Logo stampa
 
SERVIZI RESPONSABILI

Verso il biometano

Biometano

Avviato a Sant’Agata Bolognese il progetto che valorizzerà la raccolta differenziata dell’organico ricavando energia rinnovabile nel 2018

Nel 2015 è terminata la progettazione ed è stato avviato l’iter autorizzativo per ricavare biometano nell’impianto di compostaggio di Sant’Agata Bolognese (Bo).

Già da anni Hera produce biogas, attraverso i biodigestori e le discariche, per produrre energia elettrica; ora il salto è quello di raffinarlo per farne biometano come quello che scorre nei tubi di casa. E una prima realizzazione è proprio questo impianto, che impiegherà la parte organica del rifiuto urbano differenziato come materia prima per ottenere biometano e potrà diventare anche carburante per i veicoli a metano per il trasporto pubblico locale.

Il biodigestore sarà in grado di trattare 100 mila tonnellate l’anno di rifiuto organico e 35 mila tonnellate di potature da raccolta differenziata e potrà produrre annualmente, a partire dal 2018, circa 7,5 milioni metri cubi di biometano e circa 20.000 tonnellate di compost. L’investimento complessivo è valutato in poco meno di 30 milioni di euro.

La fase realizzativa dell’impianto è iniziata a marzo 2017 e procede in maniera spedita, si prevede quindi di riuscire ad avviare l’impianto e ad immettere il primo biometano in rete entro la fine del 2018.

Tale progetto è stato inserito tra le best practice nel report SDG Industry Matrix pubblicato dal Global Compact e da KPMG nel 2017 che riporta le opportunità di business collegate agli obiettivi dell’Agenda ONU 2030.

 

Pagina aggiornata al 17 luglio 2018

 
 
Sostenibilità e Valore condiviso
 
Sostenibilità e Valore condiviso
 
 
REINVENTING THE CITY
 
REINVENTING THE CITY Rigenerare le risorse per passare a una società basata sull’economia circolare
 
 
Insieme facciamo la differenza!
 
Insieme facciamo la differenza!