8.120
lavoratori
l'indotto occupazionale generato da Hera nel 2017
62,4
milioni di euro
investimenti in innovazione e digitalizzazione e 22 progetti in smart city, economia circolare e utility 4.0
68%
di suolo riutilizzato
nelle progettazioni realizzate nel 2018

Diffusione dell'innovazione e digitalizzazione

Il contesto internazionale

La digitalizzazione rappresenta una delle principali cause di trasformazione radicale dei modelli di business aziendali, così come dei tradizionali processi economici e sociali. Allo stesso tempo, è un’opportunità per realizzare un modello di sviluppo economico sostenibile. Oltre a creare nuove fonti di ricavi e nuovi posti di lavoro, la digitalizzazione permette di garantire maggiore trasparenza e creare fiducia nelle istituzioni e nelle aziende. Al contempo, pone tutti gli attori di fronte a nuove sfide, quali la capacità da parte delle istituzioni e degli attori industriali di formare la futura generazione di talenti affinché questi siano preparati per sfruttare appieno tutte le possibilità offerte dalla digital transformation.

10,4 MILIONI DI PERSONE

impiegate nell’economia dei dati in Europa entro il 2020  (Commissione europea)

8 MILIARDI

i dispositivi connessi a internet a oggi a livello globale, contro 500 milioni nel 2005 (Wef)

35%

degli occupati con insufficienti competenze digitali di base in Europa  (Commissione europea)

25ESIMA

la posizione dell’Italia tra i 28 Paesi dell’Unione Europea in materia di digitalizzazione nel 2018 (Commissione europea)

4%

il contributo del digitale al Pil in Italia nel 2016 (McKinsey Global Institute)

+570%

la crescita dell’utilizzo di internet in Europa dal 2000 al 2018 (Internet World Stats)

L’innovazione digitale come driver per una crescita sostenibile

L’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e il 2030 Climate and Energy Framework dell’UE invitano ad una diffusione delle reti intelligenti e della banda larga. La Roadmap to a Resource Efficient Europe sostiene la diffusione delle smart grid e della gestione dell’energia. Sono stati posti obiettivi strategici sugli investimenti in ricerca e sviluppo, promossi all’interno della strategia Europe 2020.

Italia: lenti progressi sulla digitalizzazione

Lo sviluppo della digitalizzazione è tutt’ora ostacolato dal divario culturale digitale e dalla mancanza di infrastrutture e competenze adeguate, come emerge dal Digital Economy and Society Index, che vede l’Italia alla 25a posizione sui 28 Stati membri. Obiettivi di diffusione della banda larga sono presenti nell’Agenda Digitale Italiana 2014-2020. Dopo il Piano Nazionale Industria 4.0, nel 2017 il governo italiano ha lanciato Impresa 4.0, per incentivare investimenti innovativi e nuove infrastrutture digitali.