57,7%
raccolta differenziata
in un territorio di 3,3 milioni
di abitanti
94,6%
di rifiuti recuperati
la quota della raccolta differenziata
recuperata a favore dell’economia
circolare
103 mila
tonnellate di plastica riciclata
prodotta da Aliplast

La qualità della depurazione

Nel 2017 il Gruppo Hera ha gestito il servizio di fognatura e depurazione in 231 comuni, di cui 49 attraverso Marche Multiservizi e 18 tramite AcegasApsAmga.

A livello di Gruppo la copertura del servizio di fognatura per tutti gli agglomerati è pari al 93% del fabbisogno del territorio (abitanti equivalenti). Il valore sale al 99% se si considerano soltanto gli agglomerati con più di 2 mila abitanti equivalenti presenti in Emilia-Romagna.

Il servizio di depurazione copre nel 2017 il 92% degli abitanti equivalenti presenti nel territorio servito dal Gruppo. Anche questo valore sale al 99% se si considerano solo gli agglomerati con più di 2 mila abitanti equivalenti presenti in Emilia-Romagna.

Si tratta di valori molto positivi se confrontati con la media delle utilities italiane che hanno partecipato allo studio di Utilitatis nel 2016, corrispondenti a 90% per la rete di fognatura e 88% per la rete di depurazione. Per quanto riguarda la situazione nazionale gli ultimi dati disponibili risalgono al 2007 anno in cui l’85% degli italiani era servito dalla rete di fognatura e il 70% da un impianto di depurazione (fonte Blue Book 2009 di Utilitatis nel 2007). Valutando la percentuale di acque reflue trattate rispetto al totale invece la media italiana al 2015 si attesta a 89,9%, con picchi negativi per le regioni del sud Italia come il 68,5% della Sicilia o il 76,9% della Calabria (fonte: ISPRA).

Nel 2017 il Gruppo Hera ha trattato complessivamente oltre 364 milioni di metri cubi di acque reflue rispetto ai 393 milioni del 2016 in conseguenza della scarsa piovosità del 2017 e quindi dei minori afflussi di acque di origine meteorica. Le reti fognarie afferenti agli impianti sono prevalentemente di tipo misto e l’entità dei volumi trattati dipende quindi dalle precipitazioni. Nel territorio dell’Emilia-Romagna la depurazione dei reflui è stata effettuata mediante 880 impianti di trattamento di cui 14 con potenzialità superiore a 100 mila abitanti equivalenti.

La rete fognaria gestita da Hera Spa ha una lunghezza di 14.681 km, di tipo misto per il 53% del totale (era il 55% nel 2014). A livello di Gruppo la rete fognaria gestita ha una lunghezza di 18.642 km, di tipo misto per il 58% del totale.

Qualità dell’acqua depurata rispetto ai limiti di legge (valori ottimali<100%)L’indicatore è relativo agli impianti con più di 10 mila abitanti equivalenti (i volumi trattati in questi impianti sono pari al 77% del totale dei reflui trattati) ed è calcolato sulla base del rapporto tra la concentrazione misurata di Bod5, Cod, Sst, azoto ammoniacale, fosforo e azoto totale e le relative concentrazioni massime ammesse dal D.Lgs. 152/2006.

L’efficienza di rimozione delle sostanze inquinanti rispetto ai limiti di legge, sintetizzata dall’indicatore esposto nel grafico, è collegata alla capacità depurativa dell’impianto e alle tecnologie adottate. A livello di Gruppo questo indicatore è mediamente pari al 39% dei limiti di legge se si considerano Bod5, Cod, Sst, azoto ammoniacale, fosforo e azoto totale e al 30% se si escludono fosforo e azoto totale. L’andamento dell’indicatore che sintetizza l’efficienza di rimozione delle principali sostanze inquinanti è in lieve miglioramento rispetto agli anni precedenti anche in virtù del fatto che sono in completamento alcuni importanti progetti di adeguamento avviati negli anni precedenti.

 

I principali interventi di ampliamento di impianti di depurazione