Logo stampa
 

Lo sapevi che Hera...

Il Gruppo Hera, nato nel 2002 dall'unione di undici aziende di servizi pubblici dell'Emilia Romagna, opera nei settori ambientale (dov'è leader a livello nazionale), energetico e idrico, forte del valore e della passione dei propri lavoratori, primi fautori delle tante eccellenze che lo contraddistinguono. Impianti all’avanguardia, gestione attenta dei propri clienti, ricerca scientifica e attenzione alla salvaguardia dell’ambiente in cui viviamo: ecco le motivazioni di una qualità del servizio che vogliamo migliori sempre più in ogni campo.

 
 
  • Acronimo di Local Advisory Board, i LAB sono lo strumento che Hera mette a disposizione dei territori in cui opera per attivare un canale strutturato di ascolto e dialogo con le comunità locali. Nel 2018 nei territori di Ravenna e Ferrara ha preso il via il nuovo modello di HeraLAB definito sulla base dell’esperienza avviata dal 2013. Più semplice e più orientato all’innovazione nei servizi gestiti da Hera, il nuovo modello prevede incontri concentrati in un anno invece che su tre e più spazio all’ascolto degli stakeholder. Considerando i sei LAB, precedente e nuova edizione, al 31 dicembre 2018 sono stati realizzati complessivamente 98 incontri (pari a oltre 2.100 ore di ascolto) e i 69 membri hanno ideato e proposto a Hera 68 nuovi progetti, 44 dei quali già realizzati.

  • Impianti innovativi e concepiti in ottica sostenibile, come per esempio l’impianto di produzione del biometano a Sant’Agata Bolognese (BO), inaugurata a ottobre 2018, fiore all'occhiello di Hera, prima multitutility a realizzare un impianto della categoria in Italia.
    A Forlì si trovano invece il Polo Regionale di Telecontrollo Reti, che unisce innovazione e alta tecnologia di livello europeo per il monitoraggio delle Reti Hera; i rinnovati Laboratori d'analisi, che conducono una ricerca applicata in campo ambientale e orientata al miglioramento dell'efficienza dei sistemi nonché alla tutela dell’ambiente e delle sue risorse. A giugno 2015 è stato inaugurato il nuovo depuratore di Rimini, il più grande d'Europa con la tecnologia di ultrafiltrazione a membrane: si tratta di una struttura altamente innovativa e all'avanguardia che, grazie a un investimento di quasi 30 milioni di euro (oltre 40 se si contano anche i lavori per la realizzazione della Dorsale Nord), ora è in grado di servire 560 mila abitanti equivalenti durante la stagione estiva e 370 mila nel resto dell'anno. L'intervento si è concentrato nella realizzazione di una nuova linea depurativa con membrane a ultrafiltrazione, di una vasca di accumulo da circa 26 mila mc (quasi il contenuto di 10 piscine olimpioniche) e di un impianto di disinfezione finale che elimina batteri e virus.

     

  • Per quanto riguarda la gestione dei propri clienti, Hera ha avviato nel 2007 la progressiva ristrutturazione di tutti i suoi sportelli principali con l’obiettivo di unire il radicamento territoriale alla qualità del servizio e all'attenzione verso la persona (basti guardare i tempi di attesa medi, attestati a poco più di 9 minuti), per fare degli sportelli uno dei tratti distintivi dell'azienda. Di pari passo con gli sportelli va anche il Call Center del Gruppo: nel 2018 il tempo medio di risposta ai clienti residenziali è diminuito ulteriormente portandosi a 36 secondi (rispetto ai 40 del 2016). Per quanto riguarda invece i servizi Hera On Line, gli iscritti sono arrivati al 21% del totale, sfiorando i 350 mila clienti. In ulteriore crescita l’incremento registrato nel servizio di invio elettronico della bolletta alla quale hanno aderito oltre 523 mila clienti (+25% rispetto al 2017).

  • Dopo il grande successo della campagna “Elimina la bolletta, regala un albero alla tua città”, in collaborazione con il Comune di Modena è stato avviato il progetto Più alberi in città, studiato per promuovere nuovamente la forestazione urbana attraverso il maggiore ricorso dei cittadini alle stazioni ecologiche o centri di raccolta. Grazie a questa iniziativa, per tutto il 2018 Hera ha donato alla città un albero ogni 50 nuovi utenti domestici modenesi che hanno conferito i propri rifiuti differenziati alle stazioni ecologiche. Il Comune di Modena, secondo le proprie progettualità di verde urbano, ha indirizzato le piantumazioni verso la grande area verde del Parco Chinnici. Grazie alla collaborazione e all’impegno dei cittadini, l’obiettivo dell’iniziativa è stato raggiunto e a fine 2018 erano più di 150 gli alberi donati alla città, con le ultime piantumazioni previste fra febbraio e marzo 2019. A marzo 2019 il progetto è stato esteso anche a Ferrara.

  • Ma ci sono anche altri ambiti come comunicazione web e risorse umane in cui Hera ha raggiunto risultati importanti in questi anni. Nel 2018 Hera si colloca al 2° posto della classifica KWD Webranking con 91,7 puntidavanti a grandi società come generali, Mondadori, Telecom Italia TIM e ERG. Tra le multiutility, Hera si colloca quest’anno in seconda posizione subito dopo Eni. L'analisi Webranking, svolta ogni anno da Hallvarsson & Halvarsson in collaborazione con il Corriere della Sera, valuta la qualità della comunicazione on-line delle 100 società italiane a maggiore capitalizzazione quotate alla Borsa di Milano.

    Nel 2019 Hera ha ottenuto per il decimo anno consecutivo la certificazione Top Employers, effettuata da CRF posizionandosi tra le imprese italiane con i più alti standard di eccellenza in materia di gestione delle risorse umane.

  • Hera da sempre si è anche attivamente prodigata nel campo dell'educazione ambientale rivolgendosi ai più giovani, come testimoniano, i numerosi progetti per le scuole elementari, medie e superiori dell'Emilia-Romagna. Anche quest’anno sono stati riproposti i progetti "Un pozzo di scienza", evento dedicato alla diffusione della cultura scientifica, e "La Grande Macchina del mondo", progetto che racchiude l’offerta formativa rivolta a tutte le fasce scolastiche. Nel 2017-2018 sono stati coinvolti oltre 106.000 studenti. Il 2018 è stato anche l'anno della terza edizione del progetto HeraSolidale, che ha raccolto oltre 57 mila euro tra i lavoratori di Hera per il sostegno ad associazioni di volontariato dei territori in cui l'azienda opera. Con questo progetto tutti i lavoratori possono, attraverso un prelievo mensile di minimo 1 euro direttamente dalla busta paga, sostenere le associazioni ed i loro progetti di solidarietà. Da segnalare anche alcune iniziative particolari legate alla Responsabilità Sociale, come "Cibo Amico,FarmacoAmico” e “Cambia il finale”.


Pagina aggiornata al 1 agosto 2019

 
 
REINVENTING THE CITY Rigenerare le risorse per passare a una società basata sull'economia circolare
 
REINVENTING THE CITY Rigenerare le risorse per passare a una società basata sull’economia circolare
 
 
Sostenibilità e Valore condiviso
 
Sostenibilità e Valore condiviso
 
 
Risultati economici 2018
 
Risultati economici 2018