15 anni
57,7%
raccolta differenziata
in un territorio di 3,3 milioni
di abitanti
94,6%
di rifiuti recuperati
la quota della raccolta differenziata
recuperata a favore dell’economia
circolare
103 mila
tonnellate di plastica riciclata
prodotta da Aliplast

Percentuale di analisi sull’acqua in uscita dagli impianti di depurazione conformi alla legge

Percentuale di analisi sull’acqua in uscita dagli impianti di depurazione conformi alla legge
% 2015 2016 2017
Impianti con più di 10.000 abitanti equivalenti 99,3% 99,2% 99,0%
Impianti con meno di 10.000 abitanti equivalenti 99,0% 99,2% 99,5%
Media ponderata 99,2% 99,2% 99,1%

I dati 2015 e 2016 sono stati allineati ai criteri di calcolo utilizzati per il 2017

Considerando le 10.811 analisi effettuate nel 2017 in 229 impianti di depurazione, nel 99,1% dei casi i risultati sono risultati conformi ai limiti di legge.

I  valori consuntivati nel 2017 per questo indicatore rappresentano una situazione molto soddisfacente, con percentuali di controlli conformi, rispetto al totale dei monitoraggi, confortanti. Gli unici dati relativi a controlli che hanno attestato superamenti dei limiti autorizzativi si riferiscono a situazioni del tutto episodiche e sostanzialmente compatibili con la variabilità dei carichi in ingresso, delle condizioni di esercizio e dello stato strutturale degli impianti.

La qualità della depurazione può essere rappresentala anche dal monitoraggio del trend di adeguamento degli agglomerati urbani, intesi come territori in cui sono concentrate popolazioni e attività produttive in misura tale da rendere ammissibile, tecnicamente ed economicamente la realizzazione di un sistema fognario depurativo autonomo. Come stabilito da Direttiva 91/271/CEE,  D.Lgs. 152/2006 e Piano di Tutela della Acque della regione Emilia Romagna per dichiarare a norma un agglomerato devono essere soddisfatte le seguenti due condizioni: il collettamento dei reflui almeno pari al 95%, la capacità degli impianti di depurazione deve essere superiore agli abitanti equivalenti dell’agglomerato stesso con trattamento secondario o terziario (dove necessario).

 

L’adeguamento del sistema fognario-depurativo