Logo stampa
 
Anno XII _ n°4 maggio 2019
 

Accordo Hera-FICO, insieme per ambiente ed economia circolare

Accordo Hera-FICO, insieme per ambiente ed economia circolare
 
Accordo Hera-FICO
16/06/2017

Firmato il protocollo d'intesa tra la multiutility, Eatalyworld e Fondazione FICO: promuoverà la sostenibilità, mettendo in campo l'esperienza e le strutture di Hera nella gestione di acqua, rifiuti ed energia. Focus importante sulla riduzione degli sprechi alimentari.

Mancano pochi mesi all’attesa inaugurazione di FICO (Fabbrica Italiana Contadina), e il progetto che darà nuova vita agli spazi del Centro Agro-Alimentare di Bologna entra nel vivo con la sigla di un importante accordo. È stata raggiunta, infatti, l’intesa fra la stessa Fondazione FICO, Eatalyworld e il Gruppo Hera, che si farà carico di tanti aspetti fondamentali dai quali dipenderà la sostenibilità di un complesso nel quale saranno condensate le eccellenze dell’enogastronomia italiana, pensato – fra l’altro – per promuovere l’educazione alimentare e il consumo consapevole.

In sintonia con i valori fondanti della propria mission, la multiutility interverrà così ad ampio raggio con i propri servizi, affinché i tanti processi coinvolti nel progetto FICO possano integrarsi al sistema dell’economia circolare e del recupero cui Hera lavora quotidianamente, dando ancora più forza a un’esperienza non soltanto commerciale ma anche ambientale, culturale ed educativa.

Hera si impegna così a promuovere iniziative volte alla riduzione dei rifiuti e al riciclo a chilometri zero. Oltre a migliorare la selezione del rifiuto secco al fine di favorirne il riciclo nell’impianto di Bologna prossimo alla sede di Fico, la multiutility interverrà anche per recuperare la parte relativa a biomasse e rifiuti umidi, in modo tale da destinarli alla produzione di biometano, nell’impianto che sorgerà entro il 2018 a S. Agata Bolognese e che darà un contributo importante alla qualità dell’aria del territorio. Trattandosi di FICO, inoltre, non poteva mancare un focus dedicato alla lotta allo spreco: fondamentale, in questo senso, la collaborazione ormai consolidata fra Hera e Last Minute Market, che si tradurrà in puntuali iniziative volte a contenere gli sprechi alimentari e promuovere il riuso, secondo un percorso virtuoso già tracciato dall’esperienza del progetto “Cibo Amico”.

A tutto questo si aggiungeranno azioni mirate per favorire la sostenibilità energetica di FICO, il progetto infatti prevede di utilizzare per tutto il complesso FICO la rete di teleriscaldamento, in connessione tra il termovalorizzatore di Hera e il CAAB, la fornitura di acqua calda necessaria ai laboratori di produzione alimentari, ai servizi e alle cucine, ottenuta così in porzione significativa da fonte rinnovabile.

L’insieme di queste attività sarà oggetto di comunicazioni e rendicontazioni specifiche, che trasferiscano alla comunità il senso di questo impegno congiunto. In questo senso, saranno inoltre organizzate attività informative e di carattere educativo che affronteranno i temi collegati alla promozione di uno sviluppo sostenibile, in linea con gli intendimenti emersi dal G7 sull’ambiente, appena tenutosi a Bologna.

 
 
 
Risultati economici 2018 - Il commento del Presidente
 
Risultati economici 2018 - Il commento del Presidente
 
 
BS 2017: il valore condiviso
 
Valore condiviso al centro del bilancio di sostenibilità 2017
 
 
Lo sviluppo sostenibile
 
Lo sviluppo sostenibile nel Gruppo Hera