96,6%
lavoratori a tempo indeterminato
4,5
milioni di euro
utilizzati dai lavoratori con Hextra, il piano di welfare con un'adesione del 98,8% dei dipendenti
34%
della retribuzione variabile
di dirigenti e quadri è collegato a obiettivi di sostenibilità, 20% alla creazione di valore condiviso

Welfare

Nel 2019 è proseguita l’esperienza di Hextra, il sistema di welfare del Gruppo Hera ricco di iniziative e servizi pensati su misura per rispondere ai bisogni dei lavoratori e aumentarne il benessere individuale e familiare sotto il profilo economico e sociale. A ciascun dipendente è stata assegnata la quota welfare flessibile di 385 euro da spendere su tutta la proposta di Hextra. Non solo, a ciascun dipendente è stata offerta la possibilità di convertire parte del proprio premio di risultato 2018 erogato nel 2019, in un’ulteriore quota welfare. Un’opportunità vantaggiosa dal punto di vista fiscale e in termini di aumento del potere di acquisto di ciascun dipendente.

Un’esperienza sempre più positiva che nel 2019 ha registrato 8.851 iscritti, pari al 98,8% della popolazione potenziale, con       oltre 4,5 milioni di euro fruiti dai dipendenti. Un risultato possibile grazie ad una chiara informazione e presentazione dei servizi, dall’utilità riconosciuta a ciascuno di essi e dall’impatto positivo generato sul bilanciamento vita e lavoro. Aumento del potere d’acquisto, personalizzazione, facilità di utilizzo e velocità del servizio: una combinazione vincente per vivere la propria esperienza di welfare nel modo più completo possibile. Tutto in modalità digitale, a basso impatto ambientale, fruibile sia dall’ufficio, che dallo smartphone o comodamente da casa.

Tra le principali iniziative di Hextra nel 2019 si evidenziano: la terza edizione delle borse di studio universitarie, 43 borse di studio da 750 euro ciascuna (tre assegnate ex aequo); la terza edizione dei percorsi di approfondimento linguistico nel mondo con Intercultura, che oltre alle dieci borse da 2 mila euro ciascuna per i programmi estivi, ha visto l’attivazione di tre borse da 7.500 euro ciascuna per l’intero anno scolastico all’estero. La gestione della VIa edizione dei centri estivi con la possibilità, per ciascun dipendente, di scegliere il centro estivo che più si adatta alle proprie esigenze di bilanciamento familiare. Inoltre, in continuità con gli anni precedenti, la destinazione della quota istruzione per i dipendenti che hanno figli in età scolare per un investimento complessivo di oltre 615 mila euro. Nel dettaglio, tra tutte le iniziative a sostegno dell’istruzione dei figli, si sono registrate 3.660 richieste delle quali 204 quote utilizzate dai lavoratori per i servizi di asilo nido. A queste quote si aggiungono le quindici partecipazioni presso gli asili convenzionati del Gruppo (presenti a Bologna, Cesena e Imola), per un totale di 219 bambini.

Sempre in ambito education è stata avviata la campagna di sensibilizzazione e informazione verso lo sviluppo della cultura digitale per i più piccoli che ha visto, con il Corporate Digital Day, il coinvolgimento in un percorso divertente e formativo i figli dei dipendenti in emozionanti laboratori di robotica con Lego WeDo, per costruire e programmare un piccolo Robot, making con le scribbling machines, per realizzare con materiali di recupero macchine capaci di muoversi da sole nel produrre disegni e forme creative, e per i genitori un’interessante workshop sull’essere genitori in epoca digitale.

[403-6]

In ambito salute e prevenzione sono state attivate importanti collaborazioni con ANT e LILT per mettere a disposizione dei dipendenti e dei loro familiari visite di prevenzione gratuite o a prezzi agevolati. Nel dettaglio, con Fondazione ANT Onlus, fondazione fra le più importanti in ambito di prevenzione, formazione e assistenza medica, sono stati realizzati due importanti progetti di prevenzione: melanoma, con l’esecuzione di visite dermatologiche con l’ausilio del videodermatoscopio; tiroide, con l’esecuzione di indagine ecografica per individuare i soggetti portatori di noduli. Sono state prenotate e realizzate oltre 2.000 visite di prevenzione per i dipendenti e i propri familiari a fronte di piccola donazione a ANT di 18 euro. Con LILT (Lega Italiana Lotta Tumori) sono stati realizzati, nei territori di Bologna e Ferrara, due percorsi pilota: Rosa, che prevede la visita senologica con eventuale ecografia mammaria bilaterale; Azzurro, che prevede la visita urologica di prevenzione e conoscenza e un’indagine sull’infezione da papilloma virus. In questo caso sono state prenotate e realizzate 130 visite oltre a un workshop di presentazione sui corretti stili di vita

Inoltre, anche per il 2019 è stata attivata la campagna vaccinale antinfluenzale per i dipendenti del Gruppo. Ciascun dipendente ha potuto richiedere il rimborso del vaccino antinfluenzale.

Inoltre, con Hextra è possibile accedere a un network di orientamento e guida per i dipendenti e proporre loro una risposta personalizzata per coloro che cercano una soluzione di assistenza familiare: dall’assistente di base a domicilio all’accoglienza in struttura sanitarie. Un servizio di consulenza e orientamento che collega il dipendente con la rete dei servizi pubblici, privati e con la rete del volontariato, offrendo informazioni sui servizi e sulle procedure da seguire. Sono infine disponibili sempre con Hextra i servizi per il rimborso delle spese sanitarie e/o assistenziali sostenute nonché l’integrazione al fondo di assistenza sanitaria integrativa.

Nell’ambito delle attività gestite dal mobility management anche quest’anno è stato possibile inserire in Hextra il rimborso delle spese sostenute da ciascun dipendente o dai propri familiari per la propria mobilità attraverso il servizio di trasporto pubblico regionale o interregionale.

Anche nel 2019, con in Hera l’energia vale di più è possibile accedere a una promozione sulle forniture di luce e gas a mercato libero e beneficiare direttamente del valore che tutti i dipendenti giorno per giorno, con il loro lavoro, contribuiscono a creare per un welfare sempre più condiviso e partecipato. Una call to action rivolta a tutti i dipendenti che si riflette anche quest’anno nel grande utilizzo del servizio Welfare Voucher. Infatti, grazie a una mappa del territorio ciascun dipendente può individuare il partner convenzionato presso cui svolgere la propria attività di welfare scelta tra quelle disponibili: sport, benessere, cultura e tempo libero e check up medici. Pochi click e, senza nessun tempo d’attesa, è possibile richiedere un voucher e recarsi con questo presso il centro desiderato per svolgere l’attività. Un servizio che ha riscontrato grande apprezzamento e che è stato uno dei servizi in acquisto in assoluto più utilizzato all’interno di Hextra. Ma non solo, anche viaggi, vacanze su misura e tempo libero. In Hextra sono disponibili agenzie di viaggio, parchi acquatici e tematici, musei, mostre e gallerie. Tutto l’occorrente per prenotare e acquistare un pacchetto, dal week end fino a due settimana, personalizzate e in linea all’esigenze individuali.

Un percorso continuo di sviluppo congiunto, condiviso e partecipato del piano di welfare a 360° che ci colloca tra le principali realtà nazionali nel campo del welfare e del benessere aziendale. L’impegno del Gruppo è testimoniato anche dalla certificazione Top Employers Italia 2020, conseguita dal Gruppo per l’undicesimo anno consecutivo e che ci vede al primo posto assoluto. Il Gruppo si conferma azienda leader per condizioni di lavoro e best practice focalizzate su sviluppo e benessere delle persone, riconosciuto l’impegno e la costante attenzione nel continuo miglioramento delle proprie strategie nel campo delle risorse umane.

Obiettivo del 2020 sarà quello di continuare a sviluppare il sistema di welfare Hextra valorizzando le opportunità connesse in termini di conoscenza, diffusione e fruibilità dei servizi offerti. Continueranno anche ad essere integrati i servizi di istruzione e sostegno alle famiglie, rafforzando ulteriormente la proposta in ambito salute e benessere.

[403-6]

Oltre alle misure previste dal welfare aziendale Hextra, (si veda paragrafo Welfare Aziendale), nel Gruppo Hera sono presenti diverse forme di assistenza sanitaria Integrativa per i lavoratori definite nel rispetto della contrattazione collettiva applicata. In particolare:

  • i dipendenti a cui si applica il CCNL Gas Acqua: con effetto dal 1° gennaio 2012 l’assistenza sanitaria Integrativa è assicurata dal fondo FASIE;
  • i dipendenti a cui si applica il CCNL Elettrico: fin dal 9 luglio 1996 l’assistenza sanitaria Integrativa è assicurata da fondi gestiti dai CRAEM aziendali;
  • i dipendenti a cui si applica il CCNL dei Servizi Ambientali: con effetto dal 1° ottobre 2014 l’assistenza sanitaria Integrativa è assicurata dal fondo FASDA.;
  • i dipendenti a cui si applica il CCNL Industria Chimica: con Accordo Nazionale del 29 luglio 2003, tra Federchimica e le OO.SS. Nazionali di Categoria, l’Assistenza Sanitaria Integrativa è assicurata da FASCHIM;
  • i dipendenti a cui si applica il CCNL per i Dirigenti delle Imprese dei Servizi di Pubblica Utilità: fin dal 1° ottobre 1996 l’Assistenza Sanitaria Integrativa è assicurata mediante l’iscrizione al FASI e Unisalute. Il Fondo FASI e la Polizza Integrativa al FASI sono estendibili ai familiari dei dirigenti.

Nel 2017, in sede di rinnovo dei CCNL, sono state inoltre istituite le polizze assicurative in caso di premorienza (CCNL Elettrico) e in caso di premorienza e invalidità permanente (CCNL Gas Acqua).

 

Diversità e inclusione