Logo stampa

Rifiuti pericolosi

Quando parliamo di rifiuti pericolosi intendiamo i prodotti e anche i loro contenitori. Ci riferiamo a ciò che è infiammabile, irritante, tossico, nocivo, corrosivo. Dal 1° giugno 2017 questi prodotti, sono identificati dalle seguenti etichette:

 

In precedenza erano identificati come segue:

 
Simboli pericolosi
 

Questi prodotti e i loro contenitori non possono essere introdotti nel normale ciclo di raccolta domiciliare o stradale dei rifiuti. Possono essere conferiti presso il Centro di Raccolta di via Guido Rossa. Consulta l'app "il Rifiutologo" per il corretto e specifico conferimento.

Alcuni esempi

  • Giardinaggio: anticrittogamici, disinfestanti, diserbanti, insetticidi.
  • Manutenzione e pulizia dell'auto: batterie per autoveicoli, olio esausto, antiruggine, accumulatori, colori, vernici al piombo, pneumatici
  • Hobby e bricolage: colori e vernici, solventi e sverniciatori, pile, acidi, bombolette spray, prodotti per la protezione del legno.
  • Casa: olio da cucina, tubi al neon, lampade alogene, vecchi termometri a mercurio
 
 
Lo sviluppo sostenibile nel Gruppo Hera
 
Lo sviluppo sostenibile nel Gruppo Hera
 
 
Economia circolare
 
Teleriscaldamento
 
 
Aggiungere valore - AAA
 
aggiungere valore