Logo stampa
Sportello clienti

via Chiabrera, 34/B

via Chiabrera, 34/B

da lunedì a giovedì08.00 - 15.00
venerdì e sabato08.00 - 13.00

Chiusura per Santo Patrono il 14 ottobre.

Chiuso il 19 febbraio dalle 8.00 alle 10.15.

Questo sportello rimarrà chiuso nelle giornate di sabato del 11 Aprile 2020, 2 Maggio 2020, 8 Agosto 2020, 22 Agosto 2020, 2 Gennaio 2021

Servizio clienti

Servizio Clienti 800.999.500

Chiamata gratuita da telefono fisso e cellulare dalle 8 alle 22 dal lunedì al venerdì e il sabato dalle 8 alle 18, per informazioni e …

Chiamata gratuita da telefono fisso e cellulare dalle 8 alle 22 dal lunedì al venerdì e il sabato dalle 8 alle 18, per informazioni e pratiche relative ai servizi gas, teleriscaldamento, elettricità, acqua e ambiente, per comunicare l’autolettura del proprio contatore e per ritiro ingombranti.

Pronto Intervento

Pronto intervento
Acqua e Fognature
800.713.900

E' gratuito ed è attivo 24 ore su 24, tutti i giorni dell'anno per segnalazioni di problemi relativi alla rete idrica/fognaria, nonché …

E' gratuito ed è attivo 24 ore su 24, tutti i giorni dell'anno per segnalazioni di problemi relativi alla rete idrica/fognaria, nonché per irregolarità o interruzioni nella fornitura dei servizi Acqua e Fognature.

Servizi online
Servizi online
LA BOLLETTA
 
Bolletta online

È stata ideata insieme ai clienti, che hanno accompagnato Hera nel percorso di miglioramento.

L'ACQUOLOGO
 
Acquologo

Informazioni, autolettura, segnalazioni: scopri quanto è facile con la nuova App.

AVVISO SMS
 
Servizio di avviso sms per interruzioni del servizio idrico

Servizio di avviso sms per interruzioni del servizio idrico.

QUALITÀ DELL'ACQUA
 
Alla scoperta del servizio idrico: video, informazioni sulla qualità dell'acqua e sugli impianti

Scopri cosa bevi, consulta i parametri semestrali dell'acqua erogata nel tuo Comune.

HomeClientiCasaAcquaPiano salvaguardia della balneazione

Piano salvaguardia della balneazione

Sostenibilià e Valore condiviso
 


154 milioni di investimento (interamente finanziati) e 11 interventi strutturali per dimezzare gli sversamenti a mare entro il 2016 e superare completamente gli attuali 11 scarichi a mare entro il 2020. Sono questi gli obiettivi del Piano di Salvaguardia della Balneazione di Rimini (PSBO), la più grande opera di risanamento idrico attualmente in corso in Italia, messa a punto da Comune, Hera e Romagna Acque.

Il PSBO è stato anche al centro di un servizio su impianti ed eccellenze del Gruppo Hera dello storico programma di divulgazione scientifica "Superquark", in onda su RaiUno. La trasmissione di Piero Angela ha dato spazio, a un viaggio tra il depuratore di Santa Giustina, con l'innovativa tecnologia a membrane microfiltranti, e piazzale Kennedy, a visitare le grandi vasche per la raccolta delle acque, costruite per prevenire gli scarichi in mare. Le telecamere sono andate alla scoperta anche del sistema laboratori del Gruppo Hera, entrando nella struttura di Sasso Marconi (BO), che analizzano le acque potabili e depurate, garantendone la qualità, con oltre 2.000 controlli al giorno. Ultima tappa il polo di telecontrollo di Forlì, unico nel Paese e all'avanguardia in Europa, che supervisiona da remoto tutte le reti idriche, gas e teleriscaldamento della multiutility, e ne gestisce le attività di pronto intervento.

E proprio a luglio 2019 ha riaperto al pubblico piazzale Kennedy, cuore del PSBO. Dopo mesi di lavoro incessante nel cantiere, sotto la Direzione Lavori del Gruppo Hera, l'area è stata restituita alla città ed è stato completato il primo dei due belvedere. Quello di piazzale Kennedy è un progetto di grande rilevanza, non solo dal punto di vista impiantistico. È infatti il risultato di un importante lavoro di coerenza tra opera idraulica e gli indirizzi di pianificazione urbanistica e di riqualificazione della città, una sintesi di progettualità e integrazione architettonica e paesaggistica del sistema impiantistico nel sistema città.

Piazzale Kennedy è uno dei cantieri tra i più importanti del PSBO sia per impatto che per complessità: avviato nel 2016, ad oggi è stato completato circa il 90% dei lavori. Al termine della stagione estiva riprenderanno gli interventi nella parte restante dell'area per arrivare alla fase conclusiva della riqualificazione, la più visibile e spettacolare, con l'apertura del belvedere al di sopra del nuovo presidio idraulico.

La parte sotterranea

Il nuovo presidio idraulico prevede una importante infrastruttura di accumulo caratterizzata da un volume complessivo di quasi 40.000 metri cubi, costituito da una prima vasca di 14.000 metri cubi di volume, che raccoglie le acque di prima pioggia, e da una seconda vasca da 25.000 metri cubi con la funzione di laminazione e accumulo. La prima vasca è entrata in esercizio a metà giugno 2019, a beneficio della balneazione nell'area Marina Centro di Rimini. A fine settembre 2019, riprenderanno invece i lavori della seconda vasca più grande, che ha lo scopo di limitare, attraverso un processo di laminazione della piena, le portate che saranno eventualmente convogliate a mare. Si tratta di un'opera importante anche dal punto di vista della salvaguardia idraulica: grazie ai lavori messi in campo sarà infatti possibile prevenire i fenomeni di allagamento come quelli causati in passato da eventi atmosferici eccezionali.

La vasca di laminazione è propedeutica al successivo sollevamento a deflusso, con una capacità di pompaggio di 18.000 litri al secondo, oppure al rinvio al trattamento presso il depuratore di Santa Giustina. La vasca grande entrerà in funzione una volta completate le condotte a mare, la cui previsione di fine lavori è prevista per il prossimo autunno.
Oltre alla realizzazione dei nuovi volumi di accumulo, il progetto prevede un sistema basato sulla ventilazione forzata che convoglierà l'aria aspirata dalle vasche (sia quella di prima pioggia, sia quella di laminazione) ad un sistema di trattamento che utilizza una specifica tecnologia con carboni attivi.

Infine, grazie a opportuni trattamenti di vagliatura e stoccaggio dei materiali derivanti dagli scavi messi in campo da Hera, è stato possibile recuperare oltre 20 mila metri cubi di sabbia di ottima qualità, già utilizzati per il ripascimento dei litorali riminesi. L'operazione s'iscrive a pieno titolo fra le iniziative tese alla tutela delle nostre spiagge, perché contribuisce a contrastare l'erosione del suolo, e come buona pratica in un'ottica di economia circolare.

La storia del PSBO

 
 

 

Timeline e quadro degli interventi

La tabella sottostante riporta l’insieme degli interventi e la loro successione temporale.

 
Timeline
 
 
 
Insieme facciamo la differenza!
 
Insieme facciamo la differenza!
 
 
Lo sviluppo sostenibile
 
Lo sviluppo sostenibile
 
 
Laboratori e controlli
 
Laboratori e controlli