4,4%
consumi di energia riduzione rispetto al 2013 e -5,3% con gli interventi già pianificati
100%
di energia rinnovabile
per alimentare le attività gestite da Hera Spa, AcegasApsAmga e Marche Multiservizi
-16%
nell'impronta di carbonio
della produzione di energia rispetto al 2015.
Obiettivo -23% entro il 2022

I consumi di energia primaria del Gruppo Hera

I consumi energetici di Hera riflettono la natura multibusiness del Gruppo.

Il portafoglio delle attività è bilanciato, permettendo di creare sinergie che hanno l’effetto di aumentare la produttività in più settori mantenendo limitati i consumi energetici. Hera gestisce sia impianti di cogenerazione a servizio del teleriscaldamento, che producono energia termica ed elettrica generata per la vendita ai clienti sia impianti di cogenerazione, principalmente per soddisfare i consumi interni; gestisce anche termovalorizzatori che smaltiscono rifiuti con conseguente recupero energetico, turboespansori che valorizzano il salto di pressione nelle cabine di consegna del gas naturale destinato alla distribuzione nelle reti locali gestite, recupero di calore geotermico a bassa entalpia nell’impianto di teleriscaldamento di Ferrara. Inoltre una parte dell’energia elettrica prodotta dagli impianti fotovoltaici del Gruppo viene utilizzata per autoconsumo. Attraverso continui interventi Hera persegue una politica volta a incrementare l’efficienza energetica in tutte le attività svolte.

 

Consumi di energia primaria per tipologia
Tep 2016 2017 2018
Consumo di vettori energetici per usi produttivi (metano, geotermia, biogas, altro) 139.068 152.973 204.893
Rifiuti termovalorizzati 336.590 326.743 320.942
Totale energia consumata in impianti di produzione di energia elettrica o termica 475.658 479.716 525.835
Energia elettrica esclusa illuminazione pubblica 86.462 105.743 109.522
Energia elettrica per illuminazione pubblica 32.336 31.255 30.947
Metano e altri vettori energetici per riscaldamento delle sedi 2.860 2.962 2.819
Carburanti per mezzi di trasporto 9.971 9.843 9.889
Totale energia consumata per usi diversi dalla produzione di energia elettrica o termica 131.629 149.802 153.177
Totale 607.286 629.518 679.012

I dati si riferiscono ai consumi energetici di Hera Spa, Acantho, AcegasApsAmga, Aliplast, Aresgas Group, Fea, Hera Comm, Herambiente, Hera Luce, Hera Servizi Energia, Hera Trading, HeraTech, Hestambiente, Inrete Distribuzione Energia, Marche Multiservizi, Marche Multiservizi Falconara, AcegasApsAmga Servizi Energetici, Uniflotte, Waste Recycling.

Nel 2018 i consumi di energia primaria risultano in aumento rispetto ai livelli dell’anno precedente (+7,8%), a causa dell’inclusione dei consumi di gas metano degli impianti di cogenerazione in service (30.071 Tep), gestiti da Hera Servizi Energia per i propri clienti e non inclusi negli anni precedenti nel perimetro di rendicontazione. A parità di perimetro i consumi complessivi aumentano del 3,0%. I consumi elettrici registano un lieve aumento (-1% nell’illuminazione pubblica – grazie agli interventi di efficienza energetica attuati – e +3,6% in altri consumi).

Energia consumata all’interno dell’organizzazione
Miglialia GJ 2017 2018
Combustibili da fonti rinnovabili consumati (+) 8.308 (+) 8.440
Combustibili da fonti non rinnovabili consumati (+) 13.235 (+) 14.779
Energia elettrica consumata (+)  2.661 (+) 2.704
Energia termica consumata (+)  886 (+) 876
Energia elettrica prodotta da fotovoltaico (+)  7 (+) 6
Energia elettrica prodotta (-)  4.028 (-) 4.500
Energia termica prodotta (-) 2.229  (-) 2.796
Totale  18.840 19.509

I consumi energetici non comprendono le società: AcegasApsAmga Servizi Energetici per i 2017, ASA Scpa, EnergiaBaseTrieste Srl, Feronia Srl, Hera Comm Marche Srl, Herambiente Servizi Industriali Srl, Tri-Generazione Srl, i cui consumi sono stimati pari allo 0,5% dei consumi totali di energia.

 

I consumi energetici interni specifici dell’organizzazione, calcolati secondo lo standard di rendicontazione utilizzato (GRI Sustainability Reporting Standard), sono pari a 19.509 migliaia di GJ. Sono composti dalla somma di consumi di combustibili da fonti rinnovabili (biogas e rifiuti termovalorizzati quota rinnovabile) e non rinnovabili (metano, gasolio, GPL, benzina e rifiuti termovalorizzati quota non rinnovabile 49%), consumi di energia elettrica, produzione di energia elettrica rinnovabile da fotovoltaico, a cui viene detratta l’energia elettrica prodotta e immessa in rete e l’energia termica prodotta. I consumi di energia primaria sono calcolati a partire da dati rilevati prevalentemente da misure e in base alle metodologie di calcolo e di conversione definite per l’applicazione dei disposti normativi relativi alla L. 10/91 (Circolare MISE del 18 dicembre 2014).

Le performance energetiche del Gruppo possono essere rappresentate da alcuni indicatori che ne indicano l’evoluzione e i target prospettici e dare un quadro di quali siano le strategie di risparmio aziendali. Rapportando i consumi energetici con alcuni indicatori produttivi e gestionali si possono ottenere indici di intensità di consumo che riflettono i miglioramenti generati dagli interventi di efficienza e dalla gestione energetica aziendale.

Indici di intensità di consumi di energia primaria
2017 2018
Depurazione: energia primaria (MWh) / volumi depurati (migliaia di mc) 587,2 414,8
Potabilizzazione: energia primaria (MWh) / acqua immessa in rete (migliaia di mc) 462,0 455,0
Teleriscaldamento: consumi di energia primaria del teleriscaldamento (tep) / energia termica immessa in rete (MWh) 166,4 173,6
Termovalorizzatori: produzione energetica netta (MWheq) / volumi trattati (t) 550,1 544,6
Gestione sedi: energia primaria totale consumata (Tep) /superficie sedi (migliaia mq) 26,0 26,5
Automezzi: energia primaria (Tep) / distanza percorsa dai mezzi (milioni di km) 157,4 144,2
Illuminazione pubblica: energia primaria (KWh) / punti luce 370,6 336,4

I dati si riferiscono ai consumi energetici di Hera Spa, AcegasApsAmga, Fea, Hera Luce, Herambiente, Marche Multiservizi, Uniflotte. I dati sono riferiti a consumi di energia elettrica, metano, gasolio, GPL, benzina e rifiuti. Escluso Marche Multiservizi per l’indice riferito agli automezzi.

 

Il settore idrico nel 2018 mostra un complessivo miglioramento delle performance, con indici di intensità dei consumi in calo sia nella depurazione che nella potabilizzazione. È tuttavia da sottolinare come l’indice della depurazione sia direttamente influenzato dai volumi trattati, a fronte di consumi di energia che per natura degli impianti si mantengono sostanzialmente stabili. I valori del 2017 risultavano più alti rispetto alla serie storica a causa dei minori volumi trattati in conseguenza della siccità. Per quanto concerna la potabilizzazione, anche in questo caso i consumi 2017 avevano subito un aumento legato all’estate particolarmente siccitosa, che aveva reso necessario l’utilizzo di fonti di approvvigionamento più energivore (falda).

Il teleriscaldamento registra un indicatore generale in peggioramento rispetto all’anno precedente, legato principalmente a un maggior impiego delle centrali termiche a sfavore della produzione combinata con energia elettrica.

L’indice relativo agli automezzi registra l’indicatore in miglioramento, grazie al progressivo rinnovamento della flotta. In particolare l’indice dei mezzi ambientali, prevalenti dal punto di vista dei consumi, è passato nel biennio 2017-2018 da 529,5 a 519,2 Tep/milioni di km, con una riduzione del 2%, particolarmente significativa su questa tipologia di mezzi.

Continua a migliorare l’indice relativo all’illuminazione pubblica, grazie agli interventi di efficienza energetica descritti nel paragrafo relativo, al presente Capitolo.

 

L’efficienza energetica nel Gruppo Hera