Logo stampa
 

Glossario

Acqua oligominerale

Si definisce oligominerale l’acqua con un valore di residuo secco a 180 °C compreso fra 50 e 500 mg/L. L’acqua oligominerale è adatta all’uso quotidiano e possiede una buona azione diuretica.

Campionamento

Nell’analisi chimica viene detto campionamento l’insieme di operazioni necessarie alla preparazione di un campione, ovvero la quantità di sostanza o la parte di un materiale che dovrà essere sottoposta ad analisi e che dovrà rappresentare significativamente l’intera sostanza o materiale di appartenenza.

Concentrazioni

Le concentrazioni delle sostanze disciolte in acqua sono normalmente espresse in milligrammi per litro (mg/L), che corrispondono a un millesimo di grammo in un litro d’acqua, in microgrammi per litro (µg/L), che corrispondono a un milionesimo di grammo in un litro d’acqua, oppure in nanogrammi per litro (ng/l), che corrispondono a un miliardesimo di grammo in un litro d’acqua.

CO2 equivalente

Sono le emissioni di tutti i gas serra equiparate, negli effetti di riscaldamento della terra, alla CO2 secondo tabelle di conversione definite. L’effetto del metano (CH4) per il riscaldamento della terra è equiparabile a 21 volte quello della CO2 mentre quella del protossido di azoto (N2O) è equivalente a 310 volte quello della CO2.

Falda acquifera

Si definisce falda acquifera un deposito d’acqua che si raccoglie in strati porosi del sottosuolo, costituiti ad esempio da sabbie e ghiaie, e che viene alimentato dalle precipitazioni atmosferiche attraverso processi di infiltrazione. Le acque della falda acquifera mantengono in genere una temperatura costante, prossima alla temperatura media delle rocce che le ospitano. Le falde più profonde mantengono la propria posizione indisturbate, spesso anche per milioni di anni, mentre quelle più superficiali sono coinvolte nel ciclo idrologico, del quale costituiscono un’importante componente.

Indice di aggressività delle acque

L’aggressività di un’acqua definisce la propensione di questa ad attaccare e solubilizzare alcuni minerali contenuti in rocce, terreni o materiali edili. Le acque aggressive presentano in genere un basso contenuto salino, bassa alcalinità e un contenuto di anidride carbonica libera che viene chiamata aggressiva. L’aggressività può favorire il deterioramento delle matrici cementizie e danneggiare le condotte di fibrocemento con il conseguente rilascio di fibre di amianto in acqua. L’acqua risulta tanto più aggressiva, quanto più basso è il valore dell’indice di aggressività. Indici di aggressività inferiori a 12 indicano acque tendenzialmente aggressive per le matrici cementizie.

Nanogrammo

Unità di misura della massa. Un nanogrammo (simbolo ng) è la miliardesima parte del grammo.

OMS

L’Organizzazione Mondiale della Sanità è l’agenzia dell’ONU specializzata in tema di salute, fondata il 7 aprile 1948 e con sede a Ginevra. L’obiettivo dell’OMS è il raggiungimento da parte di tutte le popolazioni del livello più alto possibile di salute, intesa come condizione di completo benessere fisico, mentale e sociale e non soltanto come assenza di malattia o di infermità.

Organoalogenati

Sono sostanze organiche contenenti alogeni (fluoro, cloro, bromo, iodio e astato). Per quanto riguarda le acque potabili, gli organoalogenati di interesse sono alcuni solventi presenti nelle acque a causa di inquinamento ambientale (tricloroetilene, tetracloroetilene) e i cosiddetti “trialometani” che si formano come sottoprodotti nei processi di disinfezione con ipoclorito di sodio. Per il tricloroetilene+tetracloroetilene e per i trialometani-totale si veda l’appendice.

PET

Il PET, polietilene tereftalato o polietilentereftalato, è un materiale plastico usato in svariati modi, leggero e infrangibile, impiegato soprattutto in imballaggi che dopo l’uso possono essere riciclati senza problemi e poi riutilizzati. Il PET è prodotto al 100% dal petrolio o dal metano. Da circa 1,9 chilogrammo di petrolio si ottiene circa 1 chilogrammo di PET.

PFAS

Le sostanze perfluoroalchiliche o PFAS sono dei composti chimici di origine sintetica, le cui molecole sono caratterizzate dalla presenza di almeno un atomo di fluoro. Le sostanze della famiglia dei PFAS maggiormente diffuse e utilizzate nella produzione industriale di materiali impermeabili e antiaderenti, oltre che nella realizzazione di detersivi, vernici e pesticidi, sono i PFOS e i PFOA.

Subsidenza

Si tratta di un fenomeno di progressivo abbassamento del suolo dovuto alla compattazione dei materiali. La subsidenza può essere sia di carattere naturale, nel caso di sedimenti molto porosi che tendono ad abbassarsi se hanno sopra un carico, sia di carattere artificiale (subsidenza indotta), ad esempio a seguito di estrazione di acqua, petrolio o gas dal terreno che lasci vuoti gli spazi intergranulari, provocando pertanto un assestamento del terreno.

Trattamento chimico

Si definisce trattamento chimico un processo che utilizza reagenti chimici con l’obiettivo di modificare la struttura molecolare delle sostanze. Nel caso della potabilizzazione dell’acqua un tipico esempio è quello che utilizza l’ozono per ossidare- modificare le sostanze organiche nell’acqua.

Trattamento fisico

Si definisce trattamento fisico un processo che utilizza le proprietà fisiche delle sostanze contenute nell’acqua (la dimensione, il peso, la densità) per separarle da essa.

UNI EN ISO/IEC 17025:2005

La norma specifica i requisiti generali per la competenza dei laboratori a effettuare prove e/o tarature, incluso il campionamento. Essa copre le prove e tarature eseguite utilizzando metodi normalizzati, metodi non-normalizzati e metodi sviluppati dai laboratori.

UNI EN ISO 9001:2015

La norma ISO 9001 costituisce il riferimento, riconosciuto a livello mondiale, per la certificazione del Sistema di Gestione per la Qualità delle organizzazioni di tutti i settori produttivi e di tutte le dimensioni.