15 anni
6.502
lavoratori
l'indotto occupazionale generato da Hera nel 2017
78
milioni di euro
investimenti in innovazione e digitalizzazione e 13 progetti in smart city, economia circolare e utility 4.0
75%
di suolo riutilizzato
nelle progettazioni realizzate nel 2016 e 2017

Tra le ricadute positive del Gruppo Hera nei territori di riferimento che compongono il valore aggiunto distribuito agli stakeholder si collocano anche le sponsorizzazioni e le liberalità. Il Gruppo Hera continua nel tempo a individuare e premiare partnership di rilievo capaci di intercettare gli interessi del territorio e stimolarne la crescita, favorendo relazioni positive e promuovendo il ruolo propositivo del Gruppo nei territori serviti.

Sponsorizzazioni
migliaia di euro 2015 2016 2017
Attività ricreative 74 202 160
Cultura 1.111 1.152 1.071
Sport 552 484 297
Sociali 378 44 31
Ambientali 99 421 360
Altro 144 209 168
Totale 2.358 2.513 2.087
di cui nel territorio 2.289 2.354 2.042
di cui fuori territorio 69 159 45

Nel 2017 il Gruppo Hera ha contribuito alla realizzazione di circa oltre 2 milioni di euro in sponsorizzazioni che, in vari ambiti, hanno contribuito ad arricchire di contenuti ed iniziative le comunità locali. Infatti sul totale delle sponsorizzazioni effettuate, il 98% è destinato al territorio di riferimento.

In questa prospettiva, l’impegno del Gruppo per promuovere arte, musica cinema, teatro, sport e ambiente diventa motore sia per veicolare contenuti di alto profilo artistico, sia per renderli fruibili e accessibili a tutti.

Il Gruppo Hera ha continuato anche quest’anno a premiare iniziative di rilievo nei territori serviti, in quanto prendersi cura del territorio significa  individuare e valorizzare le iniziative capaci di stimolare una crescita socio culturale, utile a un miglioramento complessivo della qualità della vita delle persone.

Nel 2017 sono state 130 le attività che il Gruppo ha sostenuto in ambito arte, musica, cinema, teatro e sport.

Arte. Nel corso del 2017 sono state sostenute mostre, esposizioni e progetti di rilievo. Tra le partnership più significative, anche in termini di affluenza, la mostra “Art Decò”, allestita ai Musei San Domenico di Forlì nel primo semestre dell’anno. L’esposizione ha presentato un movimento artistico trasformato in un vero e proprio stile di vita, riversandosi nel campo delle arti, associandosi ai linguaggi emergenti della pubblicità e contribuendo ad affermare il Made in Italy nel mondo.

Pubblico e clienti sono stati accolti anche nelle 9 mostre allestite e agli incontri con i più importanti graphic novelist del panorama nazionale e internazionale in occasione dell’undicesima  edizione di “Bilbolbul”, il festival Internazionale del fumetto, tenutosi a Bologna e di cui il Gruppo Hera è main partner oltre che fondatore. In questo ambito, Hera ha sostenuto la mostra dal titolo “Primi lavori” dedicata a Mattotti, il più  importante e conosciuto fumettista e illustratore italiano. Sempre a Bologna, grazie al sostegno  di Hera a Fotoindustria, la biennale di fotografia dedicata all’industria ed al lavoro, grazie alla quale numerosi visitatori hanno potuto scoprire luoghi non accessibili al pubblico, aprendo scorci inattesi di grande profondità storica e artistica. Inoltre, il Gruppo ha sostenuto il SìFest di Savignano sul Rubicone, il celebre concorso fotografico che a settembre trasforma la città romagnola nel punto di incontro tra artisti di fama internazionale, appassionati e non del mondo della fotografia.  Prosegue la collaborazione  con il rinomato Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza che ha promosso la  mostra “Tra Simbolismo e Liberty: Achille Calzi”, punto di arrivo di un importante lavoro antologico su un artista cardine della storia culturale e della produzione simbolista e liberty del nostro paese.

Hera ha affiancato il Festival della Filosofia di Modena dedicato nel 2017 al tema delle arti, con un focus sulle pratiche d’artista e le forme della creazione in tutti gli ambiti produttivi. Il tema è stato declinato dal nostro Gruppo attraverso la realizzazione della mostra “Scart, il lato bello e utile del rifiuto”, che ha esposto lavori realizzati dagli studenti delle Accademie di Belle Arti di Bologna e Firenze, quali ritratti di personaggi famosi e sculture di animali, ottenuti attraverso il riuso di materiali di scarto destinati allo smaltimento.

Accesso alla cultura e sostegno al territorio sono concetti evidenti anche nel contributo SalaBorsa, la più importante biblioteca di Bologna che grazie ad Hera ha potuto garantire le aperture domenicali.

Teatro. Prosegue la collaborazione con il Festival Internazionale del Teatro in Piazza, giunto alla 47ᵃ edizione, in programma ogni anno a luglio a Santarcangelo di Romagna. Forte del sostegno di Hera, il Festival si apre ancora di più all’internazionalità e si colloca sempre nella direzione del linguaggio contemporaneo e della sperimentazione. Il Gruppo ha sostenuto anche ERT (Emilia Romagna Teatro fondazione), il teatro stabile pubblico presente in 5 città (Modena, Vignola, Castelfranco, Bologna e Cesena), la cui mission è quella di valorizzare il teatro con spettacoli progettati con e per le città. Il contributo del Gruppo è andato anche ai teatri romagnoli: il “Rossini” di Lugo, la Rete dei Teatri della Valmarecchia e dell’Unione Valconca nel riminese,

Musica. Ogni anno IL Gruppo Hera individua le stagioni concertistiche di assoluta eccellenza capaci di interessare un pubblico diversificato. Tra queste, la Fondazione Musica Insieme e il Bologna Festival con la rassegna “I grandi interpreti” e “Il Nuovo e l’Antico” dedicato  al decennale della scomparsa di Karlheinz Stockhausen. Hera ha sostenuto questo innovativo progetto che ha permesso al pubblico di approfondire la  propria conoscenza in merito al grande musicista tedesco, definito uno dei compositori più importanti del XX e XXI secolo.

Tra le stagioni teatrali, una menzione speciale va alla collaborazione con il Teatro Comunale di Bologna, altra realtà eccellente del territorio che conferma il binomio tra tradizione e sperimentazione nel proprio programma, con nuove produzioni sostenute da Hera, come le opere Aida e Tosca.

Confermato il sostegno anche al Ravenna Festival, uno dei più importanti appuntamenti culturali italiani. Il Gruppo Hera ha sponsorizzato il progetto dedicato all’Inferno di Dante: tutta la città è diventata il palcoscenico di uno  spettacolo itinerante che partendo dalla tomba del Sommo Poeta è giunto fino al Teatro Rasi.

La storica collaborazione con Bilbolbul ha permesso di identificare in Lorenzo Mattiotti, l’artista che ha realizzato le illustrazioni originali dell’edizione 2017 del Bologna Jazz Festival.

Hera è main sponsor della  rassegna musicale e ha sostenuto  la personalizzazione di due autobus del jazz che sono diventati opere d’arte viaggianti, permettendo ai fruitori di conoscere il programma del festival. In occasione dell’inaugurazione, è stata realizzata una jam session all’interno di uno degli autobus.

Sono state confermate anche le partnership con il Ferrara Buskers Festival, rassegna internazionale del musicista di strada, con il Porretta Soul Festival e  con il Verucchio Music Festival, che presentano nei loro appuntamenti  musicisti di primordine nel panorama internazionale.

Cinema. Tra le partnership di successo, Hera conferma il proprio sostegno a favore della promozione della cultura cinematografica. Si consolida il contributo, come main sponsor, alla Cineteca di Bologna con le rassegne “Il cinema ritrovato” e “Sotto le stelle del Cinema”, che hanno permesso non solo la fruizione di grandi capolavori, ma anche a migliaia di persone di accedere, ogni sera gratuitamente, alle proiezioni in Piazza Maggiore a Bologna nel periodo estivo. Sono state rinnovate anche le partnership con Biografilm Festival, che, nell’edizione 2017, ha introdotto il Biografilm Hera Theatre, sede di numerose proiezioni durante la celebre rassegna. L’interesse per la sala e la pellicola viene confermato anche attraverso il sostegno a iniziative presenti in altri territori, come Sassuolo con “cinema Estivo” e 10 comuni del comprensorio imolese con “Rassegne itineranti”.

Sport e Sociale. In ambito sportivo confermata la collaborazione con la quarta RiminiMarathon che in primavera ha portato nel capoluogo romagnolo migliaia di atleti e famiglie a fini benefici. Hera promuove, attraverso diverse manifestazioni, lo sport come benessere e motore di solidarietà. Tra gli eventi maggiormente rilevanti si trova la tappa bolognese della Race for the Cure, una corsa “in rosa” per sensibilizzare sull’importanza della prevenzione dei tumori al seno. Nel 2017 è stata rinnovata la collaborazione con la Diabetes Marathon, per sostenere le attività dell’associazione Diabetici Forlivese e i Laboratori del benessere, percorsi di gruppo per  informare su un corretto stile di vita. Inoltre, nel territorio ravennate il  Gruppo ha sostenuto l’iniziativa ItineRA, un evento dedicato al cammino, riscoprendo l’ambiente, la storia e la cultura del proprio territorio.

Infine, Hera è al fianco del mondo del basket a Ravenna e Imola sostenendo le formazioni giovanili di Ravenna Basket e Andrea Costa Imola Basket, e a Bologna con gli under 14-16 e 18 del Rugby 1928.

Ambiente. Le collaborazioni strette in tutto il territorio servito sono state ulteriormente valorizzate grazie allo svolgimento attento e puntuale dei servizi. Questa sensibilità è evidente nel progetto Trashware, iniziativa che ha permesso di donare i materiali recuperati da vecchi PC ad associazioni o privati in difficoltà. In riferimento a diverse iniziative Hera ha garantito la distribuzione di acqua di rete tramite l’installazione di Sorgenti Urbane mobili.

In campo nazionale il Gruppo ha partecipato al Festival dell’Acqua, che si è svolto a Bari, importante evento dedicato allo stato delle risorse idriche del Pianeta. Il nostro Gruppo ha presentato, attraverso i nostri tecnici, le best practice attive nel nostro territorio in ambito idrico.

Nel 2017 il Gruppo Hera ha inoltre continuato la collaborazione con oltre 80 associazioni di categoria che possono così usufruire di servizi innovativi e condizioni di fornitura vantaggiose. Nel 2017 si è concretizzata la collaborazione con la FIGC Umbria, che vede Hera Comm tra le relazioni ufficiali dell’associazione: l’accordo non rappresenta solo un’occasione di risparmio per tutte le società affiliate ma anche un’importante opportunità per far conoscere Hera Comm e il Gruppo Hera nella regione.

Il sostegno ai territori, in particolare a quelli colpiti dai recenti terremoti, è da sempre uno dei principi cardine del Gruppo e la convenzione con la Confcommercio de L’Aquila vuole essere un gesto concreto in tal senso. Un’altra iniziativa che valorizza il territorio e le tradizioni culinarie della stagione autunnale è Week End Gastronomici: organizzata dalla Ascom Confcommercio di Pesaro e Urbino con la collaborazione di Hera Comm, l’iniziativa  ha visto la partecipazione di oltre 60 ristoranti dell’entroterra.

Hera Comm ha contribuito anche alla seconda edizione del premio nazionale Cambiamenti organizzata dalla CNA Parma: l’evento prevede la premiazione delle startup che sono state capaci di valorizzare i propri territori, anche attraverso l’innovazione tecnologica, portando un cambiamento positivo in termini economici, sociali o culturali. Nel 2017 sono inoltre proseguite due collaborazioni importanti: la prima con Ascom Confcommercio Bologna che, attraverso la consegna della Tessera Oro, garantisce consulenze dedicate da parte di Hera Comm e forniture con bonus esclusivi. La seconda è quella con l’Arci di Reggio Emilia, che ha visto Hera Comm presente con un corner dedicato ad attività commerciali e informative nelle serate del cinema estivo organizzate dall’associazione.

Liberalità e donazioni
migliaia di euro 2015 2016 2017
Attività ricreative 20 4 5
Cultura 100 100 159
Sport 9 7 9
Sociali 100 147 134
Ambientali 58 5 38
Altro 23 17
Totale 310 272 361
di cui nel territorio 299 259 268
di cui fuori territorio 11 14 93

Le liberalità rappresentano un’ulteriore opportunità di sostegno al territorio, attraverso la quale il Gruppo Hera si impegna attivamente a favore delle categorie sociali più deboli.

Nel 2017 il Gruppo ha erogato oltre 361 mila euro in liberalità, di cui il 74% al territorio di riferimento. Circa l’81% delle liberalità è di carattere culturale e sociale.

Tale sensibilità è estesa anche grazie all’iniziativa HeraSolidale, che prevede il supporto a undici associazioni (una per ogni territorio) attraverso devoluzioni mensili trattenute dalla busta paga dei dipendenti. Nel 2017 Hera ha contribuito all’iniziativa raddoppiando la quota complessiva donata dai lavoratori nel 2016.

Inoltre, nel 2017 Hera ha rinnovato la propria adesione anche a favore di enti ed associazioni impegnate sia nella prevenzione delle malattie (attraverso la ricerca scientifica) sia nell’assistenza agli ammalati. Un esempio tra tutti, il sostegno all’associazione LILT, che finanzia progetti di ricerca in campo oncologico, e alla Fondazione ASPHI Onlus, che a Bologna, attraverso le nuove tecnologie, promuove l’integrazione dei disabili nella scuola, nel lavoro e nella società, così come ad altre realità emiliano-romagnole che continuano a concretizzare progetti virtuosi.

A questo proposito vale la pena ricordare il sostegno, fin dalla sua nascita (2010), alla Fondazione Romagna Solidale di Cesena che, grazie alla volontà di 50 aziende,  mette insieme le forze del territorio per migliorare la qualità di vita dei soggetti più deboli attraverso il sostegno di realtà no profit che operano in settori come tutela della salute, disabilità, assistenza agli anziani, formazione dei giovani. La Fondazione ha operato anche nelle zone interessate dal terremoto, donando dei moduli abitativi.

Sempre sul fronte sociale, il Gruppo è partner dell’attività il Mantello, di Ferrara, che opera come forma di sostegno al reddito, attraverso la distribuzione di beni di prima necessità, ma anche offrendo opportunità formative, orientamento al lavoro e ai servizi socio-sanitari, gestione del bilancio familiare, educazione al consumo consapevole e promozione della cittadinanza attiva.

Hera orientato parte delle proprie liberalità anche a favore del settore culturale, sostenendo ad esempio l’Associazione Muse, impegnata nella promozione di attività didattiche ed il Museo Casa Natale Enzo Ferrari di Modena, che custodisce una parte importante del patrimonio sportivo e tecnologico del made in Italy.

Infine, in campo ambientale il Gruppo collabora con la Fondazione Cetacea, il Centro di Recupero Cura e Riabilitazione di Riccione, che è  attiva nel soccorso di animali in difficoltà, soprattutto tartarughe marine e cetacei.

La politica aziendale, invariata per il 2017, non prevede, in coerenza con quanto definito nel proprio Codice etico, l’erogazione di contributi di alcun genere a partiti o a politici

 

Gli investimenti