Lo scenario della sostenibilità

 

Nel corso del 2018 è proseguito il percorso avviato nel 2016 finalizzato ad analizzare l’”Agenda globale” e le necessità di cambiamento in essa contenute, che rappresentano delle “call to action” per un’impresa come Hera.

La comprensione e condivisione di questo scenario rappresenta un input fondamentale per arricchire ulteriormente, oggi e in futuro, la rendicontazione dei risultati ottenuti nelle dimensioni della sostenibilità; è al tempo stesso anche un’occasione per orientare la strategia e i processi operativi con l’obiettivo di affrontare il cambiamento e rispondere ai bisogni e alle aspettative del mercato e della società, accrescendo la competitività.

Le politiche globali, europee, nazionali e locali  del cambiamento nella direzione della sostenibilità sono state 45, Agenda ONU 2030 inclusa. A questo primo set di politiche ne sono state aggiunte altre 18, puntualmente analizzate nel 2018. Di queste politiche sono stati analizzati gli impegni e i target quantitativi maggiormente significativi per l’attività di Hera. Identificando gli ambiti tematici trasversali che raggruppano più impegni e target sono state individuate nove Aree di impatto. Infine raggruppando le diverse Aree di impatto in linee di sviluppo strategico per Hera sono stati individuati tre Driver del cambiamento.

Tra le  principali politiche analizzate, suddivise per Driver, troviamo:

Uso intelligente dell’energia: Clean energy for all European Package – updated renewable energy & energy efficiency directive; Decreto per l’incentivazione delle rinnovabili elettriche; Decreto 2/3/2018 – Promozione dell’uso del biometano e degli altri biocarburanti avanzati nel settore dei trasporti; A clean planet for all.

Uso efficiente delle risorse: EU plastic strategy; Strategia europea per la bioeconomia; Pacchetto economia circolare; Direttiva 91/271/CEE (depurazione); Direttiva 98/83 (acqua potabile).

Innovazione e contributo allo sviluppo: Piano nazionale impresa 4.0; D.lgs. 81/2018 (riduzione delle emissioni inquinanti).

 

Nelle pagine seguenti è sintetizzato lo scenario di sostenibilità per le 9 aree di impatto che compongono i 3 driver del valore condiviso:

Promozione dell’efficienza energetica

Diffusione delle energie rinnovabili

Riduzione delle emissioni di gas serra

Transizione verso un’economia circolare

Gestione sostenibile della risorsa idrica

Sviluppo dell’occupazione e delle nuove competenze

Diffusione dell’innovazione e digitalizzazione

Sviluppo economico e inclusione sociale

Tutela dell’aria e del suolo