8.120
lavoratori
l'indotto occupazionale generato da Hera nel 2017
62,4
milioni di euro
investimenti in innovazione e digitalizzazione e 22 progetti in smart city, economia circolare e utility 4.0
68%
di suolo riutilizzato
nelle progettazioni realizzate nel 2018

La ricaduta sul territorio delle forniture

L’indotto occupazionale che il Gruppo Hera ha creato nel territorio di riferimento è collegato alle ricadute economiche sulle comunità locali nelle quali opera.

Il 60% delle aziende iscritte nell’anagrafica dei fornitori ha sede commerciale nel territorio di riferimento (Bologna, Ferrara, Forlì-Cesena, Modena, Ravenna, Rimini, Triveneto e Marche).

Il totale dei fornitori di Marche Multiservizi è pari a 916, di cui circa il 73% ha sede nel territorio di riferimento.

Fornitori per area geografica
N 2016 2017 2018 % sul totale 2018
Territorio di Bologna 523 461 475 9,3%
Territorio di Ferrara 160 143 148 2,9%
Territorio di Forlì-Cesena 267 237 239 4,7%
Territorio di Imola-Faenza 199 172 173 3,4%
Territorio di Modena 290 241 256 5,0%
Territorio di Ravenna 229 208 206 4,0%
Territorio di Rimini 202 170 175 3,4%
Triveneto 1.235 1.187 1.269 24,8%
Marche 101 125 2,5%
Totale territorio di riferimento 3.105 2.920 3.066 60,0%
Altre regioni italiane 1.935 1.761 1.954 38,2%
Altri stati dell’Unione europea 74 56 65 1,3%
Altro 25 28 25 0,5%
Totale 5.139 4.765 5.110 100%

I dati sono riferiti alle società Hera Spa, AcegasApsAmga, AcegasApsAmga Servizi Energetici, Hera Luce, Herambiente, Fea, Herambiente Servizi Industriali, Hestambiente, Hera Comm, Inrete Distribuzione Energia, HERAtech e Uniflotte; sono esclusi gli acquisti intercompany. Escluso Marche Multiservizi.

In termini di valore economico, Hera ha commissionato acquisti per 631,6 milioni di euro (il 69% del totale e in crescita di circa il 6,6% rispetto al 2017) ad aziende che hanno la sede commerciale nel territorio di riferimento, percentuale sostanzialmente allineata rispetto a quella degli anni precedenti.

Gli acquisti al di fuori dell’Unione europea, sono stati effettuati nei confronti di fornitori aventi sede commerciale in Canada, Svizzera, Israele, S. Marino e Stati Uniti.

Le sponsorizzazioni e le liberalità