96,6%
lavoratori a tempo indeterminato
4,5
milioni di euro
utilizzati dai lavoratori con Hextra, il piano di welfare con un'adesione del 98,8% dei dipendenti
34%
della retribuzione variabile
di dirigenti e quadri è collegato a obiettivi di sostenibilità, 20% alla creazione di valore condiviso

La mobilità interna

La velocità dei cambiamenti combinata alla trasformazione digitale sta modificando molto il nostro modo di lavorare. Molti ruoli cambieranno e diventerà sempre più importante per le organizzazioni favorire l’aggiornamento delle competenze e, per i lavoratori, mettersi in gioco per gestire la propria crescita professionale.

La realtà multi-business di Hera è il contesto ideale per accedere ad un ampio ventaglio di opportunità professionali; la varietà delle nostre attività offre infatti la possibilità di valorizzare la propria professionalità in diversi ambiti e territori.

In questo contesto, la mobilità interna diventa, pertanto, una leva di sviluppo centrale per la crescita delle nostre persone e proprio per questo, a fine 2019, è stato avviato un percorso di rinnovamento degli strumenti a supporto del processo che vede, come primo passo applicativo dal 2020, l’ascolto delle persone che avranno la possibilità di esprimere i propri interessi in termini di sviluppo professionale.

Diventa importante sapersi mettere in gioco per affrontare efficacemente le nuove sfide e in questo senso il contributo di ognuno di noi è indispensabile per fare un ulteriore passo in avanti. Nel 2019 sono state realizzate in totale 182 mobilità infragruppo tra società o business unit diverse, che hanno permesso di ricoprire circa il 34% delle posizioni aperte nell’anno. Questo risultato è stato reso possibile anche grazie allo strumento del Job Posting, presente sin dal 2008 nella sezione dedicata alla mobilità interna all’interno del portale informativo aziendale e che dalla sua nascita ha registrato oltre un milione di accessi alla pagina dedicata, circa 400 annunci pubblicati ed oltre 200 posizioni ricoperte, consentendo a tutti i dipendenti di essere attivamente coinvolti nel proprio percorso di crescita e di essere in prima persona promotori del cambiamento.

L’obiettivo è di estendere ulteriormente la mobilità interna fino ad arrivare nel 2023 a una quota del 30% di lavoratori che cambiano ruolo o struttura organizzativa in un anno (escluso gli operai).

Il modello di leadership