Logo stampa
 
Anno XIII _ n.15 agosto 2020 - Dalla parte del clima: entro il 2030 il Gruppo Hera punta a ridurre le emissioni del 29%
 

Hera lancia il primo Green Bond in Italia

Hera lancia il primo Green Bond in Italia
 
Green bond: Hera tra i pionieri in Italia
28/10/2014

Il Gruppo Hera nello scorso giugno ha lanciato la prima obbligazione "verde" in Italia, per un valore di 500 milioni di euro

Il cosiddetto "green bond" è uno strumento finanziario molto utilizzato in Europa da altre aziende utilities. Con questo strumento è possibile ottenere un finanziamento vincolato a specifiche finalità "verdi", come ad esempio il miglioramento delle performance ambientali degli impianti sul territorio. L'operazione di Hera ha riguardato un'emissione complessiva di 500 milioni, con durata di 10 anni.
Finanziare gli investimenti in sostenibilità, per contribuire attraverso le proprie attività a una migliore qualità ambientale, è solo rappresentativo di una parte dell'impegno profuso dal Gruppo sul fronte della sostenibilità. Tale impegno ha portato il Gruppo, dal 2002 ad oggi, ad ottenere performance ambientali e sociali di assoluto rilievo nel panorama europeo delle local utilities.
Il bond è stato presentato nelle principali piazze finanziare europee al fine di illustrare al meglio i contenuti dell'obbligazione agli investitori. Gli ordini hanno visto un'altissima partecipazione da parte di investitori internazionali con le richieste che hanno superato di 3 volte l'ammontare emesso. Tra gli acquirenti circa il 70% appartiene ad investitori, la maggior parte residenti fuori dall'Italia, che hanno tra i loro criteri di investimento la sostenibilità economica, sociale e ambientale.
Lo strumento raccoglie risorse destinate specificatamente a investimenti legati a migliorare le performance ambientali nel territorio. In particolare i soldi raccolti da Hera saranno utilizzati per finanziare o rifinanziare investimenti già effettuati o previsti nel piano industriale in quattro ambiti principali:

  • lotta al cambiamento climatico: progetti che riguardano la produzione di energia da fonte rinnovabile e la riduzione dei consumi di energia attraverso il raggiungimento di una maggiore efficienza energetica come ad esempio gli impianti fotovoltaici, le reti di teleriscaldamento e gli impianti di cogenerazione;
  • miglioramento della qualità dell'aria: investimenti per la riduzione delle emissioni in atmosfera dei termovalorizzatori del Gruppo;
  • miglioramento della qualità della depurazione delle acque: investimenti per mantenere gli attuali alti livelli di efficienza depurativa;
  • gestione del ciclo rifiuti: investimenti per lo sviluppo di strutture e servizi sul territorio a favore della raccolta differenziata.

L'elenco dei progetti da finanziare per ciascun ambito è stato definito da Hera sulla base di precisi criteri ambientali. Il processo di selezione dei progetti e, dunque, il rispetto di tali criteri, è stato asseverato da DNV-GL primario ente certificatore internazionale.
Sotto la supervisione del certificatore avverrà, a partire dal 2015, un processo di monitoraggio e rendicontazione per assicurare al mercato la corretta e trasparente destinazione dei fondi raccolti ai progetti "verdi". Il resoconto annuale di quanto assorbito da ogni progetto e le relative performance ambientali saranno pubblicati nel Bilancio di Sostenibilità del Gruppo.
Il successo dell'operazione e la risposta ottenuta dal mercato sono un'importantissima manifestazione di fiducia da parte degli investitori, sia italiani sia internazionali, nei confronti del Gruppo Hera. Fiducia rafforzata dagli impegni presi verso una crescita sostenibile e dalla capacità del management di perseguirli in maniera concreta.

 
 
 
Sostenibilità e Valore condiviso
 
Sostenibilità e Valore condiviso
 
 
REINVENTING THE CITY
 
REINVENTING THE CITY Rigenerare le risorse per passare a una società basata sull’economia circolare
 
 
Insieme facciamo la differenza!
 
Insieme facciamo la differenza!