15 anni
2,0
milioni di tonnellate di gas serra evitate
607
GWh
di energia rinnovabile prodotta pari al consumo di 190 mila famiglie
-16%
nell'impronta di carbonio della produzione di energia rispetto al 2015. Obiettivo -22% entro il 2021

Promozione dell'efficienza energetica

Il contesto internazionale

Il consumo energetico mondiale è in continuo aumento con effetti importanti sulle emissioni di gas serra e sui consumi di acqua.

L’Europa è il maggior importatore di energia al mondo, in un contesto in cui i prezzi dei combustibili fossili (petrolio e gas naturale) sono volatili e in rialzo. L’attivazione di misure di efficienza energetica determina un aumento della competitività dei Paesi e un incremento dell’occupazione, oltre a produrre benefici ambientali. L’Italia, pur avendo raggiunto ottimi risultati di efficienza energetica, ha un’importante quota di edifici residenziali e pubblici datati e poco efficienti con costi elevati di funzionamento e manutenzione.

30%

l’aumento della domanda energetica mondiale entro il 2040 secondo lo scenario attuale

65%

gli edifici residenziali in Italia che hanno oltre 40 anni. Incidono per il 28% dei consumi

4 MILIARDI

le tonnellate di CO2 equivalente risparmiate in Europa fra il 2000 e il 2016 grazie a interventi di efficienza energetica

270 MILA

i posti di lavoro diretti creati annualmente in Italia grazie al recupero edilizio e alla riqualificazione energetica

10%

il consumo globale di acqua attribuibile alla produzione di energia elettrica

70%

il tasso di importazione di energia in Europa al 2030

Europa: obiettivi e politiche sull’efficienza energetica

Con la “Clean energy for all Europeans”, presentata nel 2016 dalla Commissione Europea, sono state proposte nuove misure per limitare i consumi energetici, tra cui l’innalzamento del target di riduzione dei consumi energetici al 30%, l’estensione del regime obbligatorio di risparmio annuo e una roadmap per il rinnovamento degli edifici (che varrà fino al 2050).

Target europei relativi alla riduzione dei consumi energetici rispetto alle proiezioni in assenza di nuove politiche 20% sulla base dello scenario stimato nel 2012 al 2020 30% “Clean energy for all” 2016 al 2030

L’Italia guarda al 2030

Nel 2017 l’Italia ha aggiornato la Strategia Energetica Nazionale, recependo la proposta di target, più sfidante, di riduzione dei consumi del 30% al 2030. L’obiettivo è promuovere le iniziative per il risparmio energetico nei settori più critici (civile e trasporti), in modo da ridurre le emissioni di CO2 e la dipendenza energetica, garantendo la sicurezza di approvvigionamento.

L'europa sulla strada per raggiungere gli obietivi al 2020 e al 2030 (dati in Mtep, milioni di tonnellate equivalenti di petrolio)

Consumi di energia finali previsti con e senza applicazione delle misure della Strategia Energetica Nazionale 2017 (Mtep)

Uno strumento strategico per il risparmio energetico: i certificati bianchi (target annui nazionali di risparmio in Mtep)