Logo stampa
 
Direzione Centrale Relazioni Esterne
Giuseppe Gagliano
Direttore
Hera S.p.A.
Direzione Centrale Relazioni Esterne
Viale Carlo Berti Pichat 2/4 40127 Bologna
Vedi mappa
+39 051 287111
Calendario
 
<
>
Settembre 2020
  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  •  
  •  
  •  
  •  
COMUNICATI STAMPA
Condividi
19/05/2011

Hera alla festa del Centro Sociale Croce del Biacco con un omaggio

Tutti o quasi utilizziamo l’olio per cucinare. Che, purtroppo, dopo l’uso finisce troppo spesso nello scarico del lavandino di cucina o del bagno! Ma l’olio disperso in fognatura o nel terreno è molto inquinante quindi è buona regola raccoglierlo in contenitori e, raggiunta una certa quantità, portarlo in stazione ecologica, dove verrà smaltito correttamente.

Per incentivare questa buona pratica Hera sarà presente alla Festa organizzata per sabato 21 maggio, dalle 10 alle 12, dal Centro Sociale Culturale Croce del Biacco, in via Rivani 1, nel cortile del centro stesso.

Durante le festa Hera regalerà, fino ad esaurimento, delle tanichette in plastica,dotate di imbuto incorporato, che consentono di stoccare fino a 5 litri.

Sarà presente inoltre personale dell’azienda in grado di fornire informazioni e consigli su come effettuare una corretta raccolta differenziata.

Occorre prestare molta attenzione anche a quella dell’olio esausto perché disperso nella rete fognaria pregiudica il corretto funzionamento dei depuratori influenzando negativamente i trattamenti biologici rendendoli più costosi. Disperso nel sottosuolo deposita un film sottilissimo attorno alle particelle di terra e ne impedisce l’assunzione delle sostanze nutritive.

Se raggiunge la falda freatica, forma sopra di essa uno strato che si sposta con la falda stessa verso la valle e può raggiungere pozzi di acqua potabile anche molto lontani, rendendoli inutilizzabili; infatti un litro di olio mescolato ad un milione di litri d’acqua basta per alterare il gusto in limiti incompatibili con la potabilità.

L’olio che invece raggiunge qualsiasi specchio d’acqua superficiale può andare a formare una sottile pellicola impermeabile che impedisce l’ossigenazione e

compromette l’esistenza della flora e della fauna:1 solo chilo di olio usato è sufficiente per coprire una superficie di 1000 metri quadrati.

Conferito e raccolto in stazione ecologica e sottoposto a un processo di rigenerazione, l’olio alimentare esausto diventa invece sostanza grezza e in relazione al grado di purezza e trasparenza raggiunto è riciclabile come base per svariati prodotti: produzione di asfalti e bitumi, negli impianti di cogenerazione, biodiesel per trazione, produzione di mastici, collanti e saponi industriali.

La tecnologia ci aiuta a trarre materia prima e a riciclare molto di quanto noi consideriamo scarto, è necessario però che ciascuno ricordi che occorre separare i rifiuti e non buttare senza pensare.

A Bologna l’olio usato si può portare:

  • Stazione ecologica di via Stradelli Guelfi 73/a
  • Stazione ecologica di via Tolmino 54
  • Centro Sociale Culturale Croce del Biacco, via Rivani 1
  • Centro Sociale Ruozzi, via Castelmerlo 13
  • Centro Sociale Scipione del Ferro, via Sante Vincenzi 50
  • Centro Commerciale Pianeta, Via Larga
  • Super Conad, via Emilia Levante 6/5
  • Centro Sociale e Scuole Morandi , via Pietro Nenni 11
 
 
REINVENTING THE CITY Rigenerare le risorse per passare a una società basata sull'economia circolare
 
REINVENTING THE CITY Rigenerare le risorse per passare a una società basata sull’economia circolare
 
 
Sostenibilità e Valore condiviso
 
Sostenibilità e Valore condiviso
 
 
Risultati economici 2018
 
Risultati economici 2018 - Il commento del Presidente