15 anni

I Faremo… visti per gli obiettivi dell’Agenda ONU 2030

Sdg 4 – Fornire un’educazione di qualità, equa ed inclusiva, e opportunità di apprendere per tutti
Innovazione e contributo allo sviluppo Proseguire con le attività del protocollo regionale sull’alternanza scuola lavoro: effettuare ulteriori 40 stage nel 2018 con l’obiettivo di totalizzare 180 stage entro il 2019.
Persone Proseguire le attività formative anche in ambito HerAcademy: garantire 25 ore medie pro capite di formazione nel 2018.

 

Sdg 5 – Raggiungere l’uguaglianza di genere ed emancipare tutte le donne e le ragazze
Persone Sottoscrivere accordi sindacali specifici per:
– favorire sistemi di solidarietà tra dipendenti, attraverso la cessione a titolo gratuito di permessi e ferie;
– la promozione della conciliazione tra vita professionale e vita privata.Digitalizzazione e smart working:
– attuare il piano di change management definito sulla base dell’indagine Her@futura realizzata nel 2017.Digitalizzazione e smart working:
– valutare i risultati dei 6 progetti di smartworking avviati nel 2017 e programmarne l’eventuale estensione.Continuare nell’attuazione di interventi di coaching per il rientro post congedo ed effettuare iniziative di sensibilizzazione alla disabilità in azienda.Continuare a promuovere Hextra, il sistema di welfare del Gruppo Hera e promuovere la possibilità di destinare al sistema di welfare aziendale una quota del premio di risultato. Incrementare del 7% la «quota welfare»

 

Sdg 6 – Garantire a tutti la disponibilità e la gestione sostenibile dell’acqua e delle strutture igenico-sanitarie
Uso efficiente delle risorse Piano salvaguardia della balneazione di Rimini: completare 2 ulteriori interventi (5 già conclusi a fine 2017) e avviare/proseguire ulteriori 3 interventi nel 2018.

Avviare la strutturazione dell’attività di water management in conseguenza dell’adesione al UN CEO Water Mandate. In tale ambito, ridurre i consumi di acqua nella centrale di cogenerazione di Imola di 40.000 metri cubi (-15% rispetto al 2017).

Avviare il processo di adeguamento dei depuratori, in particolare attraverso:
– realizzare la progettazione per 66 agglomerati con consistenza compresa tra 200 e 2000 AE;
– realizzare la progettazione in 5 impianti di consistenza superiore ai 10.000 AE.

Avviare analisi di scenario sull’impatto del cambiamento climatico sulle fonti di approvvigionamento e sulla rete dell’acquedotto e la conseguente definizione di un piano di azione in condivisione con gli enti pubblici.

Avviare l’iter autorizzativo per l’adeguamento del depuratore di Borgheria a Pesaro.

Qualità, costo e sicurezza del servizio per i clienti Sviluppare piani di sicurezza dell’acqua con metodologia Water Safety Plans per i sistemi acquedottistici di 2 territori (San Giovanni in Persiceto e Imola).

Estendere il sistema satellitare di ricerca delle perdite della rete idrica (ulteriori 3.000 Km nel 2018).

 

Sdg 7 – Assicurare a tutti l’accesso a sistemi di energia economici, affidabili, sostenibili e moderni
Uso intelligente dell’energia Piano di miglioramento energetico ISO 50001 relativo ad Hera SpA, AAA e MMS: ridurre di oltre il 4% i consumi energetici nel 2018 e del 5% entro il 2020 (rispetto al 2013).

Illuminazione pubblica: realizzare interventi di risparmio energetico per 1.300 tep nel 2018 tra i quali la sostituzione di corpi illuminanti con lampade a LED (16% al 2021).

Continuare a promuovere offerte gas, energia elettrica e teleriscaldamento con servizi di efficienza energetica. Clienti con offerte pari al 20% del totale nel 2018 (+ 30% rispetto al 2017) e al 35% entro il 2021.

Contratto gestione calore immobili del Comune di Modena : consumi di energia termica -30% nel 2019 rispetto al consumo dello storico negli ultimi 10 anni.

Continuare a promuovere soluzioni di risparmio energetico per la pubblica amministrazione e i clienti industriali. Lanciare l’offerta «solare termico» verso i condomini.

Avviare la produzione di biometano dalla frazione organica dei rifiuti presso l’impianto di biodigestione di Bologna e la progettazione di un ulteriore impianto.

Avviare un nuovo impianto di recupero di energia dalla decompressione del metano, attraverso l’installazione sperimentale di un turbo espansore di taglia medio-piccola (330 kW elettrici) presso una cabina RE.MI. di media dimensione, con una produzione stimata di 1.600 MWh all’anno (consumi annui di circa 600 famiglie).

Ridurre del 22% entro il 2021 rispetto al 2015 l’impronta di carbonio della produzione di energia (Kg CO2/MWh).

Innovazione e contributo allo sviluppo Teleriscaldamento: aumentare la volumetria servita (+1% rispetto al 2017) e la quota di energia prodotta da fonte rinnovabile e da recupero del +5% rispetto al 2017 a beneficio della qualità dell’aria nelle città servite. Avviare il progetto per incrementare lo sfruttamento della geotermia a Ferrara.

 

Sdg 8 – Incentivare una crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile, un’occupazione piena e produttiva ed un lavoro dignitoso per tutti
Innovazione e contributo allo sviluppo Continuare a prevedere la clausola sociale a garanzia dell’occupazione negli appalti di pronto intervento reti e di servizi correlati alla gestione cliente (casi di internalizzazione esclusi).

Proseguire la realizzazione di progetti di business intelligence/data analytics con l’obiettivo di:
– ottimizzare la ricerca fughe gas programmata e le attività di conduzione e manutenzione reti gas;
– ottimizzare i percorsi di raccolta rifiuti anche in base al livello riempimento di cassonetti/contentori;
– ottimizzare la gestione dei depuratori (consumi energetici e performance) attraverso lo sviluppo di logiche predittive.

Continuare a coinvolgere i lavoratori attraverso Heureka: stimolare la proposta di idee innovative in tre nuovi ambiti nel 2018. Avviare la fattibilità per le iniziative proposte dai dipendenti e selezionate.

Selezione fornitori: continuare a premiare l’impegno sociale nell’ambito dei punti riservati alla sostenibilità, anche attraverso l’inserimento di personale svantaggiato in particolare nella gestione dei servizi ambientali.

Governance e creazione di valore Realizzare le azioni di miglioramento del clima aziendale definite sulla base dei risultati dell’indagine svolta nel 2017.

Valore aggiunto al territorio: +21% al 2021: 1,4 miliardi di euro.

Realizzare investimenti per 2,3 miliardi di euro negli anni 2018-2021.

Persone Sottoscrivere accordi sindacali specifici per:
– favorire sistemi di solidarietà tra dipendenti, attraverso la cessione a titolo gratuito di permessi e ferie;
– la promozione della conciliazione tra vita professionale e vita privata.Digitalizzazione e smart working:
– attuare il piano di change management definito sulla base dell’indagine Her@futura realizzata nel 2017.Digitalizzazione e smart working:
– valutare i risultati dei 6 progetti di smartworking avviati nel 2017 e programmarne l’eventuale estensione.Continuare nell’attuazione di interventi di coaching per il rientro post congedo ed effettuare iniziative di sensibilizzazione alla disabilità in azienda.Continuare a promuovere Hextra, il sistema di welfare del Gruppo Hera e promuovere la possibilità di destinare al sistema di welfare aziendale una quota del premio di risultato. Incrementare del 7% la «quota welfare».

Proseguire le attività formative anche in ambito HerAcademy: garantire 25 ore medie pro capite di formazione nel 2018.

Prevenzione degli infortuni: indice di frequenza 17,9 nel 2018 (-2% rispetto alla media del triennio 2015/2017). Realizzare specifiche iniziative di sensibilizzazione sulla guida sicura.

Fornitori Certificazione Sa 8000: raccogliere ulteriori 90 questionari di valutazione ed effettuare 19 audit presso i fornitori (sedi e cantieri) nel 2018.

Nuovo portale fornitori: semplificare il processo di qualifica, l’aggiornamento dei dati e la fruibilità delle informazioni.

Continuare ad assegnare un punteggio rilevante agli aspetti di sostenibilità ambientale e sociale nelle gare effettuate con l’offerta economicamente più vantaggiosa.

Salute e sicurezza sul lavoro: monitorare gli infortuni per il 70% del valore delle forniture di servizi e lavori e sensibilizzare i fornitori sulla sicurezza sul lavoro.

Proseguire nel valorizzare i sistemi di gestione qualità, sicurezza, ambiente e responsabilità sociale nella scelta dei fornitori.

 

Sdg 9 – Costruire un’infrastruttura resiliente e promuovere l’innovazione ed una industrializzazione equa, responsabile e sostenibile
Uso intelligente dell’energia Avviare la produzione di biometano dalla frazione organica dei rifiuti presso l’impianto di biodigestione di Bologna e la progettazione di un ulteriore impianto.

Avviare un nuovo impianto di recupero di energia dalla decompressione del metano, attraverso l’installazione sperimentale di un turbo espansore di taglia medio-piccola (330 kW elettrici) presso una cabina RE.MI. di media dimensione, con una produzione stimata di 1.600 MWh all’anno (consumi annui di circa 600 famiglie).

Uso efficiente delle risorse Ottenere l’autorizzazione ambientale per l’impianto di trattamento meccanico-biologico dei rifiuti indifferenziati di Pesaro al fine di ridurre ulteriormente il ricorso alla discarica.

Avviare al recupero di materia almeno il 74% dei rifiuti trattati nei 5 impianti di selezione di Herambiente e installare impianti di triturazione a Bologna (nel 2018) e a Modena (avvio iter autorizzativo nel 2018) per la riduzione dello smaltimento in discarica degli scarti da selezione.

Innovazione e contributo allo sviluppo Proseguire il piano di installazione dei contatori elettronici gas: 30% contatori elettronici a fine 2018 e 57% al 2021.

Continuare a promuovere la bolletta elettronica (22% dei contratti con invio elettronico della bolletta nel 2018 e 31% nel 2021) anche attraverso la prosecuzione della campagna DigieLode a favore della digitalizzazione delle scuole del territorio.
Migliorare la customer experience dei clienti:
– incrementare gli iscritti ai servizi on-line al 20% nel 2018 e al 24% nel 2021.

Proseguire la realizzazione di progetti di business intelligence/data analytics.

Continuare a coinvolgere i lavoratori attraverso Heureka: stimolare la proposta di idee innovative in tre nuovi ambiti nel 2018. Avviare la fattibilità per le iniziative proposte dai dipendenti e selezionate.

Migliorare la customer experience dei clienti: sviluppo dei servizi di tracking sulle principali pratiche per informare i clienti sull’avanzamento delle proprie richieste e di servizi di alert, ovvero promemoria che potranno essere impostati a scelta del cliente.

Migliorare la customer experience dei clienti:
– semplificare le modalità di accettazione dei preventivi e di sottoscrizione dei contratti attraverso la digitalizzazione: estendere la modalità semplificata a tutti gli sportelli entro il 2018.

Proseguire/avviare nuovi progetti innovativi in ambito economia circolare e per una nuova gestione dei fanghi da depurazione.

Avviare un progetto informatico di reingegnerizzazione del portale di qualificazione dei fornitori, con lo scopo di semplificare il processo di qualifica, l’aggiornamento dei dati e la fruibilità delle informazioni, guidando il caricamento dei dati a sistema.

Consumo di suolo: 725 mila metri quadrati di suolo riutilizzato tra il 2018 e il 2021 nella progettazione di infrastrutture (i 2/3 del suolo totale coinvolto da nuove progettazioni).

Governance e creazione di valore Valore aggiunto al territorio: +21% al 2021: 1,4 miliardi di euro.

Realizzare investimenti per 2,3 miliardi di euro negli anni 2018-2021.

 

Sdg 11 – Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili
Uso intelligente dell’energia Illuminazione pubblica: realizzare interventi di risparmio energetico per 1.300 tep nel 2018 tra i quali la sostituzione di corpi illuminanti con lampade a LED (16% al 2021).

Continuare a promuovere offerte gas, energia elettrica e teleriscaldamento con servizi di efficienza energetica. Clienti con offerte pari al 20% del totale nel 2018 (+ 30% rispetto al 2017) e al 35% entro il 2021.

Contratto gestione calore immobili del Comune di Modena : consumi di energia termica -30% nel 2019 rispetto al consumo storico degli ultimi 10 anni.

Continuare a promuovere soluzioni di risparmio energetico per la pubblica amministrazione e i clienti industriali. Lanciare l’offerta «solare termico» verso i condomini.

Uso efficiente delle risorse Estendere nel 2019 la tariffa puntuale per i rifiuti urbani a ulteriori circa 100.000 abitanti. Completare l’estensione a tutti i comuni serviti entro il 2021.

Rifiuti urbani: incrementare entro il 2021 il tasso di riciclo al 60% e il tasso di riciclo degli imballaggi al 70%.

Rifiuti urbani: continuare a ridurre l’uso della discarica: <5% nel 2018 e circa il 3% nel 2021 a livello di Gruppo Hera.

Rifiuti urbani: incrementare la raccolta differenziata: 60,6% nel 2018 e 70% al 2021 a livello di Gruppo ed estendere l’app il Rifiutologo nelle Marche.

Proseguire nella realizzazione di progetti per la prevenzione dei rifiuti urbani:
– estensione di «Farmacoamico» (incremento del tasso di copertura al 50% dei cittadini serviti in Emilia-Romagna nel 2018)
– avvio realizzazione “aree per il riuso” presso i centri di raccolta.

Ottenere l’autorizzazione ambientale per l’impianto di trattamento meccanico-biologico dei rifiuti indifferenziati di Pesaro al fine di ridurre ulteriormente il ricorso alla discarica.

Avviare al recupero di materia almeno il 74% dei rifiuti trattati nei 5 impianti di selezione di Herambiente e installare impianti di triturazione a Bologna (nel 2018) e a Modena (avvio iter autorizzativo nel 2018) per la riduzione dello smaltimento in discarica degli scarti da selezione.

Innovazione e contributo allo sviluppo Proseguire il piano di installazione dei contatori elettronici gas: 30% contatori elettronici a fine 2018 e 57% al 2021.

Continuare a promuovere la bolletta elettronica (22% dei contratti con invio elettronico della bolletta nel 2018 e 31% nel 2021) anche attraverso la prosecuzione della campagna DigieLode a favore della digitalizzazione delle scuole del territorio.

Migliorare la customer experience dei clienti:
– incrementare gli iscritti ai servizi on-line al 20% nel 2018 e al 24% nel 2021.

Proseguire la realizzazione di progetti di business intelligence/data analytics.

Migliorare la customer experience dei clienti: sviluppo dei servizi di tracking sulle principali pratiche per informare i clienti sull’avanzamento delle proprie richieste e di servizi di alert, ovvero promemoria che potranno essere impostati a scelta del cliente.

Migliorare la customer experience dei clienti:
– semplificare le modalità di accettazione dei preventivi e di sottoscrizione dei contratti attraverso la digitalizzazione: estendere la modalità semplificata a tutti gli sportelli entro il 2018.

Proseguire/avviare nuovi progetti innovativi in ambito economia circolare e per una nuova gestione dei fanghi da depurazione.

Promuovere la conoscenza delle agevolazioni tariffarie anche nei territori del Triveneto e delle Marche.

Selezione fornitori: continuare a premiare l’impegno sociale nell’ambito dei punti riservati alla sostenibilità, anche attraverso l’inserimento di personale svantaggiato in particolare nella gestione dei servizi ambientali.

Estendere ad ulteriori comuni il protocollo per prevenire le sospensioni della fornitura ai clienti assistiti dai servizi sociali. Mantenere un tasso di sospensioni evitate pari all’80% del totale.

Consumo di suolo: 725 mila metri quadrati di suolo riutilizzato tra il 2018 e il 2021 nella progettazione di infrastrutture (i 2/3 del suolo totale coinvolto da nuove progettazioni).

Teleriscaldamento: aumentare la volumetria servita (+1% rispetto al 2017) e la quota di energia prodotta da fonte rinnovabile e da recupero del +5% rispetto al 2017 a beneficio della qualità dell’aria nelle città servite. Avviare il progetto per incrementare lo sfruttamento della geotermia a Ferrara.

Continuare a privilegiare l’acquisto di automezzi a ridotto impatto ambientale (29% nel 2021)

Governance e creazione di valore Dialogo con le comunità locali: proseguire gli incontri degli HeraLab attivi nei territori e definire il Piano delle iniziative locali a Ravenna e Ferrara. Estendere il nuovo modello di HeraLab in tre ulteriori territori nel 2019.
Qualità, costo e sicurezza del servizio per i clienti Migliorare il rispetto degli standard di qualità commerciale e delle altre prestazioni oggetto di indennizzo ai clienti finali relative ai servizi gas, energia elettrica, acqua, teleriscaldamento.

Pronto intervento gas: mantenere a un livello significativamente superiore agli obblighi Aeegsi la percentuale di chiamate con risposta entro i 120 secondi e con arrivo entro i 60 minuti.

Garantire livelli di qualità del call center e tempi medi di attesa agli sportelli in linea con quelli del 2017. Migliorare i tempi di attesa agli sportelli di AcegasApsAmga.

Persone Coinvolgere i lavoratori nella nuova edizione di HeraSolidale a favore di Onlus selezionate per notorietà e livello di accountability, contributo al raggiungimento dell’Agenda ONU 2030, livello di accountability e attinenza ai servizi Hera (criterio accessorio).

 

Sdg 12 – Garantire modelli sostenibili di produzione e consumo
Uso intelligente dell’energia Continuare a promuovere offerte gas, energia elettrica e teleriscaldamento con servizi di efficienza energetica. Clienti con offerte pari al 20% del totale nel 2018 (+ 30% rispetto al 2017) e al 35% entro il 2021.

Contratto gestione calore immobili del Comune di Modena: consumi di energia termica -30% nel 2019 rispetto al consumo storico degli ultimi 10 anni.

Uso efficiente delle risorse Estendere nel 2019 la tariffa puntuale per i rifiuti urbani a ulteriori circa 100.000 abitanti. Completare l’estensione a tutti i comuni serviti entro il 2021.

Rifiuti urbani: incrementare entro il 2021 il tasso di riciclo al 60% e il tasso di riciclo degli imballaggi al 70%.

Rifiuti urbani: continuare a ridurre l’uso della discarica: <5% nel 2018 e circa il 3% nel 2021 a livello di Gruppo Hera.

Rifiuti urbani: incrementare la raccolta differenziata: 60,6% nel 2018 e 70% al 2021 a livello di Gruppo ed estendere l’app il Rifiutologo nelle Marche.

Rifiuti industriali: integrare l’offerta di gestione dei rifiuti per i clienti con soluzioni in ambito economia circolare e aumentare ulteriormente il tasso di recupero.

Proseguire nella realizzazione di progetti per la prevenzione dei rifiuti urbani:
– estensione di «Farmacoamico» (incremento del tasso di copertura al 50% dei cittadini serviti in Emilia-Romagna nel 2018);
– avvio realizzazione “aree per il riuso” presso i centri di raccolta.

Ottenere l’autorizzazione ambientale per l’impianto di trattamento meccanico-biologico dei rifiuti indifferenziati di Pesaro al fine di ridurre ulteriormente il ricorso alla discarica.

Avviare al recupero di materia almeno il 74% dei rifiuti trattati nei 5 impianti di selezione di Herambiente e installare impianti di triturazione a Bologna (nel 2018) e a Modena (avvio iter autorizzativo nel 2018) per la riduzione dello smaltimento in discarica degli scarti da selezione.

Innovazione e contributo allo sviluppo Continuare a prevedere la clausola sociale a garanzia dell’occupazione negli appalti di pronto intervento reti e di servizi correlati alla gestione cliente (casi di internalizzazione esclusi).

Proseguire/avviare nuovi progetti innovativi in ambito economia circolare e per una nuova gestione dei fanghi da depurazione.

Governance e creazione di valore Dialogo con le comunità locali: proseguire gli incontri degli HeraLab attivi nei territori e definire il Piano delle iniziative locali a Ravenna e Ferrara. Estendere il nuovo modello di HeraLab in tre ulteriori territori nel 2019.
Fornitori Certificazione Sa 8000: raccogliere ulteriori 90 questionari di valutazione ed effettuare 19 audit presso i fornitori (sedi e cantieri) nel 2018.

Nuovo portale fornitori: semplificare il processo di qualifica, l’aggiornamento dei dati e la fruibilità delle informazioni.

Continuare ad assegnare un punteggio rilevante agli aspetti di sostenibilità ambientale e sociale nelle gare effettuate con l’offerta economicamente più vantaggiosa.

Salute e sicurezza sul lavoro: monitorare gli infortuni per il 70% del valore delle forniture di servizi e lavori e sensibilizzare i fornitori sulla sicurezza sul lavoro.

Proseguire nel valorizzare i sistemi di gestione qualità, sicurezza, ambiente e responsabilità sociale nella scelta dei fornitori.

 

Sdg 13 – Promuovere azioni, a tutti i livelli, per combattere il cambiamento climatico
Uso intelligente dell’energia Piano di miglioramento energetico ISO 50001 relativo ad Hera SpA, AAA e MMS: ridurre di oltre il 4% i consumi energetici nel 2018 e del 5% entro il 2020 (rispetto al 2013).

Illuminazione pubblica: realizzare interventi di risparmio energetico per 1.300 tep nel 2018 tra i quali la sostituzione di corpi illuminanti con lampade a LED (16% al 2021).

Continuare a promuovere offerte gas, energia elettrica e teleriscaldamento con servizi di efficienza energetica. Clienti con offerte pari al 20% del totale nel 2018 (+ 30% rispetto al 2017) e al 35% entro il 2021.

Contratto gestione calore immobili del Comune di Modena : consumi di energia termica -30% nel 2019 rispetto al consumo storico degli ultimi 10 anni.
Continuare a promuovere soluzioni di risparmio energetico per la pubblica amministrazione e i clienti industriali. Lanciare l’offerta «solare termico» verso i condomini.

Avviare la produzione di biometano dalla frazione organica dei rifiuti presso l’impianto di biodigestione di Bologna e la progettazione di un ulteriore impianto.

Avviare un nuovo impianto di recupero di energia dalla decompressione del metano, attraverso l’installazione sperimentale di un turbo espansore di taglia medio-piccola (330 kW elettrici) presso una cabina RE.MI. di media dimensione, con una produzione stimata di 1.600 MWh all’anno (consumi annui di circa 600 famiglie).

Uso efficiente delle risorse Estendere nel 2019 la tariffa puntuale per i rifiuti urbani a ulteriori circa 100.000 abitanti. Completare l’estensione a tutti i comuni serviti entro il 2021.

Rifiuti urbani: incrementare entro il 2021 il tasso di riciclo al 60% e il tasso di riciclo degli imballaggi al 70%.

Rifiuti urbani: continuare a ridurre l’uso della discarica: <5% nel 2018 e circa il 3% nel 2021 a livello di Gruppo Hera.

Rifiuti urbani: incrementare la raccolta differenziata: 60,6% nel 2018 e 70% al 2021 a livello di Gruppo ed estendere l’app il Rifiutologo nelle Marche.

Rifiuti industriali: integrare l’offerta di gestione dei rifiuti per i clienti con soluzioni in ambito economia circolare e aumentare ulteriormente il tasso di recupero.

Avviare analisi di scenario sull’impatto del cambiamento climatico sulle fonti di approvvigionamento e sulla rete dell’acquedotto e la conseguente definizione di un piano di azione in condivisione con gli enti pubblici.

Innovazione e contributo allo sviluppo Teleriscaldamento: aumentare la volumetria servita (+1% rispetto al 2017) e la quota di energia prodotta da fonte rinnovabile e da recupero del +5% rispetto al 2017 a beneficio della qualità dell’aria nelle città servite. Avviare il progetto per incrementare lo sfruttamento della geotermia a Ferrara.

Continuare a privilegiare l’acquisto di automezzi a ridotto impatto ambientale (29% nel 2021).

 

Sdg 14 – Conservare ed utilizzare in modo durevole gli oceani, i mari e le risorse marine per uno sviluppo sostenibile
Innovazione e contributo allo sviluppo Piano salvaguardia della balneazione di Rimini: completare 2 ulteriori interventi (5 già conclusi a fine 2017) e avviare/proseguire ulteriori 3 interventi nel 2018.