Logo stampa
 
Anno XIII _ n.15 agosto 2020 - Dalla parte del clima: entro il 2030 il Gruppo Hera punta a ridurre le emissioni del 29%
 

A Imola è arrivata la mostra "Scart", in cui i rifiuti diventano arte

A Imola è arrivata la mostra "Scart", in cui i rifiuti diventano arte
 
Scart
16/06/2017

Gratuita e aperta a tutti, l'esposizione delle opere ottenute impiegando materiali di scarto sarà visitabile fino al 25 giugno nella Salannunziata, dopo una prima tappa a Ravenna che ha contato 3.000 visitatori. Il progetto del Gruppo Hera è stato realizzato in collaborazione con le Accademie di Belle Arti di Bologna e Firenze.

Sono ritratti di personaggi famosi e sculture di animali. Soprattutto, però, sono opere d’arte, ottenute attraverso riuso di materiali di scarto, destinati allo smaltimento. Proprio per questo fanno parte di “Scart, il lato bello e utile del rifiuto”, mostra itinerante che ospita i lavori degli studenti delle Accademie di Belle Arti di Bologna e Firenze. Dopo il successo della prima tappa in maggio a Ravenna, che ha registrato la visita di circa 3.000 persone, l’esposizione, realizzata nell’ambito della collaborazione con Waste Recycling, società del Gruppo Herambiente, è arrivata a Imola. Allestita alla Salannunziata, in via F.lli Bandiera 17a, fino al 25 giugno, in collaborazione con i Musei Civici di Imola, gratuita ed aperta a tutti, può essere visitata tutti i giorni, dal martedì alla domenica (escluso il lunedì), dalle 16 alle 19 e il sabato e la domenica anche la mattina dalle 10 alle 13. A settembre l’esposizione toccherà la città di Modena.
Il pubblico potrà “perdersi” fra le opere della mostra e lasciarsi sorprendere dalle mille forme che può assumere la materia quando passa attraverso la forza rigenerante dell’arte. I volti di Lucio Dalla, Marilyn Monroe, Frida Kahlo, Madre Teresa di Calcutta, David Bowie, e altri ancora, si divideranno così la scena con opere di tipo scultoreo, raffiguranti animali di vario tipo e che, nelle parole di Claudio Spadoni, critico d’arte che ha curato il catalogo, compongono “un eterogeneo bestiario di divertita, in alcuni casi scanzonata intonazione dada-surrealista”.
L’iniziativa si caratterizza anche per un profilo educativo, con laboratori didattici che nei giorni scorsi, a partire dai temi e dai materiali della mostra, hanno intrattenuto gratuitamente i visitatori più piccoli.
Alcune opere andranno anche in giro per la città e saranno esposte, sempre fino al 25 giugno, negli spazi della biblioteca comunale di Imola e alla biglietteria della Rocca Sforzesca.

Il Gruppo Hera dà così seguito alla tradizione di Scart, il progetto di Waste Recycling che da oltre 18 anni incide positivamente, proprio attraverso l’arte, sulla mentalità del recupero e del riuso. Parte integrante del quotidiano impegno della multiutility sul fronte dell’economia circolare, Scart ne affronta le sfide in modo assolutamente innovativo, aprendo una nuova strada verso un tipo di riuso e riciclo che riconosce un valore crescente al rifiuto, dandogli una vita illimitata e trasformandolo così da costo in risorsa.

 
 
 
Sostenibilità e Valore condiviso
 
Sostenibilità e Valore condiviso
 
 
REINVENTING THE CITY
 
REINVENTING THE CITY Rigenerare le risorse per passare a una società basata sull’economia circolare
 
 
Insieme facciamo la differenza!
 
Insieme facciamo la differenza!