Logo stampa
 
FOCUS

CiboAmico compie 11 anni

Circa 10 miliardi di euro: è questo il controvalore dello spreco alimentare in Italia nel 2020, secondo quanto emerge dall’Osservatorio Waste Watcher di Last Minute Market/Swg diffuso in questi giorni in occasione della settima Giornata Nazionale di Prevenzione dello Spreco Alimentare.

Nonostante un calo di circa il 25% rispetto all’anno precedente, il valore degli sprechi alimentari in Italia è ancora troppo alto.

Anche per questo, dal 2009, il Gruppo Hera porta avanti il progetto CiboAmico con il supporto di Last Minute Market - società spin off dell’Università di Bologna che promuove la lotta allo spreco e la sostenibilità ambientale - per recuperare i pasti preparati, ma non consumati, nelle mense aziendali: attualmente sono 5 le mense della multiutility coinvolte (Bologna, Granarolo dell’Emilia, Imola, Rimini e Ferrara). I pasti recuperati vengono poi donati a enti no profit del territorio che danno ospitalità e assistono quotidianamente persone in difficoltà. Il progetto è pensato nell’ottica della lotta allo spreco alimentare e della transizione verso un’economia circolare, con la garanzia di benefici di tipo sociale, economico e ambientale.

 
 
REINVENTING THE CITY Rigenerare le risorse per passare a una società basata sull'economia circolare
 
REINVENTING THE CITY Rigenerare le risorse per passare a una società basata sull’economia circolare
 
 
Sostenibilità e Valore condiviso
 
Sostenibilità e Valore condiviso
 
 
Risultati economici 2018
 
Risultati economici 2018 - Il commento del Presidente del Gruppo Hera