Logo stampa
 
Calendario
 
<
>
Agosto 2019
  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  •  
  •  
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  •  
IN PRIMO PIANO
Condividi
21/03/2011

"L'Hera della mobilità elettrica in Emilia-Romagna"

Gruppo Hera, Regione e i Comuni di Imola e Modena siglano un protocollo d'intesa per un programma di iniziative nel campo della mobilità elettrica

 
La sigla dell'accordo
Al centro Tomaso Tommasi di Vignano (Presidente del Gruppo Hera)
 


Un altro passo avanti per lo sviluppo della mobilità elettrica in Emilia-Romagna. La Regione “stringe” un patto anche col Gruppo Hera (dopo la sigla, nel dicembre scorso, del protocollo d’intesa con Enel e i Comuni di Bologna, Reggio Emilia e Rimini,) e amplia la rete dei Comuni (con l’ingresso di Modena e Imola) coinvolti nel piano “Mi Muovo elettrico”. Due i progetti pilota previsti dal programma denominato “L’Hera della mobilità elettrica in Emilia-Romagna”, uno per il Comune di Imola e l’altro per il Comune di Modena, basati sullo sviluppo di infrastrutture innovative per la ricarica dei veicoli elettrici destinati al trasporto di persone e di merci, da installare in sede sia pubblica che privata.

Si sta così rapidamente definendo un primo asse della mobilità elettrica, a beneficio dei cittadini che abitualmente si muovono lungo la direttrice delle città localizzate sulla direttrice della via Emilia, che troveranno punti di ricarica a intervalli di circa 30 km fra Reggio Emilia e Rimini.

L’istallazione delle infrastrutture verrà fatta da Hera SpA, che gestisce il servizio di distribuzione di energia elettrica nei Comuni di Imola, Modena. Nell’ambito dei propri piani strategici, Hera ha promosso e contribuito a realizzare sul proprio territorio di riferimento un importante processo di innovazione tecnologica con servizi a rete sempre più evoluti. Ha inoltre recentemente siglato un accordo con Enel, con l’obiettivo di sviluppare nel settore della mobilità elettrica progetti sperimentali nei territori in cui Hera è distributore di energia elettrica, testando, tra l’altro, l’interoperabilità dei sistemi di ricarica che saranno installati da Hera ed Enel nei Comuni dell’Emilia-Romagna. Le infrastrutture di ricarica Hera, oltre a garantire l’alimentazione dei veicoli di nuova generazione, consentono anche la ricarica del parco di veicoli elettrici già circolante: a questo proposito l’azienda assicura l’applicazione delle norme tecniche vigenti (norma CEI 69-6) per garantire la massima fruibilità del sistema da parte di tutti i potenziali utenti.

In sintesi, il protocollo impegna i sottoscrittori a collaborare sul piano istituzionale, amministrativo e tecnico-operativo per l’attuazione dei due progetti pilota, articolati in diverse fasi: individuazione dei contenuti della sperimentazione, redazione di un piano di mobilità elettrica per ciascuna città e definizione degli investimenti in infrastrutture di ricarica, piano di implementazione dei progetti, impostazione del monitoraggio dei risultati e piano di estensione del programma complessivo.

 
Guarda il video con l'intervista al Presidente Tomaso Tommasi di Vignano
Guarda il video con l'intervista al Presidente Tomaso Tommasi di Vignano
 
 
REINVENTING THE CITY Rigenerare le risorse per passare a una società basata sull'economia circolare
 
REINVENTING THE CITY Rigenerare le risorse per passare a una società basata sull’economia circolare
 
 
Sostenibilità e Valore condiviso
 
Sostenibilità e Valore condiviso
 
 
Risultati economici 2018
 
Risultati economici 2018 - Il commento del Presidente