15 anni
57,7%
raccolta differenziata
in un territorio di 3,3 milioni
di abitanti
94,6%
di rifiuti recuperati
la quota della raccolta differenziata
recuperata a favore dell’economia
circolare
103 mila
tonnellate di plastica riciclata
prodotta da Aliplast

Il recupero di materia ed energia negli impianti di selezione di Herambiente

Gli impianti di selezione trattano i rifiuti urbani e speciali provenienti da raccolta differenziata e da attività produttive/artigianali prevalentemente del territorio provinciale nel quale sono collocati. L’obiettivo del processo, svolto con tecnologie più o meno complesse e linee di trattamento specifiche per la tipologia di raccolta da trattare, è quello di recuperare la maggiore quantità possibile di materia dal flusso conferito e ridurre il ricorso alla discarica. Questi impianti recuperano: carta/cartone, plastica, legno, metalli, vetro, rifiuti biodegradabili (da potature), pneumatici, tessili, inerti. Le linee di trattamento utilizzate sono specifiche per le caratteristiche di ogni raccolta, 5 impianti su 6 sono dotati di linee a lettura ottica particolarmente performanti nella selezione delle raccolte urbane di plastica e carta sia a livello di portata (quantità oraria di rifiuto trattato) sia per la qualità del materiale ottenuto dalla selezione.

Gli scarti del trattamento, cosidetti sovvalli e non destinabili a recupero materia, sono destinati a recupero energetico o smaltimento.

Nel 2017 gli impianti di selezione e recupero di Herambiente hanno trattato 371.905 tonnellate di rifiuti, il quantitativo valorizzato e avviato a recupero materia rappresenta circa il 73% dell’ingresso, la quota avviata a recupero energetico rappresenta poco più del 3%, per un recupero complessivo del 76,2%. Il dato di recupero di materia complessivo conferma il trend in crescita rispetto agli anni precedenti. Al recupero energetico viene destinata una quota del sovvallo prodotto, circa il 13% degli scarti viene avviato a termovalorizzazione. Il progetto di implementazione di linee di triturazione per incrementare le quote di sovvallo destinabili a recupero energetico è ancora in corso, a fine 2017 è stata rilasciata l’autorizzazione per l’impianto di Granarolo che vedrà nei primi mesi del 2018 l’installazione del trituratore. Durante il 2018 si attiverà l’iter autorizzativo per Modena.

Solamente il 22% dei rifiuti trattati è stato avviato a smaltimento, i rifiuti in giacenza presso gli impianti a fine 2017 rappresentano meno del 2% rispetto all’ingresso.

Percentuale di rifiuti avviati a recupero di materia e di energia
% 2015 2016 2017
Bologna 66,3% 71,4% 68,0%
Coriano (RN) 75,9% 81,1% 81,9%
Ferrara 75,5% 87,9% 80,9%
Lugo (RA) 72,7% 79,3% 77,1%
Modena 58,1% 75,7% 73,4%
Mordano (BO) 67,5% 76,7% 76,9%
Totale 69,3% 78,6% 76,2%
Di cui recupero di materia 66,5% 71,3% 72,9%
Di cui recupero di energia 2,8% 7,3% 3,3%

 

Il sistema integrato di Aliplast