italiani ed europei (performance giornaliere e settimanali)

Indici settoriali dello STOXX Europe 600 vs. Ftse Italia Servizi Pubblici (performance giornaliere)

Hera: quotazioni e volumi giornalieri negli ultimi 12 mesi

Multi-utility italiane (performance giornaliere e settimanali)

Multi-utility europee (performance giornaliere e settimanali)

Utility regolate europee (performance giornaliere e settimanali)

Altre utility europee (performance giornaliere e settimanali)

TABELLE

 

 
 
Al fine di offrire agli investitori privati un'informazione finanziaria trasparente, oggettiva e in tempo reale Hera mette a loro disposizione, in collaborazione con la testata giornalistica on line leader del settore, un flusso di notizie economicho-finanziarie relative al macro scenario di riferimento e un'analisi della performance giornaliera del proprio titolo.
  • 21/09/2018
    Altra giornata positiva per le Borse europee e per Piazza Affari, con il Ftse Mib che chiude in rialzo dello 0,7% a 22.536 punti, sostanzialmente in linea con il Dax di Francoforte (+0,8%) e il Cac 40 di Parigi (+0,8%). In progresso dell’1,7% il Ftse 100 di Londra sostenuto dall’indebolimento della sterlina, mentre l’Ibex 35 [...]
  • 21/09/2018
    ValueTrack ha avviato la copertura su Esautomotion con target price a 4,26 euro, sostenendo la propria valutazione con solide stime di crescita che riguardano gli esercizi futuri, per effetto sia di fattori endogeni sia di componenti esogene. La crescita per linee interne considera innanzitutto lo sviluppo continuo di nuovi prodotti e tecnologie e l’applicazione di [...]
  • 21/09/2018
    Le stime di crescita del mercato farmaceutico – come ricorda la ricerca di EnVent a copertura dell’aumento di capitale di Pierrel -indicano un progresso fino al 2021 ad un Cagr del 5,5%, con il segmento CMO a far meglio (+6,5%) trainato dalle esigenze delle case farmaceutiche. Queste ultime chiedono maggiore qualità, tempistiche più veloci e [...]
  • 21/09/2018
    Di seguito gli appuntamenti macroeconomici in programma per la prossima settimana. Italia: Francia: Germania: Eurozona: Uk: Cina: Giappone: Stati Uniti:
  • 21/09/2018
    In allegato l’aggiornamento al 21 settembre delle posizioni short comunicate alla Consob dagli operatori finanziari. Le posizioni vengono rilevate soltanto se superiori allo 0,5 per cento. La tabella mostra, in ordine decrescente, la classifica dei titoli in base alla quota di capitale su cui sono aperte posizioni nette corte. Ad oggi il titolo più shortato [...]
  • 21/09/2018
    Proseguono gli acquisti sulle Borse europee, sostenute dall’avvio in marginale rialzo di Wall Street con S&P 500 e Dow Jones che aggiornano i record raggiunti nella seduta precedente. Poco dopo le 16:00 il Ftse Mib avanza dello 0,5%, mediamente in linea con il Dax di Francoforte (+0,6%) e il Cac 40 di Parigi (+0,7%). In [...]
  • 21/09/2018
    L’indice Pmi manifatturiero si è attestato, secondo la lettura preliminare di settembre, a 55,6 punti, in crescita rispetto ai 54,7 punti di agosto e sotto i 55 punti delle attese. L’indice Pmi servizi è pari a 52,9 punti, contro previsioni di 55 e in flessione dai 54,8 punti del mese scorso. Il Pmi Composite, che [...]
  • 21/09/2018
    Apertura in rialzo a Wall Street, con Dow Jones e S&P 500 che raggiungono nuovi massimi battendo i record segnati ieri. Dopo pochi minuti di scambi, Dow Jones, S&P 500 e Nasdaq segnano infatti un incremento dello 0,3 per cento. Nonostante il clima bullish delle ultime sedute, il fucus dei mercati rimane rivolto alle tensioni [...]
  • 21/09/2018
    Nel 2017 il Pil ai prezzi di mercato risulta pari a 1.725 miliardi di euro correnti, con una revisione al rialzo di 8 miliardi rispetto alla stima precedente. Lo scrive l’Istat specificando che per il 2016 il livello del Pil risulta rivisto verso l’alto di 8,8 miliardi. Nel 2017 il tasso di crescita del Pil [...]
  • 21/09/2018
    I futures sull’azionario Usa scambiano piatti, preannunciando un avvio cauto a Wall Street dopo i nuovi massimi toccati ieri da Dow Jones e S&P 500. Ieri infatti i principali indici americani hanno segnato un deciso rialzo, con Dow Jones e Nasdaq a +1% e lo S&P 500 a +0,8 per cento. Sullo sfondo rimangono i [...]
 
Risultati economici 2017 - Il commento del Presidente
 
Risultati economici 2017 - Il commento del Presidente del Gruppo Hera
 
 
BS 2017: il Valore condiviso
 
Valore condiviso al centro del bilancio di sostenibilità 2017
 
 
Hera scorre da 15 anni
 
Un'Hera che scorre da 15 anni