5,1%
consumi di energia riduzione rispetto al 2013 e -5,9% con gli interventi già pianificati
100%
di energia rinnovabile
per tutti i clienti residenziali
-22%
nell'impronta di carbonio
della produzione di energia rispetto al 2015.
Obiettivo -26% entro il 2023

Case study: promozione dell’efficienza energetica

Più luce e meno consumi in 14 comuni

Nel 2019 si sono conclusi i lavori nel Comune di Tortoreto (Te), dove sono stati riqualificati la quasi totalità dei punti luce esistenti con circa 3.600 apparecchi dotati di tecnologia led. Le opere di messa a norma e messa in sicurezza degli impianti prevedono, fra l’altro, la sostituzione di tratti di linea elettrica, per un totale di oltre 11 km. Particolare attenzione è stata rivolta all’illuminazione architettonica e scenografica per la valorizzazione degli elementi storici e preminenti del comune, tramite la riqualificazione delle mura lungo la strada provinciale nei pressi della porta al paese fortificato. Si prevede un risparmio energetico di oltre il 70% rispetto allo stato di partenza degli impianti, equivalente a circa 350 Tep e una riduzione delle emissioni di CO2 pari a circa 325 tonnellate/anno.

Si sono conclusi i lavori anche a Caprino Bergamasco (Bg), Madone (Bg), Suisio (Bs), Marcheno (Bs), Sarezzo (Bs), Attimis (Ud), Mariano del Friuli (Go), Martignacco (Ud), Pasian di Prato (Ud), Piacenza d’Adige (Pd), San Canzian d’Isonzo (Go), Vighizzolo d’Este (Pd) e Vivaro (Pn), mentre sono iniziati i lavori a Longiano (Fc), Bernate Ticino (Mi), Curno (Bg), Carbognano (Vt), Paliano (Fr), Cervia (Ra), Misano Adriatico (Rn), Boltiere (Bg), Pedrengo (Bg), Roncofreddo (Fc), Lugo (Ra), Romans d’Isonzo (Go) e Padova nel quartiere Arcella.

I lavori eseguiti nel 2019 consentiranno un risparmio di 5.124.000 kWh di energia elettrica ogni anno corrispondenti a 958 tonnellate equivalenti di petrolio. Considerando un consumo di energia elettrica medio di una famiglia di quattro persone pari 2.700 kWh annui, il quantitativo di energia che si andrà a risparmiare ogni anno con gli interventi realizzati da Hera Luce nel 2019 rappresenta il consumo annuale di 1.898 famiglie.

Hera Luce nel 2019 si è aggiudicata l’appalto per l’affidamento e la gestione dei lavori di l’efficientamento degli impianti di illuminazione pubblica dei comuni di Paliano (Fr), Cervia (Ra), Boltiere (Bg), Pedrengo (Bg), Roncofreddo (Fc), Lugo (Ra), Tavullia (Ps), Endine Gaiano (Bg), Roncadelle (Bs), Torre de Busi (Bg), Ferrara (Fe), Orgosolo (Nu), Valtopina (Pg) e Ovindoli (Aq).

Le attività di efficientamento dell’illuminazione pubblica, effettuati da Hera Luce, contribuiscono al raggiungimento del target 7.3 dell’Agenda ONU 2030.

Consumi energetici: -18% a Modena

Il contratto stipulato dal Gruppo Hera e comune di Modena è un importante esempio di contratto di prestazione energetica, acquisito dal Gruppo a seguito di una gara pubblica europea, che ha visto la partecipazione delle più importanti società operanti nel settore.

Il Gruppo Hera, che ha partecipato alla gara con AcegasApsAmga Servizi Energetici si è impegnato a garantire al comune importanti risultati di efficientamento energetico, da conseguire sia attraverso migliorie gestionali che attraverso interventi di riqualificazione energetica.

In particolare, il Gruppo Hera ha proposto in sede di offerta una riduzione del 18% dei consumi di energia termica rispetto ai consumi storici (media degli ultimi cinque anni) degli immobili inseriti nel perimetro contrattuale, prevedendo peraltro di migliorare di un ulteriore 10% tale performance per effetto degli interventi di efficientamento, che comporteranno, nei primi anni di contratto, investimenti per sette milioni di euro.

Tra questi i più significativi sono, dal punto di vista impiantistico, gli interventi di riqualificazione energetica delle centrali termiche, l’installazione di valvole termostatiche sui radiatori, la sostituzione dei bruciatori, la realizzazione di impianti a solare termico e fotovoltaici, la riqualificazione di sistemi di illuminazione con l’installazione di lampade a led. Un ruolo importante hanno poi gli interventi “passivi”, volti a limitare la dispersione termica degli immobili, tra i quali segnaliamo la realizzazione di isolamenti verticali a cappotto su 12 edifici e l’isolamento delle coperture in altri 10.

Nella fase di avvio del contratto, non essendo ancora stati eseguiti gli interventi di riqualificazione impiantistica, gli obiettivi di efficienza sono stati perseguiti attraverso una particolare attenzione agli aspetti di gestione del servizio. Questo ha consentito fin dal primo anno di raggiungere e superare l’obiettivo contrattuale del 18% di saving rispetto alla baseline di gara. Le efficienze gestionali hanno consentito di avvicinarsi al 25%.

Nel 2019, è stata eseguita una prima significativa parte di interventi (circa 5,8 milioni di euro sui 7 previsti), sia per la parte di riqualificazione impiantistica che per gli interventi “passivi”, mentre la conclusione degli stessi è prevista per il 2020. 

Gli interventi di efficienza energetica, previsti dal contratto di gestione calore di Modena, contribuiscono al raggiungimento del target 7.3 dell’Agenda ONU 2030.

Un report annuale sul risparmio energetico

Con la quinta edizione del report “Valore all’energia”, pubblicata a luglio 2019 (dati 2018), il Gruppo Hera ha comunicato ai propri stakeholder i risultati ottenuti negli ultimi undici anni sul fronte dell’efficienza energetica. Verificato da un ente di certificazione indipendente, il report analizza tutti gli aspetti in cui si articola l’impegno della multiutility nel risparmio e nell’utilizzo efficiente dell’energia, all’insegna della sostenibilità ambientale ed economica, nell’interesse dei territori e di oltre quattro milioni di clienti.

Sono 635 i progetti realizzati e previsti che tra il 2007 e il 2020 hanno permesso e permetteranno al Gruppo di risparmiare energia (di cui 108 conclusi al 2018), con circa 891 mila tep (tonnellate equivalenti di petrolio) risparmiate, corrispondenti al consumo annuo di 625 mila famiglie, e 1,7 milioni di tonnellate di CO2 evitate, equivalenti a circa 1,3 milioni di auto in meno in circolazione in un anno (con percorrenza di 10 mila km).

La decarbonizzazione è cruciale per contrastare il cambiamento climatico. Vanno in questa direzione sia gli interventi di efficienza energetica e sia gli altri progetti per la promozione della produzione di energia da fonti rinnovabili che “Valore all’energia” racconta.

L’efficienza energetica è da sempre un obiettivo fondamentale nell’attività del Gruppo Hera, impegnato nella ricerca e sviluppo costanti di soluzioni innovative sia sui sistemi di regolazione dei processi sia sugli impianti. L’efficienza energetica è anche considerata il “quinto combustibile”: il più economico, a maggiore beneficio ambientale e generabile da chiunque ogni giorno. L’impegno di Hera in questo senso è stato riconosciuto dai risultati e anche dal CESEF, che ha premiato il Gruppo con l’Energy Efficiency Award 2018.

La diffusione del report “Valore all’energia” contribuisce al raggiungimento del target 12.8 dell’Agenda ONU 2030.