Logo stampa
 
Calendario
 
<
>
Ottobre 2019
  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  •  
  •  
  •  
IN PRIMO PIANO
Condividi
27/09/2019

Si riaccendono i motori della Grande Macchina del Mondo

GMM_2019-2020_870


Si può imparare a essere bravi cittadini fin da piccoli. Questa la convinzione del Gruppo Hera, che per questo porta, per il decimo anno consecutivo, all’interno delle scuole di ogni ordine e grado il progetto didattico gratuito di educazione ambientale La Grande Macchina del Mondo.
Solo in Emilia-Romagna nella scorsa edizione sono stati coinvolti oltre 102mila studenti in quasi 4.600 classi. Numeri importanti che pongono La Grande Macchina del Mondo tra le iniziative di educazione ambientale più importanti nel panorama nazionale per l’attualità delle tematiche, le metodologie utilizzate e la qualità dell’offerta didattica.
Anche quest’anno, il progetto è patrocinato dall’Ufficio Scolastico Regionale.

Aperte le iscrizioni sul sito Hera fino al 20 ottobre

Dal 23 settembre fino al 20 ottobre gli insegnanti del territorio servito possono iscrivere le proprie classi dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado alle iniziative didattiche de La Grande Macchina del Mondo sul sito www.gruppohera.it/scuole. Qui è possibile consultare il ricco ventaglio delle proposte Hera per gli studenti dai 4 ai 14 anni, per un totale di 75 laboratori, incontri e visite a scelta, dedicate ai temi acqua, energia e ambiente.
Le attività sono studiate in modo differenziato e mirato per le scuole dell’infanzia, le primarie e le secondarie di 1° grado. Per progettarle e realizzarle la multiutility si avvale della competenza e professionalità delle cooperative locali specializzate in educazione ambientale La Lumaca, Atlantide, Antartide e Il Millepiedi e della partecipazione del CIREA (Centro italiano di ricerca ed educazione ambientale) - Dipartimento di Bioscienze dell’Università di Parma.

L’offerta didattica per il nuovo anno scolastico

Il progetto di Hera per l’anno scolastico 2019/2020 offre a insegnanti e ragazzi percorsi coinvolgenti e partecipativi che escono dai libri scolastici, integrandosi ai programmi ministeriali, con nuovi stimoli, spunti, approcci attraverso laboratori, spettacoli, giochi di squadra per sensibilizzarli sui temi dell’economia circolare, della riduzione dei rifiuti, dell’efficienza energetica e della tutela della risorsa idrica. Particolare attenzione verrà prestata quest’anno al tema “plastic free”, sempre più rilevante nel dibattito internazionale sull’ambiente e sulla salvaguardia dei mari. Ogni percorso prevede tre momenti, con un’attività propedeutica, un incontro a scuola e un’attività finale che include strumenti di approfondimento per gli insegnanti e tanti materiali da condividere in famiglia.
Per gli studenti più piccoli sono previsti i consueti laboratori di teatro, gli atelier creativi e le letture che, introdotte la scorsa edizione, hanno riscontrato un grande successo. Per la scuola primaria ci saranno laboratori, giochi a squadre e metodologie didattiche innovative. Come i silent book, libri senza parole che raccontano per immagini, e i coding, attività di programmazione informatica in forma di gioco, già conosciuti ma rinnovati e con percorsi diversificati tra il biennio e il triennio. Torna a grande richiesta, nelle scuole secondarie di I grado, l’Oxford Style Debate, il dibattito a squadre che segue una metodologia molto usata dagli anglosassoni che stimola competenze trasversali a matrice didattica ed educativa. Alle scuole secondarie di II grado, invece, è dedicata la nuova edizione di un pozzo di scienza.

 
 
REINVENTING THE CITY Rigenerare le risorse per passare a una società basata sull'economia circolare
 
REINVENTING THE CITY Rigenerare le risorse per passare a una società basata sull’economia circolare
 
 
Sostenibilità e Valore condiviso
 
Sostenibilità e Valore condiviso
 
 
Risultati economici 2018
 
Risultati economici 2018 - Il commento del Presidente