+212%
rendimento totale
del titolo rispetto
alla quotazione
2003
1.281
milioni di euro
valore aggiunto distribuito
agli stakeholder del territorio
1.913
milioni di euro
valore economico distribuito
al territorio

L’impegno per ridurre il rischio-investimento

Hera riserva grande attenzione al monitoraggio delle componenti di rischio connesse all’andamento del titolo in Borsa, come la volatilità delle quotazioni e la liquidità degli scambi sul mercato.

Il titolo ha evidenziato anche nel 2018 un indice di volatilità delle quotazioni (indice beta) più conservativo rispetto alla media dei titoli comparabili del settore. Questa caratteristica è coerente con la forte resilienza dei risultati economici, il basso profilo di rischio e la solidità della governance.

I volumi medi giornalieri nel 2018 si sono attestati a 2,1 milioni di azioni scambiate (-5,4% rispetto al 2017), mentre il controvalore medio degli scambi giornalieri è stato pari a 5,9 milioni di euro (-2,0% rispetto al 2017). I volumi medi scambiati sono stati migliori rispetto a quanto consuntivato dai peer che hanno invece mostrato un decremento più pronunciato, del -7,8%.

La maggiore liquidità degli scambi giornalieri rispetto ai peer ha permesso di avvicinare i valori degli ordini in vendita a quelli in acquisto, evidenziando uno spread inferiore (0,27%) rispetto alla media degli altri titoli del settore (0,28%). Un confronto più omogeneo con titoli non inclusi nell’indice FTSE MIB (quali ad esempio Acea e Iren), evidenzia una condizione ancora più favorevole (0,27% rispetto allo 0,31%).

La liquidità degli scambi in Borsa è il frutto anche di un’intensa attività di dialogo con gli operatori del mercato finanziario, con circa 316 contatti e incontri nel 2018, e dell’avvio di nuove relazioni con investitori professionali che hanno uno stile di investimento coerente con il profilo azionario del Gruppo.

Anche la diversificazione degli investitori istituzionali tra i soci della società è un fattore importante per agevolare l’evoluzione continua della compagine sociale e l’equilibrio delle quotazioni del titolo nel tempo. Come mostrano i grafici seguenti, Hera presenta un’equilibrata diversificazione geografica e per stile di investimento degli investitori professionali, a beneficio della resilienza e della bassa volatilità del titolo.

La crescita degli investitori Value rispetto al precedente anno, riflette i solidi fondamentali espressi dal Gruppo in occasione della presentazione dei risultati trimestrali che non si sono pienamente riflessi nelle quotazioni del titolo, come peraltro evidenziato dalla crescita del divario (potenziale di rialzo) tra il target price degli analisti e il prezzo del titolo.

Il titolo Hera fa parte degli indici azionari FTSE Mid Cap, FTSE All Share e FTSE Italia Servizi Pubblici di Borsa Italiana. Nel corso del 2018 il titolo è stato costantemente inserito, nelle quattro revisioni trimestrali, all’interno della lista di riserva per l’entrata nell’indice FTSE Mib, il paniere che raccoglie le maggiori quaranta società del Paese per valore del flottante e liquidità degli scambi.

Al contempo il titolo Hera fa parte di sei indici etici: FTSE Environmental Opportunities All Share Index, TR top 100 global energy leader, CDP Climate, CDP Water, United Nations Global Compact 100, Thomson Reuters Diversity and Inclusion Index. Gli indici etici includono titoli di società eccellenti dal punto di vista della sostenibilità d’impresa, per facilitare le scelte di investimento dei fondi socialmente responsabili (Sri). L’organizzazione di questi indici considera che le società con una gestione sostenibile dal punto di vista ambientale, dei rapporti con gli stakeholder e della corporate governance, ottengano risultati nel lungo periodo significativamente superiori rispetto ai propri competitior.

Inoltre, gli analisti di Bloomberg hanno valutato le politiche e strategie del Gruppo in materia di inclusione e le hanno assegnato un punteggio di 77,85 su 100. Il punteggio di Gruppo è risultato di 4,61 punti più alto rispetto alla media delle società incluse nell’indice e ha superato di tre punti quello ottenuto dalle multi utility nel paniere.

Il titolo Hera entra nell’indice  FTSE Mib

Borsa Italiana ha ufficializzato l’entrata del titolo Hera nell’indice FTSE Mib, l’indice del mercato azionario delle 40 maggiori società per capitalizzazione e liquidità. Hera ha potuto varcare questo prestigioso traguardo, grazie sia al raggiungimento della 27a posizione nella classifica delle capitalizzazioni delle società italiane che all’incremento del controvalore degli scambi (+52% nei primi due mesi del 2019 rispetto alla media del 2018), a seguito della presentazione del nuovo piano industriale.

La corporate governance e la tutela degli azionisti