Logo stampa
 

Investitore privato

Hera desidera comunicare con gli investitori privati in maniera tempestiva e trasparente.

Questa sezione è stata appositamente creata per soddisfare le esigenze informative delle circa 20.000 persone fisiche che, acquistando il titolo Hera, dimostrano la loro fiducia nel raggiungimento degli obiettivi di crescita previsti dal Gruppo.

Lo strumento trimestrale idoneo a fornire a tutti gli investitori un'informazione semplice ma completa relativa agli eventi e ai risultati rilevanti del Gruppo è la Newsletter.

 
 
 
Notizie da Market Insight

Format 2.0 specializzato sui mercati finanziari e sulle società quotate in Borsa. Uno spazio che mette a disposizione degli investitori un'informazione basata sui fondamentali puntuale, precisa e sempre aggiornata.

Market Daily News
Macroscenario di riferimento, notizie del settore, Hera in Borsa, grafici e tabelle
  • 17/07/2019 MACRO SCENARIO DI RIFERIMENTO EUROZONA – (1) A luglio l’indice Zew relativo alle aspettative di crescita economica si è fissato a -20,3 punti, un calo leggermente superiore a quello di giugno (-20,2 punti), che a sua volta era stato nettamente al di sopra dei -1,6 punti di maggio; (2) A maggio la[…]

17/07/2019

MACRO SCENARIO DI RIFERIMENTO

  • EUROZONA – (1) A luglio l’indice Zew relativo alle aspettative di crescita economica si è fissato a -20,3 punti, un calo leggermente superiore a quello di giugno (-20,2 punti), che a sua volta era stato nettamente al di sopra dei -1,6 punti di maggio; (2) A maggio la bilancia commerciale destagionalizzata ha segnato un surplus di 20,2 miliardi di euro, superiore ai 17,8 miliardi del consensus. La rilevazione di aprile è stata rivista al rialzo a 15,7 miliardi dai precedenti 15,3 miliardi.
  • ITALIA – (1) I dati Istat indicano che a maggio il surplus commerciale si è attestato a 5,347 miliardi, dai 2,851 miliardi di aprile (dato rivisto al ribasso da 2,855 miliardi). La bilancia commerciale riferita alla sola Unione Europea evidenzia invece un aumento del surplus a 2,248 miliardi, al di sopra dei 972 milioni di aprile (rivisto da 1,005 miliardi indicato in precedenza); (2) La rilevazione finale di giugno dell’indice dei prezzi al consumo armonizzato UE evidenzia una crescita dello 0,8% su base annua, in linea con la stima preliminare e con quanto previsto dagli analisti (entrambi a +0,8%). Si ricorda che a maggio il dato finale aveva segnato un +0,9 per cento.
  • GERMANIA – L’indice ZEW di luglio sulla fiducia degli investitori istituzionali si è attestato a -24,5 punti, in calo rispetto alla rilevazione di giugno (-21,1 punti) e alle attese (-22 punti). Il sotto-indice relativo alla situazione corrente è sceso a -1,1 punti dai 7,8 punti di giugno. Le previsioni degli analisti indicavano 5 punti.
  • REGNO UNITO – L’Office for National Statistics e l’ILO (International Labour Organization) hanno reso noto che il tasso di disoccupazione, nella media del trimestre  terminato a maggio, è rimasto stabile al 3,8%, in linea con le attese e con la precedente rilevazione. A giugno il numero dei senza lavoro che hanno chiesto un sussidio di disoccupazione è salito a 38mila unità, superiore alle 24,5mila unità di maggio (rivisto al rialzo dalle 23,2mila unità indicate in precedenza).
  • USA – (1) A giugno le vendite al dettaglio hanno registrato una crescita su base mensile dello 0,4%, al di sopra della variazione attesa dagli analisti (+0,2%). Il dato di maggio è stato rivisto leggermente al ribasso a +0,4% da +0,5% inizialmente comunicato. Le vendite al dettaglio, escluso il comparto auto, hanno evidenziato un incremento dello 0,4 su base mensile, superiore al consensus (+0,1%) e un linea con il +0,4% di maggio (rivisto da +0,5%). Al netto delle spese per auto e carburanti le vendite al dettaglio sono salite dello 0,7% (consensus +0,3%) dal +0,5% di maggio; (2) A giugno il dato della produzione industriale ha registrato una variazione nulla su base mensile, dopo il +0,4% di maggio. Deluse di poco le aspettative degli analisti, che stimavano un +0,1 per cento.

NOTIZIE DEL SETTORE

  • ENEL – La controllata spagnola Endesa ha siglato un accordo di collaborazione con la Confederación Española de Empresarios de Estaciones de Servicio (CEEES) per sviluppare una rete di punti di ricarica per i veicoli elettrici presso 5.000 stazioni di rifornimento iscritte all’associazione di categoria.

UTILITY IN BORSA (del 16 luglio 2019)

Ieri il Ftse Italia Servizi Pubblici ha chiuso in ribasso dello 0,6%, facendo peggio del Ftse Mib (0,0%) e del corrispondente indice europeo, l’Euro Stoxx 600 Utilities (-0,5%).

Sull’obbligazionario, il Btp decennale si muove in area 1,62%, separato da uno spread di 187 punti base dal Bund.

Le azioni Hera hanno ceduto lo 0,6 per cento.

MERCATI DELL’ENERGIA – Petrolio, gas ed energia elettrica

Principali indici italiani ed europei (performance giornaliere e settimanali)

Indici settoriali dello STOXX Europe 600 vs. Ftse Italia Servizi Pubblici (performance giornaliere)

Hera: quotazioni e volumi giornalieri negli ultimi 12 mesi

Multi-utility italiane (performance giornaliere e settimanali)

Multi-utility europee (performance giornaliere e settimanali)

Utility regolate europee (performance giornaliere e settimanali)

Altre utility europee (performance giornaliere e settimanali)

TABELLE

 
 
Al fine di offrire agli investitori privati un'informazione finanziaria trasparente, oggettiva e in tempo reale Hera mette a loro disposizione, in collaborazione con la testata giornalistica on line leader del settore, un flusso di notizie economicho-finanziarie relative al macro scenario di riferimento e un'analisi della performance giornaliera del proprio titolo.
  • 17/07/2019

    Chiusura debole per i principali listini continentali, che peggiorano nel finale in scia a Wall Street. A piazza Affari il Ftse Mib archivia gli scambi in ribasso dello 0,6% a 22.079 punti, in calo come il Dax di Francoforte (-0,7%), il Ftse 100 di Londra (-0,6%), il Cac 40 di[…]

  • 17/07/2019

    Intorno alle 16:00, dopo la partenza poco mossa di Wall Street, i principali listini continentali scambiano poco sotto la parità, con il Ftse Mib flat in area 22.200 punti. Deboli anche il Dax di Francoforte (-0,2%), il Ftse 100 di Londra (-0,3%), il Cac 40 di Parigi (-0,3%) e l’Ibex[…]

  • 17/07/2019

    Partenza poco mossa a Wall Street, dopo le parole di ieri di Trump sui negoziati con la Cina e mentre prosegue la stagione delle trimestrali che oggi vedrà la diffusione dei risultati di Netflix. Dopo pochi minuti di scambi, il Dow Jones cede lo 0,1% mentre S&P 500 e Nasdaq[…]

  • 17/07/2019

    “Siamo molto soddisfatti degli incontri fatti, riscontrando un interesse per i nostri prodotti ben oltre le nostre aspettative in un mercato che presenta enormi opportunità di crescita” dichiara Marco Cipriano, amministratore delegato di Sciuker Frames. Dopo aver concluso a fine giugno un accordo di partnership con Wind Constructions Building Materials,[…]

  • 17/07/2019

    I futures sull’azionario Usa oscillano poco sopra la parità, preannunciando una partenza poco mossa a Wall Street mentre prosegue a pieno ritmo la stagione delle trimestrali. Cresce l’attesa per la diffusione oggi dei risultati di Netflix, il primo della batteria dei titoli Faang a presentare i conti, mentre prima dell’apertura[…]

  • 17/07/2019

    Nella settimana conclusasi il 12 luglio l’indice statunitense MBA relativo alle richieste di ipoteche ha registrato una variazione negativa dell’1,1%, mentre la rilevazione precedente riportava un calo del 2,4 per cento.

  • 17/07/2019

    Shedirpharma è un’azienda campana, fondata nel 2008, attiva nel campo della nutraceutica specializzata nella ricerca, formulazione, sviluppo e commercializzazione di prodotti nutraceutici, dermocosmetici, dispositivi medici e, dal 2017, anche di prodotti farmaceutici. Il mercato della nutraceutica, che include una vasta gamma di prodotti, basati su sostanze naturali con particolare proprietà[…]

  • 17/07/2019

    Mattinata fiacca per le borse del Vecchio Continente, nonostante l’andamento lievemente positivo dei futures di Wall Street, dove sta entrando nel vivo la stagione delle trimestrali. Intorno alle 11:50 il Ftse Mib è in flessione dello 0,1% a 22.187 punti, poco mosso come il Dax di Francoforte (flat), il Ftse[…]

  • 17/07/2019

    L’Eurostat ha comunicato che nel mese di giugno i prezzi al consumo nell’Eurozona hanno registrato un incremento dell’1,3% su base annuale (dato finale), poco sopra al consensus e alla stima preliminare (ambedue +1,2%). Su base mensile i prezzi al consumo hanno riportato un progresso dello 0,2%, leggermente superiore alle previsioni[…]

  • 17/07/2019

    A giugno l’indice dei prezzi alla produzione del Regno Unito ha riportato variazione negativa dello 0,1% su base mensile, inferiore alle attese degli analisti (+0,1%) e al +0,3% di maggio. Il dato su base annua evidenzia invece un incremento dell’1,6%, poco al di sotto delle previsioni (+1,7%). La rilevazione di[…]

 
REINVENTING THE CITY Rigenerare le risorse per passare a una società basata sull'economia circolare
 
REINVENTING THE CITY Rigenerare le risorse per passare a una società basata sull’economia circolare
 
 
Sostenibilità e Valore condiviso
 
Sostenibilità e Valore condiviso
 
 
Risultati economici 2018
 
Risultati economici 2018 - Il commento del Presidente del Gruppo Hera