Logo stampa
 

Chi è Romagna Acque-Società delle Fonti

Romagna Acque-Società delle Fonti è la società per azioni proprietaria di tutte le fonti idropotabili per usi civili della Romagna. Il sistema acquedottistico, costituito da opere, infrastrutture, impianti di rilievo intercomprensoriale, interprovinciale e interregionale, comprende la raccolta dell’acqua (captazione), il passaggio al successivo trattamento (potabilizzazione o altro processo intermedio) e quindi la consegna, in alcuni casi anche attraverso il transito in serbatoi di accumulo (adduzione), al gestore della rete di distribuzione.

L’acqua viene prelevata in gran parte da aree salubri, protette e in parte patrimonio Unesco come il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna dove si trova la diga di Ridracoli, la più importante delle fonti. In tutte e 3 le provincie romagnole sono presenti numerose altre fonti con varie tipologie di acqua, trattate in diversi impianti di potabilizzazione che alimentano la rete idrica dell'acquedotto della Romagna.

Ultimo inaugurato, insieme a 40 chilometri di condotte di interconnessione, è l'impianto della Standiana a Ravenna: altro punto di forza infrastrutturale della Romagna che contribuisce a far fronte alle sempre più frequenti criticità idriche. Con il suo apporto il territorio dispone di una quantità di acqua potabile superiore al fabbisogno e di alta qualità grazie alle moderne tecnologie di ultrafiltrazione. La sua entrata in funzione ha permesso di ridurre ulteriormente il prelievo da falda e di diversificare sempre più le fonti. L’acqua prodotta e distribuita dall’impianto della Standiana presenta caratteristiche del tutto paragonabili a quelle di Ridracoli ed entrambe potrebbero essere classificate come oligominerali.

Il laboratorio analisi interno a Romagna Acque - Società delle Fonti S.p.A. ha effettuato nel corso del 2019 oltre 409.000 controlli, fra chimico-fisici e microbiologici.

 
Qualità dell'acqua ai punti di consegna a Hera nelle province di Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini
 

Limiti di legge

D.Lgs.31/2001

Anno 2019

Valori min–max

Ammonio (mg/L)0,5< 0,05 - 0,20
Calcio (mg/L)-37 - 90
Cloruro (mg/L)2507 - 105
Conduttività (µScm^-1)2.500263 - 883
Concentrazioni ioni idrogeno (pH)6,5 - 9,57,2 - 8,3
Durezza totale (°F)215 - 50115 - 33
Manganese (mg/L)50< 1 - 19
Nitrati (mg/L)2500,8 - 36,4
Nitriti (mg/L)20,1< 0,01
Residuo secco a 180°(mg/L)21.5001184 - 618
Sodio (mg/L)2006 - 85,5

1 Per i parametri durezza totale e residuo secco a 180° il D.Lgs. n. 31/2001 prevede un valore consigliato.
2 Parametro riportato nella parte B dell’allegato 1 del D.Lgs. n. 31/2001. Gli altri sono riportati nella parte C dell'allegato 1 e classificati dalla normativa “parametri indicatori”.