Logo stampa
 
OLI VEGETALI E RAEE

Il recupero degli oli vegetali

La raccolta degli oli vegetali avviene nel territorio servito da Hera con contenitori per la raccolta stradale presso le isole di base, centri commerciali, scuole ecc. oppure presso i centri di raccolta differenziata. Gli oli raccolti vengono destinati a recupero per generare biocarburanti o lubrificanti.

Nel 2017 sono stati raccolte dal gruppo circa 1.000 tonnellate di oli vegetali, in aumento rispetto al 2017 di oltre il 6%, pari a 0,30 chilogrammi per abitante.

La prima destinazione degli oli vegetali raccolti da Hera

Il Gruppo Hera conferisce gli oli vegetali a 3 impianti di prima destinazione che effettuano una prima lavorazione degli oli ripulendoli dai materiali estranei per un successivo conferimento presso impianti di recupero energetico mediante termovalorizzazione o impianti di recupero per generazione di biocarburante.

I 3 impianti di prima destinazione degli oli vegetali sono di seguito elencati in ordine decrescente per quantità ricevuta:

  • Gatti S.r.l. (Castelnuovo Rangone (MO))
  • Venturi Bruno S.r.l. (Anzola dell’Emilia (BO))
  • Transeco S.r.l. (Ceggia (VE))

Il progetto biocarburanti

Hera ha allo studio un progetto per cedere l’intera quantità di oli raccolti a un impianto di produzione di biocarburanti che a sua volta venderà ad Hera una quantità di gasolio green (con percentuale fino al 15% di olio vegetale rigenerato) del medesimo valore dell’olio ceduto. La percentuale della componente di olio vegetale presente nel biodiesel alla cui produzione Hera contribuisce, sarà superiore all’obbligo di legge pari al 7% nel 2018, 8% al 2019 e 9% al 2020.

Il gasolio verrà utilizzato da Hera per alimentare parte degli auto compattatori o altri mezzi del Gruppo destinati alla raccolta dei rifiuti.

In questo modo gli scarti prodotti vengono restituiti alla città sotto forma di un prodotto compatibile con l’ambiente.