Logo stampa
 

Investitore privato

Hera desidera comunicare con gli investitori privati in maniera tempestiva e trasparente.

Questa sezione è stata appositamente creata per soddisfare le esigenze informative delle circa 20.000 persone fisiche che, acquistando il titolo Hera, dimostrano la loro fiducia nel raggiungimento degli obiettivi di crescita previsti dal Gruppo.

Lo strumento trimestrale idoneo a fornire a tutti gli investitori un'informazione semplice ma completa relativa agli eventi e ai risultati rilevanti del Gruppo è la Newsletter.

 
 
 
Notizie da Market Insight

Format 2.0 specializzato sui mercati finanziari e sulle società quotate in Borsa. Uno spazio che mette a disposizione degli investitori un'informazione basata sui fondamentali puntuale, precisa e sempre aggiornata.

Market Daily News
Macroscenario di riferimento, notizie del settore, Hera in Borsa, grafici e tabelle
  • 12/12/2019 MACRO SCENARIO DI RIFERIMENTO OIL & GAS – Dai dati settimanali sulle scorte di petrolio negli Stati Uniti diffusi dall’EIA risulta che lo stock di greggio è cresciuto di circa 0,8 milioni di barili, rispetto alla riduzione di circa 2,9 milioni di barili attesa dagli analisti e all’aumento di[…]

12/12/2019

MACRO SCENARIO DI RIFERIMENTO

  • OIL & GAS – Dai dati settimanali sulle scorte di petrolio negli Stati Uniti diffusi dall’EIA risulta che lo stock di greggio è cresciuto di circa 0,8 milioni di barili, rispetto alla riduzione di circa 2,9 milioni di barili attesa dagli analisti e all’aumento di 1,4 milioni del dato Api. In aumento le scorte di benzina di circa 5,4 milioni di barili rispetto all’incremento di circa 2,5 milioni atteso dagli analisti (+4,9 milioni il dato Api), mentre quelle di distillati sono aumentate di circa 4,1 milioni di barili rispetto al +1,5 milioni stimato dal consensus (+3,2 milioni il dato Api).
  • USA – (1) A novembre l’indice dei prezzi al consumo ha registrato un incremento dello 0,3% su base mensile, dopo il +0,4% di ottobre. Il consensus degli analisti stimava una variazione positiva dello 0,2 per cento. Anno su anno l’incremento è stato del 2,1%, superiore alla rilevazione del mese precedente (+1,8%) e al consensus (+2%). Il core rate, ossia l’indice dei prezzi al consumo depurato delle componenti più volatili quali cibo ed energia, ha evidenziato a ottobre un incremento dello 0,2% su base mensile, in linea con il consensus e la rilevazione del mese precedente. Su base annua, la crescita è del 2,3%, anche in questo caso in linea con la rilevazione di ottobre e con il consensus degli analisti; (2) Nella settimana conclusasi il 6 dicembre l’indice MBA relativo alle richieste di mutui ha registrato un incremento del 3,2%, dopo il -9,2% della precedente settimana.
  • GIAPPONE – A novembre i prezzi alla produzione (PPI) hanno registrato un incremento dello 0,2% su base mensile, pressoché in linea con le attese degli economisti (+0,1% m/m) e inferiore al dato di ottobre (+1,1% m/m). Anno su anno il dato riporta un incremento dello 0,1%, sostanzialmente in linea con le attese degli analisti (che si attendevano un dato invariato) e in crescita rispetto alla rilevazione del mese precedente (-0,4%).

NOTIZIE DEL SETTORE

  • ARERA – Chiede norme più graduali per la liberalizzazione del mercato tutelato.
  • ENEL – (1) confermata negli indici di sostenibilità Ftse4Good ed Euronext Vigeo-Eiris e guida la classifica delle top 12 europee più attive nell’Open Innovation del 2019; (2) Moody’s ha assegnato rating di lungo termine Baa2 alla controllata iberica Endesa, con outlook positivo; (3) La linea di business dedicata ai servizi energetici innovativi di gruppo, Enel X, partecipa al progetto paneuropeo per lo sviluppo della filiera delle batterie agli ioni di litio.
  • SERI INDUSTRIAL – Borsa Italiana ha disposto che fino a successiva comunicazione non sarà consentita l’immissione di ordini senza limite di prezzo.

UTILITY IN BORSA (11 dicembre 2019)

Ieri l’indice Ftse Italia Servizi Pubblici ha guadagnato l’1%, sottoperformando il corrispondente indice europeo di confronto (+1,3%).

Finale perlopiù positivo per i listini del Vecchio Continente, con il Ftse Mib che archivia gli scambi poco sopra la parità.

I mercati attendono novità da Stati Uniti e Cina, a pochi giorni dalla scadenza del 15 dicembre in cui dovrebbero entrare in vigore le nuove tariffe americane nei confronti di Pechino.

Le ultime indiscrezioni parlano di un probabile rinvio, ma maggiori dettagli potrebbero emergere in giornata da un incontro fra Trump e il suo staff.

Sempre in giornata è attesa una riunione della Bce, per la prima volta sotto la guida di Christine Lagarde, mentre oltre la Manica gli elettori britannici saranno chiamati alle urne in un voto cruciale per la Brexit.

Acquisti sull’obbligazionario, con lo spread Btp-Bund in calo a 153 punti base e il rendimento del decennale italiano in contrazione all’1,21% dopo l’accordo nella maggioranza sul Mes.

Le azioni Hera hanno guadagnato lo 0,3 per cento.

MERCATI DELL’ENERGIA – Petrolio, gas ed energia elettrica

Principali indici italiani ed europei (performance giornaliere e settimanali)

Indici settoriali dello STOXX Europe 600 vs. Ftse Italia Servizi Pubblici (performance giornaliere)

Hera: quotazioni e volumi giornalieri negli ultimi 12 mesi

Multi-utility italiane (performance giornaliere e settimanali)

Multi-utility europee (performance giornaliere e settimanali)

Utility regolate europee (performance giornaliere e settimanali)

Altre utility europee (performance giornaliere e settimanali)

TABELLE

 
 
Al fine di offrire agli investitori privati un'informazione finanziaria trasparente, oggettiva e in tempo reale Hera mette a loro disposizione, in collaborazione con la testata giornalistica on line leader del settore, un flusso di notizie economicho-finanziarie relative al macro scenario di riferimento e un'analisi della performance giornaliera del proprio titolo.
  • 13/12/2019

    A ottobre si stima che il fatturato dell’industria aumenti in termini congiunturali dello 0,6%, dopo il +0,2% di settembre. Nella media degli ultimi tre mesi l’indice complessivo è invece diminuito dello 0,6% rispetto alla media dei tre mesi precedenti. Anche gli ordinativi registrano, a ottobre, un incremento congiunturale dello 0,6%[…]

  • 13/12/2019

    Apertura in rialzo per le borse europee, dopo i nuovi record messi a segno ieri da Wall Street e i guadagni stamane dei mercati asiatici in scia alle buone notizie sul fronte commerciale e alle elezioni UK. A Milano il Ftse Mib guadagna l’1,1% in area 23.640 punti. Bene anche[…]

  • 13/12/2019

    Dalla lettura odierna degli Indici Tankan, rilasciati dalla Banca centrale Giappone sul quarto trimestre del 2019 emerge quanto segue: Il Tankan della grande manifattura si attesta a 0 punti dai 5 della precedente rilevazione; gli analisti si aspettavano un valore pari a 3 punti. Le previsioni della grande manifattura sono scese a 0[…]

  • 13/12/2019

    Le borse europee dovrebbero iniziare la seduta in rialzo, in scia alla notizia di un imminente accordo commerciale tra Stati Uniti e Cina con l’annuncio della firma previsto per oggi. Chiusura su nuovi record ieri a Wall Street, con i principali indici americani che hanno accelerato in un clima di[…]

  • 13/12/2019

    Seduta di acquisti per i mercati asiatici in scia al ritrovato ottimismo sull’asse Usa-Cina. Secondo fonti vicine alle trattative le due superpotenze avrebbero trovato l’accordo per la fase uno, allontanando i timori sulle nuove tariffe Usa che sarebbero entrate in vigore il 15 dicembre. Per ufficializzare l’intesa, che prevederebbe anche[…]

  • 13/12/2019

    Wall Street brucia nuovi record in scia alla notizia pubblicata dal Wall Street Jounal che un accordo tra le Stati Uniti e Cina sarà siglato entro la scadenza prevista del 15 dicembre. Trump conferma che l’impianto del pacchetto prevede la cancellazione dei dazi che sarebbero stati applicati da domenica e[…]

  • 13/12/2019

    Ieri l’indice Ftse Italia Servizi Pubblici ha guadagnato lo 0,3%, sovraperformando il corrispondente indice europeo di confronto (-0,4%). Chiusura tonica per le borse europee, con il Ftse Mib in rialzo dell’1%, mentre Wall Street avanza dopo l’annuncio da parte di Donald Trump che Stati Uniti e Cina sono molto vicini[…]

  • 13/12/2019

    Ieri l’indice Ftse Aim Italia ha riportato un +0,2 per cento, al di sotto sia del London Ftse Aim 100 (+0,6%) sia del London Ftse Aim All Share (+0,5%). Il volume dei titoli scambiati è stato pari 11.189.858 azioni, un ammontare inferiore rispetto alla media dell’ultimo mese. L’indice Aim Servizi[…]

  • 13/12/2019

    Ore 00:50 Giappone: Tankan 4Q; Ore 05:30 Giappone: Produzione industriale, ottobre finale; Ore 10:00 Italia: Venidte al dettaglio, ottobre; Ore 14:30 Stati Uniti: Vendite al dettaglio, novembre.

  • 12/12/2019

    Chiusura tonica per le borse europee, mentre Wall Street avanza dopo l’annuncio da parte di Donald Trump che Stati Uniti e Cina sono molto vicini ad un grande accordo. A Piazza Affari il Ftse Mib termina in progresso dell’1,0% a 23.390 punti, in linea con il Ftse 100 di Londra (+1%)[…]

 
REINVENTING THE CITY Rigenerare le risorse per passare a una società basata sull'economia circolare
 
REINVENTING THE CITY Rigenerare le risorse per passare a una società basata sull’economia circolare
 
 
Sostenibilità e Valore condiviso
 
Sostenibilità e Valore condiviso
 
 
Risultati economici 2018
 
Risultati economici 2018 - Il commento del Presidente del Gruppo Hera