+212%
rendimento totale
del titolo rispetto
alla quotazione
2003
1.281
milioni di euro
valore aggiunto distribuito
agli stakeholder del territorio
1.913
milioni di euro
valore economico distribuito
al territorio

Open innovation e ascolto delle comunità locali con il nuovo modello di HeraLAB

Acronimo di Local Advisory Board, i LAB sono lo strumento che Hera mette a disposizione dei territori in cui opera per attivare un canale strutturato di ascolto e dialogo con le comunità locali. Nel 2018 nei territori di Ravenna e Ferrara ha preso il via il nuovo modello di HeraLAB definito sulla base dell’esperienza avviata dal 2013. Più semplice e più orientato all’innovazione nei servizi gestiti da Hera, il nuovo modello prevede incontri concentrati in un anno invece che su tre e più spazio all’ascolto degli stakeholder. Formato da 12 rappresentanti dei diversi portatori d’interesse locali, i componenti dei nuovi LAB nominati dal Consiglio d’Amministrazione di Hera a novembre 2017 si sono riuniti nel corso del 2018 cinque volte su ciascun territorio.

Considerando i sei LAB, precedente e nuova edizione, al 31 dicembre 2018 sono stati realizzati complessivamente 98 incontri (pari a oltre 2.100 ore di ascolto) e i 69 membri hanno ideato e proposto a Hera 68 nuovi progetti, 44 dei quali già realizzati. In particolare, nel 2018 sono stati realizzati complessivamente dieci incontri ordinari e una visita agli impianti di selezione rifiuti, teleriscaldamento e termovalorizzatore a Ferrara.

Nel 2018, con i nuovi LAB di Ferrara e Ravenna, si sono co-progettate 12 iniziative che saranno realizzate nel corso del biennio successivo:

Le sei iniziative di Ravenna:

  • Partecipiamo a macchia d’olio. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di incentivare il recupero dell’olio esausto attraverso un processo di sensibilizzazione che coinvolga le associazioni del territorio e che riconosca un premio per le comunità a fronte dei risultati ottenuti;
  • Piccoli robot rinascono! La finalità è quella di intercettare all’interno dell’area del riuso presso la Stazione Ecologica di Ravenna Romea Nord, beni riutilizzabili grazie al coinvolgimento della Scuola “Arti e Mestieri” Angelo Pescarini e di altre Onlus che ne presidieranno il loro recupero e la loro destinazione per finalità sociali;
  • Zero plastica in mare. L’iniziativa prevede di sviluppare un circuito virtuoso attraverso una collaborazione con i consorzi dei pescatori e altri interlocutori affinché durante le attività di pesca si effettui anche la raccolta della plastica in mare;
  • E scartoz. Progetto inserito nel contesto delle iniziative di prevenzione degli sprechi alimentari, attraverso la creazione di una rete di ristoranti “green” che promuovano, nei confronti dei clienti, la buona pratica dell’utilizzo dei contenitori per avanzi di cibo;
  • Consuma bene e raccogli meglio! L’obiettivo dell’iniziativa è quello di integrare la raccolta differenziata di rifiuti con il posizionamento di «isole ecologiche» presso i centri commerciali per la raccolta di plastica di qualità o di altre frazioni;
  • Dal rubinetto, please! Lo scopo è quello di promuovere il consumo di acqua di rete da parte di esercenti e pubblici servizi nei confronti della propria clientela, per prevenire e ridurre gli impatti ambientali legati al consumo di acqua in bottiglia.

Le sei iniziative di Ferrara:

  • Campagne educative e comunicazione in lingua. L’iniziativa ha lo scopo di utilizzare diverse forme di comunicazione più vicine ai cittadini, in particolare rivolte a studenti e stranieri, relativamente alle regole che occorre rispettare per differenziare bene i propri rifiuti e contemporaneamente mantenere la città pulita e salvaguardarne il decoro, grazie ad azioni di comunicazione semplice, chiara, multilingue e attraverso il coinvolgimento delle Onlus del territorio;
  • 10 in condotta. Progetto di comunicazione che mira a illustrare in maniera efficace la complessità del servizio idrico anche riferito alle rotture di rete: dal momento della rottura a quello della risoluzione del problema;
  • I numeri parlano chiaro. Realizzare un percorso informativo che, attraverso diversi strumenti, come l’utilizzo di un flyer in bolletta, consenta ai cittadini di acquisire la consapevolezza del destino finale dei rifiuti che vengono separati nelle case;
  • Compost you! Lo scopo dell’iniziativa è promuovere la diffusione del compostaggio domestico presso le famiglie e di auto-compostaggio verso utenze target (come ad esempio gli orti sociali). A tale fine verrà avviata una campagna di comunicazione per la valorizzazione della frazione organica e la promozione del compostaggio domestico grazie al quale i cittadini possano raccogliere il rifiuto organico, in particolare scarti verdi, e poi utilizzare il compost prodotto in un’ottica di economia circolare;
  • Differenziare: il valore del tuo/nostro impegno. Il progetto mira a fornire ai cittadini una maggiore consapevolezza e conoscenza delle tematiche legate ai rifiuti tramite l’utilizzo di indicatori all’interno dei Centri di Raccolta e presso gli sportelli clienti di Hera;
  • Sportello in centro. L’iniziativa prevede l’apertura di uno sportello clienti Hera in centro a beneficio in particolare delle persone anziane (iniziativa già realizzata a febbraio 2019).

Come nella prima edizione, anche nella nuova edizione è previsto un “gettone di presenza” pari a 150 euro per ogni componente e per ogni incontro che costituirà un fondo a disposizione del LAB per supportare progetti locali di sostenibilità promossi da enti pubblici e non profit. Nel territorio di Ferrara i partecipanti al LAB hanno deciso di devolvere 7.200 euro all’Associazione Agire Sociale, mentre a Ravenna sono stati destinati 3.600 euro all’Associazione Letizia Onlus e 3.600 euro Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici.

A gennaio 2019 sono stati nominati i componenti dei LAB di Bologna e Rimini che hanno avviato i lavori a marzo 2019 con il primo incontro dedicato alla conoscenza di Hera e alla definizione dei temi locali ritenuti più rilevanti e che costituiranno gli ambiti di lavoro del LAB.

Costruire insieme il futuro, un report dedicato alle attività di community engagement