Logo stampa
 
Calendario
 
<
>
Dicembre 2018
  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
IN PRIMO PIANO
Condividi
20/03/2018

Scopri il valore dell'acqua di casa tua


La beviamo, è scontato che esca dal rubinetto in qualsiasi momento e non potremmo farne a meno. Naturalmente è l’acqua ma la conosciamo davvero? In occasione della Giornata Mondiale a lei dedicata, giovedì 22 marzo Hera ha programmato la presenza di stand informativi nelle principali città servite dell’Emilia-Romagna dove si potrà ricevere materiale informativo e conoscere i principali strumenti che l’azienda mette a disposizione dei cittadini per conoscere più da vicino questa preziosa risorsa fondamentale per la vita.
A Bologna l’appuntamento sarà in Piazza Re Enzo dalle ore 9 alle 13.

I buoni motivi per scegliere l’acqua di rubinetto
Allo stand di Hera si racconterà l’acqua, i buoni motivi per scegliere quella del rubinetto e i benefici anche ambientali che apporta, il viaggio che ogni giorno compie per arrivare nel bicchiere. Ogni giorno sono oltre 2.000 le analisi effettuate lungo tutta la filiera di produzione dell’acqua potabile da Hera, Romagna Acque e le Aziende sanitarie locali, a garanzia di un’acqua sana, buona da bere e attentamente controllata. Inoltre è economica: se il prezzo di una bottiglia d’acqua da 1,5 litri è in media di 0,40 euro, per un’identità quantità di acqua del rubinetto si spendono solo 0,0031 euro, con un costo – dunque – inferiore di circa 100 volte. L’acqua del rubinetto quindi fa risparmiare. E’ anche comoda perché a km 0, nasce dalle fonti del territorio e arriva direttamente dentro casa. Senza contare che quella erogata sui territori serviti da Hera è oligominerale e a basso contenuto di sodio. Inoltre il 36% dei clienti di Hera, secondo una recente indagine, la sceglie ogni giorno, evitando l’utilizzo di 250 milioni di bottiglie di plastica, con effetti importanti in termini di sostenibilità.   

Il viaggio dell’acqua dalla fonte al bicchiere
All’interno della pubblicazione “In buone acque”, un report che Hera aggiorna tutti gli anni e che  giovedì 22 sarà distribuito ai cittadini, è possibile scoprire anche il viaggio che compie l’acqua in ogni territorio servito per arrivare dentro le case: da dove proviene (superficie, fonte o sorgente), quali impianti di potabilizzazione attraversa affinché ne siano garantite qualità e sicurezza, ma anche cosa succede dopo averla bevuta e quindi la depurazione necessaria per farla ritornare pulita all’ambiente. Un ciclo idrico completo che Hera gestisce in 239 comuni per un bacino di utenza di 3,6 milioni di cittadini, e che necessita di una gestione attenta, basti pensare che solo l’acquedotto gestito dall’Azienda è lungo 35.000 km, oltre 4 volte la lunghezza delle coste italiane, e di investimenti importanti: circa 97 milioni di euro quelli investiti in media ogni anno dalla multiutility, superiori del 40% alla media italiana.

Essere aggiornati sulla qualità dell’acqua è facile, anche con la bolletta  
Allo stand di Hera si potranno conoscere anche i numerosi strumenti che l’azienda mette a disposizione dei cittadini per essere informati in modo semplice e trasparente sulla qualità dell’acqua del rubinetto. I cittadini potranno sperimentare, con l’ausilio di tablet, l’utilizzo dell’app di Hera l’Acquologo, scaricabile gratuitamente,  che permette di svolgere diverse funzioni: inviare dallo smartphone la lettura del proprio contatore idrico, essere avvisati tempestivamente in caso di momentanea interruzione dell’erogazione dell’acqua in seguito a lavori programmati, trovare la sorgente urbana più vicina e, anche attraverso questo strumento, conoscere i valori medi della qualità dell’acqua che esce dal rubinetto della propria casa. Accanto all’app, Hera mette a disposizione sul web un canale www.gruppohera.it/acqua dove è possibile scoprire di più sull’acqua che si beve, tra le altre cose consultare un esperto per avere una risposta a dubbi e quesiti e leggere i risultati delle analisi dell’acqua del proprio comune, valori che sono riportati anche nelle bollette.

Una campagna lunga un anno
La Giornata Mondiale dell’Acqua è solo la prima tappa di un percorso dedicato interamente all’acqua che Hera svilupperà lungo tutto il 2018, con campagne mirate che puntano a un uso consapevole dell’acqua di rubinetto e alla scoperta del suo valore. Valore che si declina in  impegno e lavoro costanti per garantire un servizio affidabile e di qualità ma anche in una maggiore attenzione nel suo utilizzo. Per questo, agli stand, saranno in distribuzione anche utili gadget, fino a esaurimento scorte, quali borracce, bicchieri richiudibili da borsa e, in particolare, una clessidra per tenere d’occhio il tempo quando si fa la doccia evitando inutili sprechi.

Punti informativi giovedì 22 marzo
Il 22 marzo Hera sarà presente con gli spazi informativi a:
· Bologna - Piazza Re Enzo dalle 9 alle 13
· Cesena - Centro commerciale Montefiore dalle 10 alle 14
· Ferrara - Piazza Trento Trieste dalle 9 alle 13
· Imola - Piazza Caduti della Libertà dalle 9.30 alle 12.30
· Modena - Centro commerciale La Rotonda dalle 15.30 alle 19.30 e Piazza Mazzini dalle 9 alle 13
· Ravenna - Centro commerciale ESP dalle 15 alle 19
· Rimini - Centro commerciale Le Befane dalle 16 alle 20.30

 
 
Valore condiviso nel bilancio di sostenibilità 2017
 
Valore condiviso al centro del bilancio di sostenibilità 2017
 
 
Overview BS 2017
 
L'ecosistema e la sua unitarietà: una sgida per il futuro
 
 
Lo sviluppo sostenibile
 
Un bilancio di sostenibilità a valore condiviso 2016