+255%
rendimento totale
del titolo rispetto
alla quotazione
2003
9,5
centesimi di euro
dividendo
per azione
1.248
milioni di euro
valore aggiunto distribuito
agli stakeholder del territorio

Piena trasparenza con gli azionisti e il mercato finanziario sulla creazione di valore

Hera comunica al mercato le informazioni economico-finanziarie rilevanti in modo tempestivo  agevolando la loro corretta valutazione in modo da agevolare il trasferimento del valore generato dalla gestione al titolo azionario.

Per garantire agli azionisti un’informativa trasparente, tutti i comunicati che possono influenzare il prezzo del titolo sono divulgati in tempo reale. La comunicazione è taylorizzata e trasmessa attraverso diversi canali a tutte le categorie di investitori (istituzionali, socialmente responsabili, privati e retail, enti pubblici), e assicura l’accessibilità alle informazioni principali sia di carattere economico-finanziario che sociale e ambientale.

Hera continua a profondere il massimo impegno per garantire una pluralità di valutazioni professionali e indipendenti sul valore della società. A tal proposito è previsto l’avvio di nuove coperture nel corso del 2018 che dovrebbero compensare la diminuzione degli analisti che hanno seguito il titolo nel 2017 a causa di riorganizzazioni interne agli uffici studi dei broker. Alla fine dell’anno una netta prevalenza di broker (cinque su sette) aveva un giudizio favorevole sul titolo Hera, mentre erano assenti raccomandazioni di vendita. Supportati dai risultati economici presentati trimestralmente dal Gruppo, gli analisti hanno espresso valutazioni crescenti nel corso dell’anno, con il target price medio che è passato da 2,77 euro a 3,14 euro alla fine del periodo.

Andamento titolo Hera e consensus medio a confronto

Valutazione e target price degli analisti che seguono il titolo Hera
Società 2017
Banca Akros Buy 3,00
Banca IMI Buy 3,30
Equita Sim Hold 3,12
Intermonte Outperform 3,30
Kepler Cheuvreux Buy 3,30
MainFirst Neutral 2,85
Mediobanca Outperform 3,10
Target price medio   3,14

 

L’impegno per ridurre il rischio-investimento