96,8%
lavoratori a tempo indeterminato
3,3
milioni di euro
utilizzati dai lavoratori in sette ambiti
con Hextra nel 2017, il piano
di welfare aziendale
25%
della retribuzione variabile di dirigenti e quadri
è collegato a obiettivi di sostenibilità
della balanced scorecard

Relazioni industriali

Il 25 maggio 2017 è stato sottoscritto tra la direzione aziendale e le organizzazioni sindacali nazionali, regionali, territoriali e RSU il rinnovo del Contratto Collettivo Integrativo per tutto il personale del Gruppo Hera operante in Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche e Veneto. Con tale rinnovo si porta a completamento, con l’integrazione di Marche Multiservizi, il percorso di armonizzazione del premio di risultato di Gruppo, in precedenza già perseguito in tutte le altre realtà societarie, che sarà valido per gli anni 2016, 2017, 2018 e 2019.

Queste le novità più rilevanti contenute nell’accordo:

  • riconosciuto un incremento medio complessivo nel quadriennio (2016-2019) di 650 euro al parametro 100 della scala parametrica di Gruppo;
  • in coerenza con l’impianto previgente, il premio di risultato continuerà a essere articolato su reddittività di Gruppo, produttività e indicatori specifici di settore;
  • a decorrere dal 2018, cosi come previsto dalla normativa vigente, il dipendente avrà la possibilità, su base volontaria, di sostituire il premio di risultato in denaro con servizi di welfare aziendale per un valore massimo del 50% del premio annuo; tale quota si aggiunge al “pacchetto flessibile welfare” che l’azienda già riconosce individualmente ai dipendenti;
  • al fine di ottenere i benefici della decontribuzione di parte del premio di risultato, le parti hanno condiviso l’istituzione sperimentale di un sistema partecipativo attraverso la costituzione del Comitato per la partecipazione e attraverso i Gruppi di lavoro paritetici individuati, al fine di realizzare un coinvolgimento paritetico dei lavoratori che possa consentire il miglioramento delle prestazioni produttive e della qualità del lavoro.

E’ stato inoltre sottoscritto con le organizzazioni sindacali nazionali, regionali, territoriali e RSU del comparto energia, a seguito della disdetta da parte di Enel del cosiddetto “Accordo di reciprocanza” nell’applicazione delle agevolazioni tariffarie sulle forniture di energia, il verbale di accordo per i dipendenti delle società del Gruppo Hera, gli ex dipendenti in pensione e i coniugi superstiti “extrarete” ancora interessati dal beneficio. Tali agevolazioni continueranno a essere garantite, agli aventi diritto, attraverso la formulazione, da parte delle società di vendita del Gruppo, di un’offerta commerciale a mercato libero con applicazione di uno sconto nella bolletta elettrica che riproduce il medesimo sistema di scontistica sino a oggi applicato.

Nel mese di settembre 2017 sono stati inoltre sottoscritti due verbali di incontro finalizzati all’implementazione, su base volontaria, della modalità operativa dello smart working per i dipendenti del Gruppo. Nello specifico è stato dato avvio ad un piano formativo per i dipendenti delle aree potenzialmente impattate dal progetto pilota, nonché avviata la sperimentazione all’interno delle aree individuate. Tale sperimentazione avrà termine a marzo 2018. Le parti hanno stabilito di rivedersi entro il mese di marzo 2018 per una verifica complessiva finalizzata a una intesa.

Si è provveduto inoltre a dare corso a quanto previsto dal rinnovo del CCNL Gas Acqua in merito al superamento delle indennità di guida e maneggio denaro.

Sempre a livello di Gruppo è stato sottoscritto con le organizzazioni sindacali  nazionali il verbale di accordo concernente il Piano di formazione finanziata 2017 ed è stato presentato alle stesse il Piano di formazione 2017 come previsto dal Protocollo delle relazioni industriali.

Nell’Area Emilia Romagna è stato sottoscritto, con le organizzazioni sindacali territoriali di Modena, un Accordo concernete l’istituzione di un orario di lavoro “multiperiodale” in ambito Direzione Servizi Ambientali – Distretto di Modena – area montagna, al fine di aumentare l’orario di lavoro settimanale a 40 ore nel periodo estivo, maggiormente critico per il servizio, con conseguente abbattimento dello straordinario, alternato a periodi, meno critici, con orario settimanale da 36 e 38 ore.

E’ stato, inoltre, definito tramite Accordo con la RSU settore Gas Acqua del territorio di Ravenna il nuovo orario di lavoro per il personale di HERAtech S.r.l. addetto ai Laboratori – Settore rifiuti.

Nel territorio di Ferrara, in ambito Reti Acquedotto della Direzione Acqua, si è giunti, tramite Accordo Sindacale, ad una nuova articolazione su 6 giorni settimanali, nel periodo estivo, degli orari di lavoro con maggiore copertura della fascia in orario ordinario e con conseguente abbattimento degli straordinari in reperibilità. Tale nuova articolazione di orario, nel periodo estivo, è stata introdotta anche nel territorio di Imola, nonché rivista per il territorio di Ravenna, pervenendo così ad una armonizzazione completa su tutti i territori.

In ambito Herambiente S.p.A., sono state definite, con le OOSS territoriali, specifiche intese sui territori di Bologna e Rimini per l’istituzione di un sistema di reperibilità in ambito Impianti di Selezione e Recupero. In ambito Uniflotte S.r.l. si è concluso l’esame congiunto circa l’istituzione del sistema di reperibilità fuori orario di lavoro per la gestione delle emergenze. A valle dell’introduzione, dal 1° gennaio, del nuovo orario di lavoro a 38 ore settimanali per il personale con CCNL Servizi Ambientali, si è svolta, a decorrere dal mese di aprile, la verifica con le OOSS regionali di categoria dei nuovi orari di lavoro applicati nelle varie società, con conseguente implementazione di rettifiche migliorative.

Sempre nell’area Emilia Romagna, con riferimento al tema della “partenza da casa con destinazione sul cantiere”, successivamente alla conclusione del confronto sindacale, tale nuova modalità operativa, finalizzata al recupero dei margini di efficienza nonché all’incremento della produttività dell’Azienda attraverso l’ottimizzazione della presenza sul territorio del personale addetto alle attività programmate tecnico/operative e di supporto in ambito Reti e Impianti, è stata attivata sui territori di Ferrara, Imola-Faenza, Modena e Ravenna, nonché implementata sul territorio di Bologna, già da tempo avviata in via sperimentale. La nuova modalità operativa è stata inoltre intrapresa anche sul territorio di Forlì-Cesena a seguito della sottoscrizione, in data 10 luglio 2017, di un Verbale di Accordo con la Rappresentanza Sindacale Unitaria Gas Acqua.

E’ stata inoltre espletata, con le rappresentanze sindacali di riferimento, la procedura di esame congiunto relativa al trasferimento dei dipendenti di Hera S.p.A. – Direzione Servizi Ambientali – Distretto di Rimini, da Coriano a Rimini, a partire dal mese di ottobre 2017, con l’obiettivo di giungere ad una maggior efficienza tecnico – organizzativa.

A fine ottobre è stato sottoscritto a Modena, con le organizzazioni sindacali del comparto ambiente, l’Accordo relativo al servizio di emergenza neve per la stagione invernale 2017–2018. Tale intesa consente una gestione del servizio sempre più funzionale rispetto alle esigenze espresse dal Comune di Modena.

A fine novembre è stata espletata la procedura di esame congiunto concernente l’affidamento, secondo la forma dell’In-House providing, da parte di ATERSIR alla società Alea Ambiente S.p.A., del servizio gestito dal Gruppo Hera concernente la gestione integrata dei rifiuti urbani nel bacino territoriale dei Comuni della provincia di Forlì-Cesena. Pertanto, il personale alle dipendenze delle società Hera S.p.A., Hera Comm S.r.l. ed Uniflotte S.r.l., afferente ai servizi oggetto della concessione, è stato trasferito, con effetto dal 1°gennaio 2018, alle dipendenze di Alea Ambiente S.p.A..

E’ stata altresì espletata la procedura di esame congiunto, prevista per Legge, concernente il conferimento da AcegasApsAmga S.p.A. ad Hera Luce S.r.l., del ramo d’azienda relativo all’illuminazione pubblica. Tale operazione ha permesso di unificare l’intero business dell’illuminazione pubblica valorizzando al tempo stesso la complementarità tra realtà diverse.

Sono stati inoltre sottoscritti, nei territori di Ferrara e Modena, gli Accordi sul calendario produttivo 2018, in merito al servizio di raccolta durante le festività.

Coerentemente con il Codice di Regolamentazione delle modalità di esercizio del diritto di sciopero previsto dal CCNL Servizi Ambientali, sono stati definiti, con Verbale di Accordo del 14 novembre 2017 tra Hera S.p.A., le OO.SS. Regionali del comparto ambiente e la Rappresentanza sindacale Unitaria CCNL Servizi Ambientali di Hera S.p.A.,  i nuovi servizi minimi essenziali da effettuarsi in caso di sciopero.

Tale accordo consente di modificare e aggiornare, in ambito Direzione Servizi Ambientali, quanto oggi in essere a valle delle modifiche organizzative intervenute.

Hera continua la collaborazione con le associazioni datoriali partecipando alle commissioni e alle delegazioni trattanti dei CCNL Gas Acqua, Servizi Ambientali ed Elettrico. In particolare ricordiamo la trattativa che ha portato, nel corso del 2017, al rinnovo del CCNL Gas Acqua e che ha visto la partecipazione fattiva della delegazione di Hera.

Nell’Area Friuli Venezia Giulia e Veneto, nel corso dell’anno 2017, è proseguito il confronto con le R.S.U. relativamente alle varie tematiche territoriali emergenti.

In particolare, per quanto concerne l’interlocuzione nell’ambito territoriale di competenza, sono stati svolti incontri finalizzati al raggiungimento di un Accordo con le OO.SS ed R.S.U. del CCNL Gas Acqua, nell’area territoriale di Udine, in seguito all’alienazione della Casa per Ferie di Lignano. La trattativa si è conclusa con la sottoscrizione di un’intesa.

E’ stato inoltre avviato, in coordinamento con la struttura di Relazioni Industriali di Gruppo, il confronto sindacale inerente la nuova modalità operativa della “partenza da casa con destinazione sul cantiere”.

Sono state altresì condotte trattative, sempre terminate con il raggiungimento di intese, in merito al superamento di alcuni istituti territoriali quali le semi festività e il rimborso delle spese sostenute per il rinnovo della patente di guida.

Con riferimento alle operazioni societarie intervenute ed aventi effetto dal 01.01.2018, sono state infine espletate le procedure di esame congiunto, previste per Legge: cessione ramo illuminazione pubblica di AcegasApsAmga S.p.A. ad Hera Luce S.r.l., fusione per incorporazione di Amga Calore Impianti S.r.l. in Sinergie S.p.A (ora AcegasApsAmga Servizi Energetici Spa).

Nell’Area Marche, in data 2 febbraio 2017, è stato sottoscritto l’Accordo relativo all’utilizzo di sistemi di localizzazione della posizione degli automezzi aziendali  “black box” e all’installazione della strumentazione relativa al progetto Hergo Ambiente.

In data 9 marzo 2017 è stato sottoscritto l’Accordo relativo alle “chiusure aziendali anno 2017” con il quale è stato stabilito la chiusura aziendale di n. 3 giornate nell’anno 2017 al fine di garantire lo smaltimento delle ferie di tutto il personale.

In data 11 luglio  2017, sulla scorta di quanto previsto dal rinnovo del CCNL Gas Acqua in merito al superamento delle indennità di guida e maneggio denaro, è stato sottoscritto l’Accordo per il superamento delle indennità cloro, odorizzante e acque reflue in quanto obsolete e non più rispondenti a condizioni operative di reale disagio.

In data 13 ottobre 2017 è stato sottoscritto un Verbale di Incontro relativo all’espletamento della procedura di esame congiunto concernente la cessione, da Marche Multiservizi S.p.A. a Hera Comm Marche S.r.l. del ramo d’azienda relativo alle attività di commercializzazione “energy” (gas acqua ed energia elettrica) con relativo trasferimento di n. 14 lavoratori a decorrere dal 1° gennaio 2018.

E’ stato inoltre approvato il piano di formazione e con esso sono stati sottoscritti 3 accordi: il primo avente come oggetto “lavorare in team” con l’obiettivo di rafforzare la capacità di analisi dei bisogni del cliente, comprendere cosa significa progettare un servizio/prodotto in grado di soddisfare le aspettative del cliente, acquisire metodi e strumenti per la progettazione di servizi di qualità; il secondo avente come oggetto “Mission is possible” con l’obiettivo di accrescere e completare la consapevolezza e le competenze del personale coinvolto in materia di comportamenti efficaci ai fini della sicurezza e di lavoro in Team; il terzo avente come oggetto “Gli opposti si toccano” con l’obiettivo di migliorare ed aumentare la consapevolezza e la capacità di gestione delle situazioni, con l’obiettivo di migliorare il clima e favorire i rapporti interni.

Lavoratori a tempo indeterminato iscritti a un sindacato per organizzazione sindacale
N 2015 2016 2017
CGIL 2.467 2.398 2.331
CISL 788 775 727
UIL 716 697 595
CISAL Federenergia 45 40 42
FIADEL 238 241 232
RDB 0 5 1
ADL 8 8 0
UGL 30 23 8
USB 29 10 12
FESICA CONFSAL 12 9 2
FEDERMANAGER 13 14 13
CIU QUADRI 1 1 1
SNALV 5 6 8
CONFIAL 1 1 1
Confederazione di base 0 1 1
Sindacato generale di base 0 13 12
Totale 4.353 4.242 4.007
Percentuale su lavoratori al 31/12 53% 50% 48%

I dati si riferiscono al 31 dicembre e alle società Hera Spa, Acantho, Fea, Hasi, Hera Comm, Hera Luce, Hera Trading, Herateck, Herambiente, Medea, Uniflotte, Hera Comm Marche, Hera Servizi Energia, Asa, Inrete Distribuzione Energia, Waste Recycling, Amga Energia & Servizi, Amga Calore & Impianti, Hestambiente.

Il 48% dei lavoratori a tempo indeterminato del Gruppo aderisce a un’organizzazione sindacale: il valore percentuale è di circa tre punti in meno rispetto al 2016. In rapporto alla qualifica del lavoratore, il tasso di sindacalizzazione degli operai (61%) diminuisce di un punto percentuale, cresce di un punto percentuale il dato dei quadri (22%), mentre si registra la riduzione di tre punti percentuali tra gli impiegati (45%).

Lavoratori a tempo indeterminato iscritti a un sindacato per qualifica
% 2015 2016 2017
Quadri 23% 21% 22%
Impiegati 49% 47% 45%
Operai 65% 60% 61%
Totale 53% 50% 48%

I dati si riferiscono al 31 dicembre e alle società Hera Spa, Acantho, Fea, Hasi, Hera Comm, Hera Luce, Hera Trading, Herateck, Herambiente, Medea, Uniflotte, Hera Comm Marche, Hera Servizi Energia, Asa, Inrete Distribuzione Energia, Waste Recycling, Amga Energia & Servizi, Amga Calore & Impianti, Hestambiente.

Ore di sciopero
Ore 2015 2016 2017
Ore di sciopero totali 727 13.682 14.204
Ore di sciopero pro capite 0,1 1,7 1,7

I dati si riferiscono al 31 dicembre e alle seguenti società: Hera Spa, Acantho, AcegasApsAmga, Fea, Herambiente, Herambiente Servizi Industriali, Heratech, Hestambiente, Hera Comm, Hera Luce, Hera Trading, Inrete Distribuzione Energia, Marche Multiservizi, Sinergie (ora AcegasApsAmga Servizi Energetici Spa), Uniflotte, Waste Recycling. Le ore lavorate sono calcolate al netto di quelle in straordinario in conto recuperi.

Nel 2017 è stata proclamata una iniziativa di sciopero nazionale, di 8 ore, da Filctem – Cgil, Femca – Cisl, Uiltec – Uil e UGL Chimici, a seguito del mancato rinnovo del CCNL Gas Acqua. È stato inoltre proclamato uno stato di agitazione dalle Segreterie Territoriali Filctem Cgil di Bologna, Ferrara, Imola, Modena, Ravenna e Rimini, con blocco delle prestazioni straordinarie a partire da sabato 11 novembre 2017 e fino a domenica 10 dicembre 2017, in merito al tema della partenza da casa con destinazione sul cantiere. Sulle tematiche di natura politica, economica e sociale, sono state indette altre tre iniziative di sciopero per complessive 24 ore, dai sindacati autonomi a livello nazionale.

Contenzioso con i lavoratori
N 2015 2016 2017
Contenziosi in essere a fine anno 43 34 32

 
Le cause pendenti nel Gruppo al 31 dicembre 2017 erano 32. Escludendo AcegasApsAmga e Marche Multiservizi, le cause pendenti alla fine dell’anno erano 16. Tra queste: una riguardava il riconoscimento di livello superiore, sei licenziamenti per giusta causa, due per riconoscimento del rapporto di lavoro a tempo indeterminato alle dipendenze di Hera o società controllata, sei il risarcimento danni e il pagamento di indennità contrattuali, una, infine, promossa dall’azienda. Le cause avviate nel 2017 sono state 9. Il Gruppo AcegasApsAmga ha in corso attualmente 15 cause di lavoro. Tra queste: tre richieste di riconoscimento contratto a tempo indeterminato da parte di ex somministrati, tre riconoscimento contratto a tempo indeterminato da parte di soci di cooperativa, un riconoscimento di malattia professionale, cinque impugnazioni di licenziamento (comporto e disciplinare), tre per risarcimento danni. Marche Multiservizi ha un’unica causa promossa nel 2017 da un dipendente per riconoscimento livello di inquadramento superiore.

Sono stati 162 i provvedimenti disciplinari erogati nel 2017 nei confronti di lavoratori del Gruppo, conformemente a quanto indicato nei contratti nazionali di lavoro applicati: si è trattato di richiami verbali o scritti (55 casi), di trattenute sullo stipendio (57 casi) e di 42 sospensioni temporanee dal lavoro. Sono state comminate 8 sanzioni di licenziamento, 3 con preavviso e 5 senza preavviso.